Università degli studi dell'Insubria

GEOGRAFIA FISICA E GEOMORFOLOGIA

A.A. di erogazione 2016/2017

 (A.A. 2015/2016)
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
GEOGRAFIA FISICA E GEOMORFOLOGIA (GEO/04)
Crediti: 
9
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
96
Dettaglio ore: 
Lezione (64 ore), Esercitazione (16 ore), Laboratorio (16 ore)

OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO E RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Gli obiettivi del corso sono l’apprendimento dei principali processi che regolano il funzionamento dell'atmosfera, dell'idrosfera e della criosfera oltre che alle loro interrelazioni reciproche. Si prevede altresì che lo studente apprenda anche gli elementi base della geomorfologia e della descrizione dei profili di alterazione utili alla datazione delle forme. Grazie anche alla pratica nelle esercitazioni di campo si vuole sensibilizzare la capacità di osservare e interpretare il paesaggio circostante in chiave dinamica.

MODALITÀ DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO
L’esame sarà solamente finale e scritto con 10 domande con risposte si/no e 3 domande aperte che possono essere anche problemi a risoluzione grafica o numerica con l’assegnazione di un voto finale.

Prerequisiti: 

Conoscenze di base sulla geologia generale, formazione della terra e conoscenza delle rocce e delle principali strutture geologiche (pieghe e faglie, vulcani etc). Conoscenze di base di matematica, fisica, chimica generale e geobotanica.

Il corso è suddiviso in sei moduli didattici:
a. L 'atmosfera: definizioni e suddivisioni fisiche e chimiche; l'evoluzione dell'atmosfera nel tempo: ozono, CO2 e CH4. La radiazione elettromagnetica:definizioni e principali leggi e metodi di misura. Bilancio radiativo e energetico: flussi di calore. La pressione e i flussi d'aria: Gradiente barico, vento geostrofico, vento di gradiente, vento di superficie, metodi di misura. Effetti del vento sulle aree urbane e rurali. Atmosfera barotrofica e baroclinica, masse d'aria e loro dinamica. L'umidità: definizioni e misura. L'evaporazione e la traspirazione: definizioni e misura. La condensazione e la formazione delle nubi: meccanismi di Bergeron-Findeisen. Bande frontali e fronti. Le precipitazioni: definizioni, meccanismi di formazione e misura. Temporali, Squall line, Tornadoes, Uragani e fenomeni estremi: meccanismi di formazione, distribuzione e misura. La circolazione globale: correnti a getto; onde di Rosby e le celle. Strutture atmosferiche regionali: Monsoni e El Nino.

b. L'Idrosfera: definizioni e descrizione dei principali tipi d'acqua e loro distribuzione. Il Bilancio idrologico: cenni di idraulica. Circolazione superficiale: fiumi, torrenti e altri corsi d'acqua; regime di portata e loro misura. Circolazione sotterranea: cenni di idrogeologia: falde freatiche e confinate. Laghi: regime termico e circolazione. Effetti morfologici delle acque superficiali: erosione, trasporto e sedimentazione. tipi di reticolo e di alveo.

c. La Criosfera:definizioni. La neve: tipologie, distribuzione, misura e influenze sulle altre componenti della criosfera e sugli ecosistemi. I ghiacciai: definizioni e principali leggi di dinamica. Il bilancio di massa: significato e misura. Effetti morfologici dei ghiacciai: esarazione e accumulo. Il Permafrost: definizioni e distribuzione. Metodi di individuazione. Il ghiaccio nel permafrost: tipologie. Effetti morfologici della presenze del permafrost.

d. Geomorfologia di base: definizioni di forma e concetti di attività e di dinamica. Depositi Quaternari: definizioni, metodo di descrizione degli affioramenti, strutture sedimentarie principali. Cenni di cartografia geomorfologica: il problema della scala. Processi di alterazione meccanica (crioclastismo, termoiclastismo, thermal shock etc), processi di alterazione chimica (decarbonatazione, idrolisi, ossidoriduzioni etc), processi di alterazione biologica (azione licheni, funghi, batteri etc).

e. Geomorfologia degli ambienti montani e polari:I)L'idrosfera: forme e depositi fluviali. Conoidi di deiezione. Terrazzi. II)I Ghiacciai: forme di esarazione glaciale (rocce montonate, circhi, strie etc), forme di accumulo subglaciali ( drumlin, eskers, etc), forme di accumulo sopraglaciali (cordoni morenici frontali e mediani etc). Depositi glaciali (tills). III) Il Permafrost: forme esclusive del permafrost (cunei di ghiaccio; pingo, rock glaciers etc), forme periglaciali (suoli strutturati, geli-soliflussione etc). IV) La gravità: frane (classificazione, definizione e metodi di studio); V) Forme Strutturali: definizioni e principali forme litostrutturali e tettoniche. VI) Forme di alterazione:il carsismo (forme ipogeee e superficiali); pseudocarsismo (tafoni, weathering pits etc).

f. Pedologia di base:definizioni e principali processi pedogenetici dell'ambiente montano. Uso dello studio dei profili di alterazioni per la datazione delle forme e dei depositi. Descrizione di un profilo di alterazione (orizzonti etc) e principali caratteri tassonomici.

TESTI E MATERIALE DIDATTICO
Slides e articoli scientifici di riferimento saranno disponibili all’inizio del corso.
Possibile testo di riferimento: Mcknight T.L., 2005 Geografia Fisica Comprendere Il Paesaggio Piccin Ed. Isbn: 978-88-299-1729-7

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE