DIRITTO COMMERCIALE

A.A. di erogazione 2016/2017

Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
 (A.A. 2015/2016)

Docenti

Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Sede: 
Como - Sant'Abbondio
Settore disciplinare: 
DIRITTO COMMERCIALE (IUS/04)
Crediti: 
10
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
60

Il corso ha ad oggetto l’esame della disciplina dell’impresa e delle società di persone e di capitali.
Al termine, lo studente è chiamato a dimostrare di possedere competenze adeguate in relazione alla disciplina:
(a) generale dell’impresa (nozioni e categorie di imprese, modelli organizzativi, regole di contrattazione, attività, finanziamento, struttura e crisi);
(b) delle società di persone (organizzazione, sviluppo e scioglimento del rapporto, tenendo conto delle differenti norme applicabili alla società semplice, alla società in nome collettivo e alla società in accomandita semplice);
(c) delle società di capitali (costituzione, organizzazione e funzionamento, azioni e quote, finanziamento, gruppi, composizione e competenze degli organi sociali, disciplina delle società quotate, bilancio, modificazioni dello statuto, operazioni straordinarie, ecc).
Il corso, intende promuovere, nello studente, la capacità di osservare la disciplina esaminata in chiave funzionale ed, a tal fine, parte dell’attività didattica è dedicata alla conoscenza dei fenomeni e dei comportamenti oggetto delle fattispecie regolate, con particolare attenzione agli interessi rilevanti, alle loro correlazioni e alle loro contrapposizioni. Il corso si propone altresì di promuovere nello studente la conoscenza e la capacità di utilizzare in modo appropriato le categorie del ragionamento giuridico tipiche del settore dell’ordinamento oggetto di esame e il lessico specifico, nonché di sviluppare nello studente la capacità interpretativa ed argomentativa di ambito giuridico. Il corso dedica una parte delle attività didattiche ad esercitazioni finalizzate a sviluppare attitudini di tipo applicativo. A tal fine si sottopongono agli studenti, oltre ai consueti contributi dottrinali e giurisprudenziali, bozze di contratti, di patti parasociali, di statuti societari, sui quali ci si esercita provando a modificare ed integrare i contenuti di detti documenti partendo da fattispecie di fantasia. Nella stessa prospettiva si sottopongono agli studenti casi e fattispecie creati ad hoc per una loro valutazione e qualificazione o come oggetto di dibattito in vere e proprie simulazioni di situazioni contenziose. Il corso è propedeutico al corso di Diritto commerciale progredito e di Diritto della concorrenza. Pertanto, si richiede allo studente di maturare un livello di apprendimento della disciplina di base tale da consentire un’agevole e proficua frequenza dei corsi successivi.

Si richiede una conoscenza appropriata del Diritto privato, essenziale non solo per approcciarsi allo studio del sistema del diritto delle imprese, ma anche per cogliere le specifiche esigenze che hanno indotto storicamente l’ordinamento a dotarsi di regole speciali per disciplinare l’organizzazione e lo sviluppo dell’attività imprenditoriale.

Il corso ha per oggetto i contenuti della disciplina generale delle imprese (nozioni e categorie, modelli organizzativi, contrattazione, finanziamento, struttura e crisi), nonché delle società di persone e di capitali.
In particolare, il programma comprende:
I MODULO
L’impresa e gli statuti dell’imprenditore.
II MODULO
Il diritto delle società:
- La nozione di società;
- La partecipazione sociale;
- L’organizzazione e il funzionamento dei singoli modelli;
- Le modifiche del contratto sociale;
- Il capitale sociale e le operazioni ad esso relative;
- Il bilancio;
- La trasformazione, la fusione e la scissione di società;
- I gruppi di imprese e l’attività di direzione e coordinamento di società.

Testi d’esame
- P.G. JAEGER - F. DENOZZA – A. TOFFOLETTO, Appunti di diritto commerciale. Impresa e società, Giuffrè, Milano, (ultima edizione 2010);
- G. PRESTI – M. RESCIGNO, Corso di diritto commerciale, vol. I, Zanichelli, Bologna (ed. 2009); lezioni: VI, VII, VIII, XI, XII, XIII, XIV par. 1 e 2.1; XV, par. 1, XVI, par. 4.1; XVII par. 1.1 e 2.1.
In alternativa:
- P.G. JAEGER - F. DENOZZA – A. TOFFOLETTO, Appunti di diritto commerciale. Impresa e società, Giuffrè, Milano, (ultima edizione 2010)
con esclusione dei capitoli sull’imprenditore;
- AA.VV. (Abriani e altri), Diritto delle imprese (Manuale breve), Giuffrè, Milano (ed. 2012), limitatamente alle seguenti parti: cap. I, cap. II (limitatamente ai par. 21 e 22 della sez. 1 e all'intera sez. 3), cap. III (limitatamente alla sez. 2), cap. IV, cap. V (limitatamente al par. 76), cap. VI (limitatamente alle sez. 3 e 4).
Sulla piattaforma e-learning verranno caricati, al momento opportuno, presentazioni power-point, sentenze rilevanti, articoli di dottrina e casi pratici da discutere con gli studenti.

Testi per studenti non frequentanti
Per gli studenti non frequentanti sono previsti gli stessi testi d’esame indicati per i frequentanti.

Modalità di verifica dell’apprendimento
Le modalità di verifica dell’apprendimento consistono in un esame orale, con attribuzione del voto finale in trentesimi, vertente su tutto il programma. L’esame consiste in un colloquio teso all'accertamento dell’acquisizione e della corretta comprensione dei materiali didattici segnalati in precedenza, inclusi i documenti caricati sulla piattaforma e-learning.
Il voto finale terrà conto dell’esattezza e della qualità delle risposte, nonché della capacità dello studente di motivare adeguatamente le proprie affermazioni ed analisi. Verrà valutata in particolare la capacità:
a) di riferire i contenuti del programma in modo adeguato alle specificità della materia e secondo corretti canoni logico-sistematici;
b) di effettuare collegamenti, anche interdisciplinari, ai diversi aspetti della disciplina;
c) di rispondere ai quesiti teorici ed argomentare le proprie opinioni critiche facendo ricorso ad un linguaggio tecnico appropriato.
Durante lo svolgimento del corso, gli studenti possono effettuare, sui temi per i quali abbiano maturato maggiore interesse, specifici approfondimenti, anche attraverso una personale attività di ricerca e con l’assistenza del docente e dei suoi collaboratori. Ove gli studenti abbiano svolto questa attività, il relativo risultato (talora riassunto in brevi tesine scritte) potrà essere oggetto di discussione in sede d’esame e di valutazione ai fini dell’attribuzione del voto finale.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE