Tipologia
Laurea Magistrale a Ciclo Unico
Accesso
Libero
Durata
5 anni
Sedi
Como
Lingua
Italiano
Struttura di riferimento
DIPARTIMENTO DI DIRITTO, ECONOMIA E CULTURE
Classe di laurea: Classe delle lauree magistrali in giurisprudenza
Presidente del Consiglio di corso: GRAZIA MANNOZZI
Crediti: 300

Descrizione del corso

Studiare Giurisprudenza all'Università dell'Insubria consente di frequentare un corso di studi classico ma ripensato nella prospettiva della modernità, dell'innovazione, della multidisciplinarietà e dell'internazionalizzazione anche al fine di rispondere in modo più efficace alle nuove esigenze del mercato del lavoro e del territorio. Didattica e ricerca si svolgono in un ambiente giovane e dinamico che favorisce la solidarietà e la cooperazione tra gli studenti e consente un rapporto diretto ed immediato tra studenti e docenti.

Accanto al percorso forense, volto a preparare il giurista alle professioni di più consolidata tradizione (magistrato, notaio, avvocato), sono previsti un percorso economico e d'impresa e un percorso linguistico-internazionale, ciascuno con caratteristiche e obiettivi propri:

- il percorso economico e d'impresa, offerto in collaborazione con il Dipartimento di Economia del nostro stesso Ateneo, propone una preparazione interdisciplinare atta a facilitare l'accesso a posizioni lavorative che richiedono conoscenze giuridiche ed economiche (ad es. legale nelle imprese, nelle banche, nelle assicurazioni). I laureati in Giurisprudenza che seguiranno tale percorso potranno iscriversi direttamente al secondo anno del Corso di laurea magistrale in Economia, diritto e finanza d'impresa, con la possibilità di conseguire i due titoli di studio (laurea magistrale in Giurisprudenza e laurea magistrale in Economia, diritto e finanza d'impresa) con un impegno complessivo di sei anni;

- il percorso linguistico-internazionale propone una preparazione capace di comprendere le istanze che derivano dalla globalizzazione, dalla cooperazione internazionale e dal pluralismo culturale e consente altresì agli studenti la possibilità di svolgere una parte del percorso di studi in Francia, presso l'Università di Nantes, con conseguimento del doppio titolo Università degli Studi dell'Insubria / Università di Nantes.
All'interno del percorso economico e d'impresa e del percorso linguistico-internazionale sono stati istituiti focus specifici su temi legati alle tecnologie e all'innovazione, alla cooperazione e allo sviluppo economico, al diritto della moda, all'ambiente e allo sviluppo sostenibile, e al diritto della Confederazione elvetica. Con quest'ultima l'Università intrattiene rapporti di cooperazione scientifica e didattica. Coloro che seguiranno gli insegnamenti previsti da ciascun focus riceveranno documentazione del percorso intrapreso.

Le metodologie d'insegnamento tendono a privilegiare, attraverso formule multidisciplinari e aperte al learning by doing, il raccordo tra le discipline previste nell'ordinamento didattico. Esse si avvalgono di lezioni frontali in presenza per gli studenti, con possibilità di partecipazione on line di docenti esterni italiani e stranieri.

Contenuti e metodi dei singoli corsi sono completati da esercitazioni pratiche e incontri laboratoriali (laboratori di scrittura del diritto, cliniche legali, case law e moot courts), con aperture significative a modalità didattiche cooperative e con approccio tutorial. Completa e ulteriormente arricchisce l'offerta formativa il contributo di Visiting Professors.

L'accesso degli studenti ai contenuti di ciascun insegnamento è agevolato dal caricamento su piattaforma e-learning di materiali didattici anche multimediali.

Gli studenti possono incrementare il proprio bagaglio di conoscenze tecnico-giuridiche e culturali attraverso la partecipazione a convegni, seminari e incontri organizzati dai Centri di ricerca afferenti al Dipartimento e a Winter e Summer schools.

Interessanti e innovativi sono i percorsi post-lauream (corsi di aggiornamento, di perfezionamento, master e dottorato di ricerca) e le attività di tirocinio. Sono incoraggiati i viaggi di studio, anche in mobilità Erasmus, e la partecipazione a competizioni nazionali e internazionali sotto la guida attenta ed efficace dei Docenti del Dipartimento.

Cosa ti occorre sapere

Per accedere al corso di laurea devi essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo.

Scopri di più su UniversItaly

L’Ateneo mette a disposizione dei futuri studenti una “cassetta degli attrezzi” con gli strumenti necessari a intraprendere il percorso universitario nel modo più efficace e positivo possibile.

In particolare, alle nuove matricole di Giurisprudenza si consiglia di frequentare il Precorso di lingua italiana, che si svolge di norma nel mese di settembre prima dell'inizio delle lezioni.

Preparati all'università

Precorso di italiano

PRATICA PROFESSIONALE - AVVOCATO
Uno degli sbocchi professionali tradizionali, consentito dalla laurea magistrale in giurisprudenza, è l’esercizio della professione forense, per il quale è richiesto lo svolgimento della pratica professionale, pre-condizione per sostenere il relativo Esame di Stato.

PRATICA PROFESSIONALE - NOTAIO
Altro sbocco tradizionale della laurea magistrale in giurisprudenza è la pratica professionale, volta a sostenere il concorso per esami per l’esercizio delle funzioni di notaio.

MAGISTRATO
Tra le possibilità di impiego per i laureati in giurisprudenza vi è l’accesso alla carriera in magistratura. La legislazione vigente concepisce però il concorso per magistrato come un concorso di secondo livello, per accedere al quale
occorre essere in possesso di un precedente titolo (ad es.: essere abilitati all’esercizio della professione forense, aver conseguito il titolo di dottore di ricerca, aver conseguito il diploma presso le scuole di specializzazione per le
professioni legali, etc.).

GIURISTA D’IMPRESA O PRESSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE O PRESSO ORGANISIMI
INTERNAZIONALI (CARRIERA DIPLOMATICA)
La laurea magistrale in giurisprudenza consente l’accesso a diverse posizioni di lavoro sia nel settore privato, sia in quello pubblico, in Italia ed all’estero, all’esito di prove selettive o di accesso variamente sagomate. Il percorso economico mira a fornire specifiche competenze a questo riguardo.

 

Scopri di più su UniversItaly

I docenti tutor

L'obiettivo del Tutorato è quello di seguire gli studenti durante tutto il loro percorso universitario, aiutandoli a superare le eventuali difficoltà che incontrano nel corso degli studi. Il servizio offre attività di accompagnamento e affiancamento agli studenti neo-immatricolati e in corso attraverso diverse iniziative e attività proposte dal Corso di Studio.

 

Servizio Contact Centre - INFOSTUDENTI

Servizio di Ascolto Manager Didattici per la Qualità - DiDEC

6 Maggio 2024 Progetto University Campaign, incontro con lo Studio Legale Bonelli-Erede di Milano: "Cosa significa essere un giovane avvocato in Bonelli-Erede"

Opportunità e agevolazioni

Il corso offre l’opportunità di conseguire il doppio titolo.

Per saperne di più:

Iscriversi

È questo il corso che fa per te? Allora iscriviti e studia con noi!

L'iscrizione, in linguaggio universitario, si chiama "immatricolazione". Consulta sempre gli avvisi per sapere quando puoi immatricolarti.

L'immatricolazione al corso di laurea è ad accesso libero.
Gli iscritti devono obbligatoriamente partecipare al test di verifica delle conoscenze. prima di poter sostenere gli esami di profitto.

Possono iscriversi al corso di laurea in Giurisprudenza gli studenti che:

  • hanno conseguito un diploma di scuola media superiore di durata quinquennale, o titolo equivalente

Frequentare

Nell'Anno Accademico 2023-2024, le lezioni del primo semestre inizieranno il 19 settembre 2023.

  • Le lezioni saranno in presenza.
  • Le attività di laboratorio verranno svolte in presenza nel rispetto delle disposizioni stabilite dall’Ateneo in merito alla sicurezza e al distanziamento. 
  • Per consultare il materiale didattico delle lezioni e/o prendere tempestivamente visione degli avvisi pubblicati dai docenti, è necessario essere iscritti all’insegnamento sulla piattaforma di e-learning. Se nel tuo catalogo non trovi il "corso" corrispondente all'insegnamento che t'interessa, puoi selezionarlo nell'elenco generale e procedere all’iscrizione volontaria.

Attenzione. Se la tua procedura d'immatricolazione non è completa, non riuscirai ad accedere ai sistemi legati al profilo studente.

Gli orari delle lezioni sono disponibili:

Una volta aperto il link, vedrai la settimana attuale. Per consultare quelle successive, usa le frecce in alto a destra.

Per gli insegnamenti opzionali visualizzare gli orari del 3°, 4° e 5° anno

È importante che controlli spesso gli orari: tutte le modifiche, compresi sospensioni e recuperi, sono aggiornate direttamente nel calendario online.

Ti interessa anche

Disposizioni particolari ed aggiornamenti su chiusure e festività, nonché sul calendario didattico del corso sono disponibili alle seguenti pagine:

Studiare, sostenere gli esami e laurearsi

Servizi per gli studenti

Per tutte le risorse, i servizi e le opportunità dedicate ai nostri iscritti: 

Se non sei ancora un nostro studente consulta:

Organi del corso e rappresentanti

Il corso di laurea è frutto di una complessa sinergia, nella quale sono coinvolti attori che si occupano della sua organizzazione e della sua Qualità ed altri che ti supportano nel tuo percorso formativo.
Alcuni sono previsti da specifiche normative, altri sono stati istituiti dal Dipartimento di riferimento.

L'organo collegiale di riferimento del Corso di Studio (CdS) è il Consiglio del Dipartimento di Diritto, economia e culture – DiDEC.
Il Consiglio si riunisce, di norma, mensilmente per le azioni di ordinaria gestione, ove richiesto per prendere visione e deliberare sulle attività istruttorie svolte dai Comitati dei Responsabili/Commissioni AiQua istituiti per il corso o dalle Commissioni delegate su singole attività del corso (programmazione didattica, pratiche studenti, stage e tirocini, orientamento, convenzioni e collaborazioni con altri Atenei italiani e stranieri, laboratori, seminari, calendari esami, lauree e lezioni ecc.).

La Commissione AIQUA (in SUA-CdS come Gruppo di gestione AQ), formata dal Responsabile del Corso di Studio (CdS), da uno o più docenti del CdS, uno o più studenti e da un Manager Didattico per la Qualità, si riunisce periodicamente per gestire i processi per l'Assicurazione della Qualità in termini di messa in opera, monitoraggio e controllo, nel rispetto delle scadenze definite dal Presidio della Qualità, in funzione delle disposizioni ministeriali. E’ responsabile del monitoraggio del percorso di studio dell'analisi degli esiti occupazionali dei laureati del CdS. La Commissione AiQua esamina i documenti ufficiali della CPDS e compila le schede RAD e SUA; analizza e discute i questionari di valutazioni della didattica degli studenti e propone eventuali azioni correttive. La Commissione AiQua valuta l'attuazione e l'efficacia a posteriori degli interventi proposti.
La Commissione AiQUA relaziona periodicamente al Consiglio di Dipartimento.

Docenti

Studenti

Personale tecnico Amministrativo (MDQ)

All’interno del Dipartimento è istituita questa commissione, che è un osservatorio permanente interno sulle attività didattiche.
La CPDS svolge infatti attività di monitoraggio dell'offerta formativa e della qualità della didattica, nonché dell'attività di servizio agli studenti da parte dei professori e dei ricercatori ed individua indicatori per la valutazione dei risultati, formula pareri su attivazione, soppressioni e modifiche di regolamento didattico dei Corsi di Studio (CdS), elabora proposte per migliorare le attività didattiche e l'efficienza delle strutture formative.
La CPDS mantiene un contatto con il Presidente del CdS ed, ad esempio, la Relazione Annuale (RA), il parere sulla congruità dei CFU rispetto agli obiettivi formativi e riscontri in merito alla valutazione della didattica.

La Prof.ssa Chiara Perini è il Presidente della Commissione ed è affiancata da uno studente in qualità di Vice-Presidente.

Si occupa di incrementare le possibilità di dialogo e collaborazione con enti di ricerca e università straniere.

Si occupa di sviluppare progetti strategici nelle scuole per avvicinare gli studenti delle scuole superiori ai corsi di studio offerti dal DiDEC.

Si occupa di incrementare le possibilità di dialogo e collaborazione con gli ordini professionali, gli studi legali e le realtà imprenditoriali al fine di avviare proficuamente i laureati del DiDEC nel mondo del lavoro.

Si tratta di studenti come te, che si sono assunti la responsabilità di partecipare attivamente alla vita del corso di laurea e di portare anche il punto di vista degli studenti in quelle sedi dove si decide e si organizza la vita universitaria.

Rappresentanti degli Studenti nel Consiglio di Dipartimento di Diritto, economia e culture – DiDEC sono:

Per la sede di Como

Per la sede di Varese

Ci sono tuoi rappresentanti anche nella CPDS e nella Commissione AiQua. Per conoscerli e contattarli, consulta i relativi paragrafi.

Chi ti supporta nel tuo percorso

Il Corso di Studio individua dei docenti tutor per ciascun anno di corso. Ai tutor è affidato il compito di interfacciarsi con gli studenti per rilevare eventuali criticità legate all'erogazione e all'organizzazione del percorso di Studio. Inoltre, in concomitanza con l'inizio delle lezioni, i tutor, in collaborazione con i docenti e il personale della segreteria didattica, organizzano un incontro dedicato all'accoglienza delle matricole per la Presentazione del Corso di Laurea.
L'obiettivo del Tutorato è quello di seguire gli studenti durante tutto il loro percorso universitario, aiutandoli a superare le eventuali difficoltà che incontrano nel corso degli studi. Il servizio offre attività di accompagnamento e affiancamento agli studenti neo-immatricolati e in corso attraverso diverse iniziative e attività proposte dal Corso di Studio.
I docenti del Corso di Studio, in collaborazione con gli MDQ della segreteria didattica, organizzano ulteriori incontri durante tutto il percorso di formazione.

Docenti tutor