Università degli studi dell'Insubria

Prova finale

Sono previste tre modalità alternative di svolgimento della prova finale:
A) stesura di un elaborato scritto su un tema attinente al percorso di studi prescelto, concordato con un docente relatore e da questi seguito. Il laureando dovrà dimostrare una buona padronanza degli strumenti e delle nozioni di base e una sufficiente capacità critica di applicazione delle conoscenze acquisite durante il percorso di studi;
B) stesura di una relazione dell'attività di stage svolto. La relazione dovrà illustrare la situazione aziendale in cui il laureando ha svolto lo stage e i contenuti dello stage stesso;
C) stesura di una relazione dell'esperienza di studio all'estero nell'ambito del programma ERASMUS. La relazione dovrà descrivere l'esperienza svolta e il relativo contesto formativo.
L'elaborato scritto (modalità A) e le relazioni (modalità B e C) saranno valutati da una Commissione di docenti che in seduta pubblica procederà alla proclamazione. La valutazione complessiva della prova finale è espressa in cento decimi.
La valutazione complessiva è il risultato della somma dei seguenti elementi:
- media dei voti ponderata per il numero di crediti degli insegnamenti e rapportata a 110;
- 0,33 punti per ogni lode (aggiunti sul voto in cento decimi);
- punti rapidità carriera: consiste nel riconoscimento di 3 punti aggiuntivi contabilizzati ai fini del voto di laurea (espresso in cento decimi). Il premio è attribuito agli studenti che alla fine del corso di studi si laureino in corso (entro l'ultima sessione di laurea dell'anno accademico). Tali punti sono attribuiti anche agli studenti del corso in modalità part-time che alla fine del corso di studi si laureino in corso (entro l'ultima sessione di laurea dell'anno accademico). I punti aggiuntivi vengono riconosciuti esclusivamente agli studenti del corso PT che non abbiano effettuato trasferimenti in ingresso o passaggi di corso; il bonus verrà attribuito agli studenti del PT a partire dagli immatricolati dall'a.a. 2015-2016;
- bonus studenti meritevoli: consiste nel riconoscimento di 1 punto aggiuntivo contabilizzato ai fini del voto di laurea (espresso in cento decimi). Il bonus è attribuito agli studenti che frequentano, nella misura di almeno l'80% del monte ore complessivo, i cicli di seminari organizzati annualmente dal Dipartimento riservati agli studenti “meritevoli” (media aritmetica dei voti pari o superiore a 27/30) e abbiano acquisito la relativa idoneità a seguito del superamento di un test di verifica della preparazione sui temi oggetto dei seminari. I seminari sono previsti sia per il II che per il III anno del corso di laurea in modalità tradizionale Lo studente otterrà il bonus aggiuntivo solo se avrà acquisito l'idoneità sui seminari di entrambi gli anni di corso sopra citati. Tale bonus non è previsto per gli studenti iscritti al corso in modalità part-time; il bonus verrà attribuito partire dagli immatricolati dall'a.a. 2015-2016;
- voto assegnato alla prova finale, secondo la griglia di riferimento delle diverse tipologie riportata nella seguente tabella:
-
Tipologia di prova Giudizio
Sufficiente Discreto –Buono Buono-Ottimo
A 0 - 1 1 – 2 3 – 4
B 0 1 2
C 0 1 2
La lode può essere attribuita dalla Commissione all'unanimità in considerazione della particolare padronanza degli strumenti di base e delle nozioni, della particolare capacità critica di applicazione delle conoscenze acquisite o anche della carriera (particolarmente rapida e/o brillante). Non potrà essere chiesta la lode se la media dei voti è inferiore a 103.
Ulteriori indicazioni saranno riportate sulla pagina Web dedicato alla Prova finale, aggiornata annualmente.
Il Regolamento Didattico di Ateneo (art. 29, c.11) stabilisce che “lo studente può abbreviare la durata normale del proprio corso di studio di non oltre un semestre nell'ultimo anno di corso. Tale abbreviazione non comporta riduzione delle tasse e dei contributi universitari.” Poiché occorre acquisire la frequenza prima di sostenere gli esami, gli studenti che potranno usufruire di tale norma saranno coloro che hanno presentato un piano di studi libero che prevede l'anticipazione ad anni di corso precedenti degli esami del secondo semestre dell'ultimo anno e coloro che, avendo usufruito di un'abbreviazione di carriera (esami convalidati), non debbano sostenere gli esami previsti nel secondo semestre dell'ultimo anno.
Le modalità di presentazione del piano di studi, della do-manda di laurea e le modalità di pagamento della rata di iscrizione sono indicate presso la Segreteria studenti.
In base alla delibera della Commissione paritetica docenti-studenti del 22/03/2013, approvata dalla Giunta di Dipartimento del 29/04/2013, dall'anno accademico in corso, i laureati dei corsi di Laurea triennali, compresi i laureati del Corso di Laurea in Economia e amministrazione delle imprese di Como verranno proclamati con cerimonia solenne. Il conseguimento formale del titolo avverrà nelle consuete sessioni di Laurea programmate annualmente.
Il Regolamento Didattico di Ateneo (art. 29, c.11) stabilisce che “lo studente può abbreviare la durata normale del proprio corso di studio di non oltre un semestre nell'ultimo anno di corso. Tale abbreviazione non comporta riduzione delle tasse e dei contributi universitari.” Poiché occorre acquisire la frequenza prima di sostenere gli esami, gli studenti che potranno usufruire di tale norma saranno coloro che hanno presentato un piano di studi libero che prevede l'anticipazione ad anni di corso precedenti degli esami del secondo semestre dell'ultimo anno e coloro che, avendo usufruito di un'abbreviazione di carriera (esami convalidati), non debbano sostenere gli esami previsti nel secondo semestre dell'ultimo anno.
Le modalità di presentazione del piano di studi, della domanda di laurea e le modalità di pagamento della rata di iscrizione sono indicate presso la Segreteria studenti.

OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI
Dato il ruolo di importante occasione formativa individuale e di verifica della capacità di apprendimento individuale nonché di completamento della formazione coerentemente con gli obiettivi previsti dal corso di laurea, l'elaborato finale deve essere stilato in modo da dimostrare il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
- sufficiente autonomia nell'impostazione e nello svolgimento dell'elaborato
- completezza dell'analisi svolta
- chiarezza logica ed espositiva dell'elaborato
- padronanza dei modelli concettuali
- capacità di interpretazione critica delle problematiche analizzate.