Università degli studi dell'Insubria

MANNOZZI GRAZIA

foto di Grazia

MANNOZZI GRAZIA

Professori ordinari
Orario di ricevimento:

La docente riceve al termine delle lezioni o previo appuntamento via mail.

Numero telefonico
031 238 4141

Laureatasi in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Macerata, dal novembre 1992 all’ottobre 2001 è stata ricercatrice in Diritto penale presso Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pavia - Dipartimento di diritto e procedura penale "Cesare Beccaria".
Dal novembre 2001 all’ottobre 2005 è stata professore associato di Diritto penale commerciale nella Facoltà di Giurisprudenza di Como - Università dell'Insubria. Attualmente è professore ordinario di Diritto penale sempre presso l’Università degli Studi dell’Insubria, dove insegna anche Giustizia riparativa e mediazione penale.

È  Direttore del Centro Studi sulla Giustizia Riparativa e la Mediazione (CeSGReM), istituito nel dicembre 2014 presso l’Università degli Studi dell’Insubria.

Ha svolto soggiorni di studio negli Stati Uniti, presso la Boston School of Law e la Law School dell'Università di Harvard. Svolge inoltre con regolarità soggiorni di ricerca presso il Max-Planck Institut für Ausländisches und Internationale Strafrecht di Freiburg im Br. (Germania).
Tra il 2001 e il 2006 è stata componente esperto dapprima presso il Tribunale di Sorveglianza di Venezia, poi presso il Tribunale di Sorveglianza di Milano.
Sempre nel 2001 ha ricevuto dal Consiglio d'Europa l'incarico di fornire un parere scritto sul progetto di codice di procedura penale lituano.
È  tra i firmatari delle "Regole di Lovanio" per la Giustizia minorile (Declaration of Leuven on the Advisability of Promoting the Restorative Approach to Juvenile Crime) - Leuven - Belgio, 1998.
Ha contribuito, in collaborazione con i rappresentanti delle quattro associazioni internazionali (AIDP, SIC, FIP, SIPDS), alla redazione della Proposta di Raccomandazioni da sottoporre al Decimo Congresso delle Nazioni Unite per la prevenzione del crimine e il trattamento dei soggetti devianti (Vienna, 10-17 aprile 2000).
Ha partecipato in qualità di relatore a numerosi convegni nazionali e internazionali, tenuto corsi di formazione per magistrati, avvocati, operatri sociali che lavorano con gli strument della giustizia riparatva. E' docente presso la Scuola Superiore per la Magistratura.
E' stata visiting professor presso la University of Lapland (Rovaniemi, Finlandia) nel 2006, nel 2010 e nel 2014 e Schlesinger Fellow presso l'Hastings College of Law (University of California) nel 2008.

Fa parte di:

-     AIPDP - Associazione Italiana Professori di Diritto Penale

-     THE HOWARD LEAGUE FOR PENAL REFORM (London)

-     Centro Studi sulla Giustizia Riparativa e la Mediazione (CeSGReM) (di cui è Direttore)

-     CNPDS - Centro nazionale di prevenzione e difesa sociale

-     EFRJ - European Forum for Restorative Justice;

-     ESC - European Society of Criminology;

-     ESC Working Group on Sentencing & Penal Decision-Making;

-     REDESM - Religioni, Diritti ed Economie nello Spazio Mediterraneo

-     Centro studi di Diritto svizzero dell’Università degli Studi dell’Insubria.

 

È componente dell’Editorial Board della rivista Restorative Justice. An International Journal – Hart Publishing.

Svolge attività di revisore per le seguenti Riviste scientifiche e Collane:

- Diritto penale e processo;

- Rivista italiana di diritto e procedura penale;

- The International Journal of Restorative Justice;

- DipLab – Collana Edizioni Laboratorio Permanente di Diritto Penale Via Fontana, 28 – 20122 Milano (Italia);

- Collana del Dipartimento Cesare Beccaria dell’Università degli Studi di Milano;

-  Collana del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Ha svolto numerose docenze a Master e relazioni a convegni nazionali e internazionali; svolge altresì un’intensa attività di formazione post-laurea sulle politiche anticorruzione e sui profili teorici ed applicative della giustizia riparativa.

Nel novembre 2001 ha ricevuto dal Consiglio d’Europa l’incarico di fornire un parere scritto sul Progetto di codice di procedura penale lituano.

Dal 2002 al 2004 è stata componente esperto presso il Tribunale di Sorveglianza di Venezia; dal 2005 al 2007 è stata componente esperto presso il Tribunale di Sorveglianza di Milano.
Dal maggio 2000 al 2012 è stata tra i collaboratori del Consiglio Superiore della Magistratura per lo svolgimento dei Corsi di formazione per uditori e per magistrati con funzioni.

Dal 2013 svolge attività di formazione per i magistrati presso la Scuola Superiore della Magistratura.

Nel giugno 2013 è stata nominata componente della Commissione per elaborare proposte di interventi in tema di sistema sanzionatorio penale presso l’Ufficio legislativo del Ministero della Giustizia.

Nel 2015 ha coordinato il Tavolo tematico su “Giustizia riparativa, tutela delle vittime e mediazione” nell’ambito degli Stati generali sull’esecuzione penale voluti dal Ministro di giustizia Andrea Orlando. Nel 2017 ha fatto parte della “Commissione per la riforma in tema di ordinamento penitenziario minorile e di modelli di giustizia riparativa in ambito esecutivo”.

 È coordinatore dell’Unità di ricerca dell’Università degli Studi dell’Insubria del progetto COnTatto – Trame riparative nella comunità, finanziato da Fondazione Cariplo per il triennio 2017-2020.

È autrice di numerose pubblicazioni, molte delle quali tradotte all’estero, tra cui “La corruzione in Italia. Percezione sociale e controllo penale” (con Piercamillo Davigo), Laterza, Roma-Bari, 2007 e “La giustizia riparativa. Formanti, parole e metodi, Giappichelli, Torino, 2017, pp. XXII – 404 (con G. A. Lodigiani).