Università degli studi dell'Insubria

PSICOBIOLOGIA E PSICOBIOLOGIA FISIOLOGICA

A.A. di erogazione 2017/2018

Laurea triennale in Scienze Motorie
 (A.A. 2015/2016)

Docenti

RUGO MICHELE ANGELO
Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Base
Settore disciplinare: 
PSICOLOGIA GENERALE (M-PSI/01)
Crediti: 
4
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
20
Dettaglio ore: 
Lezione (20 ore)

Il corso mira a promuovere una competenza educativa nell’esperto di Scienze Motorie al fine che possa contribuire, nella sua azione educativa motoria, alla crescita della persona, alla valorizzazione delle sue potenzialità, alla corresponsabilità educativa nella comunità locale.
La partecipazione alle lezioni e gli approfondimenti tematici sono finalizzati alla maturazione di un processo di consapevolezza della propria rilevanza come educatori sia nella relazione singola con le persone sia nell’appartenenza ad una comunità con la quale è possibile avviare progetti condivisi con uno sguardo prospettivo.
Obiettivi specifici
Al termine del percorso i partecipanti dovranno dimostrare di essere in grado di:
A. conoscere gli elementi fondativi dell’educazione come scienza
B. comprendere la dimensione comunitaria del lavoro educativo, conoscendo i
principi chiave del lavoro di rete e del knotworking;
C. conoscere i principi che regolano il processo di counselling finalizzato a
costruire una relazione efficace con la singola persona in un’ottica
progettuale;
D. identificare le linee costituenti e caratterizzanti della comunità educativa;
E. conoscere i principi base del coaching, inteso come processo di supporto e
sviluppo delle competenze del singolo e del gruppo
F. comprendere le specificità dell’educazione rivolta a coloro che vivono
situazioni di disabilità
G. focalizzare le questioni principali nell’ambito dell’educazione degli adulti

Nessuno

Presentazione di esperienze di vita reale che posso diventare uno stimolo per la riflessione sulla propria esperienza come educatori sportivi e motori, sono momenti stimolo attraverso i quali ancorare i concetti e mantenere alto il collegamento con le situazioni di contesto di vita reale.
Focalizzazione sulla dimensione marco della relazione educativa, mettendo a fuoco il modello del lavoro di rete, del sistema formativo integrato e del Knotworking, modalità più attuale di un lavoro integrato sul territorio.
Analisi della dimensione micro della relazione educative, recuperando tre setting specifici di sviluppo, la relazione nell’ambito della disabilità, la relazione con i bambini nei contatti scolastici, la relazione con gli adulti, con le loro specifiche esigenze di apprendimento. Verrà evidenziata inoltre, la stretta correlazione fra corpo e sviluppo cognitivo e affettivo.

Dispensa fornita a lezione