Università degli studi dell'Insubria

COMUNICAZIONE PUBBLICA E ISTITUZIONALE

A.A. di erogazione 2017/2018

Laurea triennale in SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE
 (A.A. 2016/2017)

Docenti

Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Base
Settore disciplinare: 
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI (SPS/08)
Crediti: 
9
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72
Dettaglio ore: 
Lezione (72 ore)

L’insegnamento si propone di affrontare lo studio delle dinamiche comunicative nella Pubblica amministrazione e nelle imprese, unitamente alla comunicazione sociale interna ed esterna agli ambiti pubblici e privati.
In particolare si punta a far conoscere significati, linguaggi, strumenti e forme organizzative della Comunicazione. Attraverso queste conoscenze, gli allievi potranno acquisire le teorie e le tecniche operative della Comunicazione Pubblica e della Comunicazione d’Impresa che consentiranno di facilitare le forme dell’interazione con i cittadini e i clienti, tali da rendere la soddisfazione dei bisogni sociali e dei desideri sempre più vicina alle attese. I risultati di apprendimento da conseguire saranno i seguenti:

 Acquisizione dei concetti fondamentali della Comunicazione e del suo posizionamento nei sistemi complessi di ordine politico, sociale e amministrativo. Tale posizionamento serve a sviluppate la comprensione dei contesti dei macro sistemi e dei micro sistemi produttivi, istituzionali, politici e interazionali;
 Conoscenza approfondita delle tecniche di comunicazione verbale e non verbale attraverso le quali le aziende pubbliche e private potranno dispiegare le loro esigenze produttive quantitative e qualitative, affinando e migliorando sempre più l’efficacia, l’efficienza e l’utilità dei servizi, dei prodotti, perfezionando, sviluppando e stimolando la produttività, la competizione, l’innovazione e la creatività;
 Sviluppo delle capacità osservative, comparative, critiche e di sintesi circa l’inquadramento e la rappresentazione dei fenomeni riguardanti i sistemi di produzione e di relazione con i mercati, nonché le forme d’interazione interpersonali e tra gruppi, comunità sociali e d’impresa.
 Conoscenza e uso delle forme della scrittura e della comunicazione orale tali da facilitare la comprensione dei messaggi veicolati da ogni tipo di media, consentendo altresì lo sviluppo delle capacità cognitive, lo scambio e il confronto, il dialogo e la contrapposizione, la mediazione e il conflitto.
 Conoscenza delle teorie e delle tecniche della copertura mediatica, della gestione delle diverse forme di rilevazione del grado di soddisfazione nei confronti dei servizi erogati dalla Pubblica Amministrazione e dei prodotti forniti dalle imprese.
 Sviluppo delle potenzialità soggettive e collettive in riferimento ai livelli di consapevolezza culturale, sociale, politica ed economica, cui va aggiunto il possibile innalzamento dei livelli di coscienza e responsabilità civile e democratica dei singoli e delle comunità.

Prerequisiti: 

Tutti gli insegnamenti del primo anno di corso forniranno agli studenti un patrimonio propedeutico concettuale, essenziale per affrontare i temi proposti.

Gli argomenti che verranno trattati dovranno consentire agli allievi di poter padroneggiare sia le conoscenze teoriche della comunicazione politica e d’impresa, sia gli strumenti operativi della comunicazione seguendo il seguente tracciato di formazione:
 I concetti di comunicazione in generale e le modalità attraverso cui la stessa si avvia e si sviluppa in ambito interpersonale, nelle varie forme d’interazione fra Pubblica Amministrazione e cittadini, fra impresa e consumatori ;
 La caratteristiche degli assi socio emotivi come base della comprensione dei contesti e delle caratteristiche personali dei nostri interlocutori; capire prima di comunicare è assiomatico;
 Le tecniche della comunicazione efficace e i quattro fronti di espressione – la parola, il cartaceo, il video parlato e il web- unitamente alla selezione degli obiettivi, alla scelta del/dei target, alla natura del linguaggio da adottare e allo strumento di veicolazione dei messaggi;
 Struttura della comunicazione verbale e non verbale con particolare riferimento alle tecniche espositive orali e scritte e capacità di valutazione del feed back diretto e indiretto;
 Efficacia e selezione degli strumenti di comunicazione nei vari contesti relazionali attraverso lo strumento del Piano della Comunicazione;
 Struttura della notizia (fonti, elaborazione e manipolazione, posizionamento) e tecniche di utilizzazione (comunicato stampa, conferenza stampa, campagna di comunicazione, eventi di massa, convegni, seminari, materiali pubblicitari);
 Comunicazione orizzontale e multiposizinalità nella comunicazione interna orientata al clima sociale ottimale e allo sviluppo della cooperazione, della creatività, dell’innovazione e della produttività;
 Le caratteristiche del comunicatore per migliorare la performance personale e di gruppo (capacità osservativa, analitica, critica, comparativa, immaginativa, intuitiva, percezione delle atmosfere, uso intelligente del razionalismo e del sentimentalismo, saper selezionare fatti risaputi o insignificanti da quelli di rilievo o di esemplarità, saper distinguere essenzialità, banalità e marginalità, usare l’imprevisto come arma di sorpresa e fascinazione).
 Tecniche di monitoraggio e di valutazione delle azioni comunicative che definiscono il successo o l’insuccesso delle performance istituzionali o d’impresa.

Metodi Didattici
Lezioni frontali ed esercitazioni si svolgeranno secondo un’articolazione di due lezioni d’aula alla settimana dove si alterneranno lezioni teoriche e lezioni pratiche.
Le lezioni teoriche approfondiranno gli argomenti centrali della materia, contenuti nel programma, rapportandosi anche a esperienze di altri Paesi per fornire un quadro internazionale della professione. Le lezioni pratiche consisteranno nella stesura di comunicati stampa, nella simulazione di una conferenza stampa, nella redazione di un questionario orientato alla ricerca sociale con relativa totalizzazione e disaggregazione dei dati, loro valutazione e successiva reale conferenza stampa che sarà tenuta dagli studenti.
Nel corso delle attività didattiche si prevede una visita al Talent Garden di Milano e un incontro con la stampa estera. Durante alcune lezioni presenzieranno soggetti istituzionali e d’impresa portatori di esperienze utili all’apprendimento.

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame finale consiste in una prova orale destinata solo a coloro che si iscriveranno nell’anno accademico 2017/18, mentre per gli anni accademici precedenti (a.a. 2015/2016 e 2016/2017) viene mantenuta la prova scritta di un comunicato stampa. L’esame orale si fonda sulla conoscenza della materia contenuta nei testi indicati nel programma: Teorie e Tecniche della comunicazione da pag.21° pag. 169 (sino all’art.3); Appunti di Comunicazione Politica e Istituzionale, da pag. 17 a pag. 184, ad esclusione delle pagine 70/71 riferite al punto 6; Appunti di Comunicazione Istituzionale, da pag.7 a pag. 82 escludendo le pagine da 63 a 68.
Nel corso delle lezioni frontali saranno tenute esercitazioni scritte che verranno prese in considerazione nel corso della prova orale. Il voto finale sarà determinato dal grado di acquisizione delle conoscenze ed abilità attese: concetti fondamentali della comunicazione; capacità di valutazione dei contesti; capacità di organizzazione dei processi comunicativi; articolazione osservativa e narrativa; appropriatezza di linguaggio; capacità di sintesi; buone doti nella scrittura e nel linguaggio orale.
L’eventuale e volontaria partecipazione alla redazione del giornale online “insubriapress” sarà un fattore di attribuzione di crediti formativi che esulano però dalla valutazione finale dell’esame orale.

Il Corso prevede l’utilizzo dei seguenti testi:
• Franz Foti, Appunti di Comunicazione politica e d’impresa – La società “a testa bassa” - Franco Angeli Editore, 2016;
• Franz Foti e Gennaro Scarpato, Teorie e Tecniche della Comunicazione Pubblica, nuova edizione aggiornata, Franco Angeli Editore, 2016:
• Mauro Carabelli e Gennaro Scarpato, Appunti di Comunicazione Istituzionale, Pietro Macchione Editore, 2014.
Nel corso delle lezioni saranno proiettate slide che verranno messe a disposizione di tutti gli allievi e fatti recapitare ai singoli entro l’arco di pochi giorni. Il materiale aggiuntivo presentato in aula può essere richiesto per e – mail al docente di riferimento della materia.

Orario di ricevimento
Gli allievi saranno ricevuti due volte alla settimana prima e dopo di ciascuna lezione, mentre online è consentita l’interlocuzione continua per e - mail.

Calendario delle attività didattiche
Collegamento ipertestuale alla pagina degli orari e sedi del CdS.

Appelli d'esame
Le date e i luoghi in cui si svolgeranno gli appelli d’esame, compresa la prova scritta per gli anni accademici precedenti al 2017/2018, saranno reperibili sul sito dell’Università dell’Insubria.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE