Università degli studi dell'Insubria

Prova finale

La prova finale consiste nella discussione, davanti alla Commissione di Laurea, dell'elaborato, in cui lo studente deve dimostrare le conoscenze acquisite e la capacità di strutturare e presentare in modo organico le tecniche e le metodologie utilizzate ed i risultati sperimentali relativi al tirocinio svolto.
Se opportuno il laureando può anche effettuare una dimostrazione delle applicazioni sviluppate. L'esposizione orale dura normalmente un quarto d'ora circa ed è seguita da una breve sessione durante la quale il candidato risponde alle eventuali domande poste dalla commissione.
La prova finale viene valutata in base a diversi criteri:



  • Raggiungimento degli obiettivi iniziali

  • Autonomia e intraprendenza dimostrate dal candidato durante il lavoro di tesi

  • Soddisfazione del committente, nel caso di lavori svolti nell'ambito di tirocini esterni

  • Innovatività delle soluzioni proposte

  • Adeguatezza degli strumenti e dei metodi scelti per risolvere il problema

  • Correttezza nell'uso degli strumenti e metodi adottati e qualità del risultato

  • Correttezza, chiarezza e sinteticità dell'esposizione



  • Il voto di laurea è determinato dalla media ponderata dei voti conseguiti nei singoli esami di profitto riportata in centodecimi, che la commissione incrementa di un valore compreso tra 0 e 9 punti in funzione dell'esito della prova finale. Qualora il punteggio risultante dopo l'incremento sia superiore a 110, la commissione all'unanimità può concedere la lode.
    Alla prova finale sono attribuiti 3 cfu.