Università degli studi dell'Insubria

LAW AND HUMANITIES PROGREDITO

A.A. di erogazione 2016/2017

 (A.A. 2015/2016)

Docenti

CAPE' MARCO
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
35
Dettaglio ore: 
Lezione (35 ore)

Aver sostenuto Law and Humanities Base”

Il corso di Law and Humanities Progredito si propone di approfondire talune tematiche già oggetto di trattazione nel corso base. Per ragione di chiarezza, oltre che per venire incontro agli studenti che non abbiano sostenuto l’esame base, il punto d’inizio del corso sarà una ripresa per sommi capi degli aspetti essenziali nella comparazione di diritto e letteratura.
L’approfondimento sarà principalmente rivolto in due direzioni. Si intende, anzitutto, verificare più da vicino il senso (o le condizioni di possibilità) del comparare diritto e letteratura. Che cosa significa, infatti, ultimamente, “comparare”? La nozione di comparazione si presta a essere svolta su molteplici piani, ciascuno dei quali apre su panorami (intellettuali, spirituali; più generalmente: umani) del tutto diversi l’uno dall’altro. Ha veramente senso mettere a confronto il diritto e la letteratura? Se sì, perché, per quali fini? Il “mondo” giuridico e quello delle lettere non hanno ben vissuto l’uno accanto all’altro, ignorandosi reciprocamente, per secoli? Quali sono, se ci sono, le buone ragioni di ciascuno dei due “mondi” per interessarsi all’altro? Ci si soffermerà, allora, sui primi e pionieristici studi italiani sul significato della comparazione diritto-letteratura. Di qui poi, adottando un punto di vista più ampio, si passerà a indagare quelle forme della comparazione che includono, oltre che diritto e letteratura, anche un terzo termine, come le comparazioni “triangolari” diritto–letteratura–psicanalisi, diritto–letteratura–musica (in particolare, l’opera), diritto–letteratura–filosofia, diritto–letteratura–teatro, diritto–letteratura–retorica, diritto–letteratura–giustizia.
Il corso passa poi a esaminare una selezionata casistica di “diritto nella letteratura”. L’attenzione si concentra qui su autori dell’Ottocento francese e inglese, quali Victor Hugo e Alexandre Dumas, Charles Dickens e Robert L. Stevenson; su alcune opere (Michael Kohlhaas, La brocca spezzata, Il teatro delle marionette) di Heinrich von Kleist, nelle quali il profilo giuridico viene particolarmente in rilievo; su un confronto tra Salvatore Satta (grande giurista e letterato sardo) e Giuseppe Tomasi di Lampedusa, in quanto entrambi appartenenti alla categoria della narrazione detta “post-coloniale”; sul giudicare, anche giudiziario, come atto integralmente umano, vale a dire, in primo luogo, soggetto a tutte le debolezze e fragilità dell’uomo (con una confronto tra i Ricordi della corte d'assise di A. Gide e il Film rosso di K. Kieślowski); sugli aspetti relativi al diritto e/o alla giustizia negli scritti, a noi temporalmente prossimi, di Václav Havel, il drammaturgo e dissidente divenuto presidente della Cecoslovacchia.

L’attività didattica è composta da 35 ore di lezioni frontali (12 lezioni) dedicate al raggiungimento degli obiettivi didattici sopra descritti.
Per gli studenti frequentanti è prevista la possibilità, su base volontaria, di una partecipazione attiva alla didattica, mediante la preparazione di relazioni, individuali o di gruppo, su temi attinenti all’oggetto del corso, proposti dagli studenti interessati e approvati caso per caso dal Docente.

L’esame si svolge nella forma di un colloquio in forma orale, per gli studenti frequentanti come per gli studenti non frequentanti.

1) Studenti frequentanti:

A) Gli studenti frequentanti prepareranno l’esame su:

a) gli appunti delle lezioni;
b) i saggi tratti da “Giustizia e Letteratura III”, a cura di G. Forti-C. Mazzucato-A. Visconti, Vita e Pensiero, 2016, pp. 50-126, 260-276, 328-341, 364-397, 398-417.

B) Studenti non frequentanti:

Per gli studenti non frequentanti il programma d’esame verterà:
a) sui saggi sopra indicati al punto b);
b) sui saggi contenuti nel medesimo testo, pp. 172-190, 191-217, 300-312, 342-363, 418-441.

Orario di ricevimento

Giovedì, dalle ore 14,30 alle ore 15,30.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE