Università degli studi dell'Insubria

Angelo Tagliabue è il nuovo Rettore dell'Università degli Studi dell'Insubria

Il prorettore vicario è il professor Stefano Serra Capizzano. Il professor Tagliabue ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti: 239; il professor Rocca ha ottenuto 209 voti
Venerdì, 6 Luglio 2018
Prof. Angelo Tagliabue

 

 

Varese e Como, 6 luglio 2018 –  Il Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria per il sessennio 2018-2024 è il professor Angelo Tagliabue. Con le 239 preferenze ottenute il professor Tagliabue è riuscito ad avere la maggioranza assoluta dei voti: 230.

Prof. Stefano Serra Capizzano

Prorettore vicario è il professor Stefano Serra Capizzano, classe 1967, professore ordinario di Analisi numerica.

 

Il candidato Matteo Rocca, professore ordinario di Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie, ha ottenuto 209 voti.

 

Il professor Tagliabue, ordinario di Malattie odontostomatologiche, classe 1958, direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, entrerà in carica come rettore a partire dal 1° novembre 2018.

 

La commissione scrutinatrice – riunitasi questa mattina in via Ravasi a Varese, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi dell’Insubria - era formata dai presidenti dei due seggi: per Varese il professor Giulio Carcano e per Como la professoressa Gabriella Mangione e dalla responsabile del procedimento, dottoressa Francesca Colombo.

 

Hanno votato ieri, 5 luglio, nei seggi di Varese, Sala Consiglio, e Como, Palazzo Natta, professori, ricercatori, anche a tempo determinato, rappresentanti degli studenti negli Organi di governo dell’Ateneo, nei Consigli di Dipartimento e nella Scuola di Medicina e tutto il personale dirigente e tecnico-amministrativo di ruolo, anche a tempo determinato, il cui voto era ponderato nella misura del venticinque per cento rispetto al numero dei professori e ricercatori, anche a tempo determinato.

La percentuale dei votanti è stata molto alta, come nella prima votazione del 2 luglio. Ieri hanno votato: personale docente 91.09%, totale votanti: 327 (aventi diritto in totale 359), a Varese 200 (aventi diritto 221), a Como 109 (aventi diritto 120), voti a distanza 18; studenti 90,48%,  totale votanti 57 (aventi diritto 63) di cui 41 a Varese, (aventi diritto 47) e 16 a Como (aventi diritto 16); personale tecnico amministrativo  82,19%, totale votanti 263 (totale aventi diritto 320), di cui a Varese 181 (aventi diritto 225) e a Como 82 (aventi diritto 95).

 

Il mandato del professor Alberto Coen Porisini, Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria, della durata di sei anni, scadrà il prossimo 31 ottobre 2018.

 

Parole di ringraziamento per tutti coloro che hanno sostenuto la sua candidatura sono state espresse dal professor Tagliabue: «ascolto e condivisione» sono le parole chiave pronunciate dal docente non appena eletto: «la leadership  passa attraverso la condivisione: qualsiasi sia la decisione che si voglia prendere, il dialogo è fondamentale. Il mio primo passo sarà andare da tutti i membri dell’accademia, studenti, personale e docenti, confrontarmi con loro e cominciare un dialogo: infatti prima di assumere una decisione è necessario  capire quali sono le problematiche e parlarne. Il professor Serra Capizzano ed io daremo pari dignità a tutte le sedi e non prenderemo decisioni senza confronto. Ringrazio i professori Rocca e Pozzo, che ci hanno dato uno stimolo e sono molto contento di questa competizione che è stata un confronto corretto e democratico» ha sottolineato il professor Tagliabue questa mattina non appena si è saputo il risultato.

 

«Auguro tutto il bene possibile al nuovo rettore e al prorettore e sono certo che lavoreranno per il bene dell’Ateneo» ha commentato a caldo, con soddisfazione, il rettore in carica, professor Alberto Coen Porisini, congratulandosi con i neo vincitori.

 

Le informazioni riguardanti le votazioni sono pubblicate sul sito web di Ateneo alla seguente pagina:

https://www.uninsubria.it/opportunita/elezioni-del-rettore-delluniversit%C3%A0-degli-studi-dellinsubria-il-sessennio-2018-2024 .

 

 

Autore: Gabriella Lanza
Ultima modifica: Venerdì, 6 Luglio, 2018 - 15:45