Università degli studi dell'Insubria

DIRITTO DELLA CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA

A.A. di erogazione 2018/2019

Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
 (A.A. 2015/2016)
Anno di corso: 
4
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
DIRITTO PROCESSUALE CIVILE (IUS/15)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
35
Dettaglio ore: 
Lezione (35 ore)

Il corso si propone di fornire allo studente gli strumenti per apprendere i principi fondamentali e informatori delle procedure concorsuali, e in particolare del fallimento.
All’esito del corso ci si attende dallo studente la capacità di comprensione e interpretazione delle norme della legge fallimentare, così come la capacità di applicazione delle disposizioni a casi concreti e la capacità di esporre le conoscenze acquisite con proprietà di linguaggio, inquadramento sistematico e coerenza logica.

Per un utile apprendimento della materia è opportuna la conoscenza delle nozioni del Diritto commerciale, oltre che una buona padronanza del Diritto privato.

Il corso ha per oggetto lo studio dei principi generali delle procedure concorsuali, ed in particolare l’analisi della disciplina regolatrice del fallimento.
Il programma comprende: a) una panoramica generale sui così detti strumenti di composizione delle crisi di impresa; b) il presupposto soggettivo della dichiarazione di fallimento; c) il presupposto oggettivo della dichiarazione di fallimento; d) il procedimento per la dichiarazione di fallimento, la sentenza dichiarativa di fallimento, il decreto di rigetto e i mezzi di impugnazione; e) gli organi preposti al fallimento; f) gli effetti della dichiarazione di fallimento per il fallito; g) gli effetti della dichiarazione di fallimento per i creditori; h) gli effetti della dichiarazione di fallimento sugli atti pregiudizievoli ai creditori; i) gli effetti della dichiarazione di fallimento sui rapporti giuridici pendenti; j) la formazione e la verificazione dello stato passivo; k) l’esercizio provvisorio dell’impresa, l’affitto d’azienda e la liquidazione dell’attivo; l) la ripartizione del ricavato; m) la chiusura del fallimento e il concordato fallimentare); n) l’esdebitazione; o) il fallimento delle società.

Il corso si articolerà in lezioni frontali.

Prova orale al termine del corso.

Alessandro Nigro - Daniele Vattermoli, Diritto della crisi delle imprese, 4a ed., il Mulino, Bologna, 2017, con esclusione dei capitoli da XVII a XXIV.
Vista la possibile introduzione di un nuovo codice della crisi di impresa, in forza della legge delega n. 55 del 19 ottobre 2017, è indispensabile la consultazione dei testi di legge aggiornati.

Attraverso esercitazioni pratiche si cercherà di offrire gli strumenti necessari all’applicazione degli istituti, dando specifica rilevanza al ruolo del curatore e all’esecuzione degli atti e degli adempimenti ad esso connessi.

clicca sulla scheda dell'attività mutataria per vedere ulteriori informazioni, quali il docente e testi descrittivi.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Anno di corso: 5
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 5
Curriculum: PERCORSO COMUNE