Università degli studi dell'Insubria

BIOLOGIA ANIMALE E VEGETALE

A.A. di erogazione 2015/2016

Laurea triennale in BIOTECNOLOGIE
 (A.A. 2015/2016)
L'insegnamento è composto da diversi moduli, consultare il dettaglio nella sezione Moduli.
Anno di corso: 
1
Crediti: 
12
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
104

Il corso si prefigge di fornire le conoscenze di base relative all'organizzazione, la biologia e l'evoluzione della vita animale e vegetale. Verrà affrontato l'inscindibile rapporto tra forma e funzione, ai vari livelli di organizzazione e di complessità dell'individuo, da quello unicellulare ai più specializzati livelli multicellulari. I piani organizzativi e gli adattamenti principali di un campione rappresentativo della biodiversità animale e vegetale saranno esaminati in un'ottica evolutiva. Inoltre, saranno analizzati in dettaglio alcuni processi che contraddistinguono il mondo vegetale, quali la fotosintesi e il metabolismo dell'azoto.
Obiettivi formativi
L'obiettivo dell'insegnamento è quello di fornire le conoscenze di base relative all'organizzazione, la biologia e l'evoluzione della vita animale e vegetale.
Conoscenza e capacità di comprensione
Acquisizione di consapevole autonomia con riferimento al rapporto tra forma e funzione, ai livelli di organizzazione e di complessità degli organismi e alla loro evoluzione.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Acquisizione di adeguate conoscenze sull’importanza dell’evoluzione; acquisizione di competenze per l'analisi della biodiversità animale e vegetale.
Autonomia di giudizio
Capacità di comprendere ed applicare le conoscenze relative all'organizzazione e alla complessità degli organismi viventi.
Abilità comunicative
Dimostrare capacità di estrarre e sintetizzare l'informazione rilevante; dimostrare capacità di consultazione del materiale bibliografico; dimostrare di saper comunicare in maniera efficace e con la corretta terminologia; dimostrare abilità di riassumere e presentare l'informazione (anche in forma grafica) delle tematiche che costituiscono argomento d’esame.
Capacità di apprendimento
Risultati di apprendimento attesi al termine del corso: lo studente dovrà essere in grado di identificare, da immagini o campioni, un organismo animale almeno a livello di phylum e classe, descriverne le caratteristiche anatomiche e fisiologiche generali, di correlare il piano organizzativo delle strutture corporee ad aspetti adattativi ed evolutivi. Lo studente dovrà inoltre acquisire le nozioni di base della biologia vegetale e la capacità di riconoscere cellule e tessuti vegetali.

Sono richieste conoscenze di base sull'organizzazione della cellula e dei tessuti, le modalità di divisione cellulare ed i meccanismi di trasmissione dell'informazione genetica.

Il corso si sviluppa su due moduli:
A) MODULO DI BIOLOGIA ANIMALE (6 CFU)
B) MODULO DI BIOLOGIA VEGETALE (6 CFU)
A.    MODULO DI BIOLOGIA ANIMALE (6 CFU – 48 ore)
Organizzazione corporea e funzionale:
- l'architettura corporea degli animali (simmetrie, piani strutturali, dimensione)
- le funzioni vitali (alimentazione, apparati di distribuzione, escrezione, respirazione, locomozione, sistema nervoso e organi di senso, riproduzione, sviluppo embrionale)
Evoluzione della diversità animale:
- il modello concettuale dell’evoluzione (modello darwiniano, discendenza con modificazioni, fitness, selezione naturale, adattamenti)
- cenni sulla sintesi pre-biotica ed evoluzione delle prime forme viventi
- l'evoluzione della diversità animale (raggiungimento della condizione eucariote, passaggio alla pluricellularità)
- la classificazione degli esseri viventi
- la filogenesi animale tradizionale e la moderna filogenesi molecolare
- protozoi
- poriferi
- cnidari
- platelminti
- nematodi
- anellidi
- molluschi
- artropodi
- echinodermi
- cordati
B.    MODULO DI BIOLOGIA VEGETALE (5 CFU – 40 ore)
- Organismi vegetali: cenni sulla biodiversità e classificazione
- L’organizzazione della cellula vegetale: parete, plastidi, vacuolo
- La differenziazione di tessuti ed organi definitivi
- L’anatomia di radici, fusto, foglia e fiore angiospermico
- La riproduzione. L’embriogenesi. Seme e frutto
- Metabolismo (fotosintesi, nutrizione minerale)
- Sviluppo e adattamento:
-    stimoli interni: gli ormoni vegetali
-    stimoli esterni: fitocromo, fotomorfogenesi, fotoperiodismo
-    cenni di risposta agli stress abiotici e biotici
Laboratorio (1 CFU – 16 ore)
- Riconoscimento e preparazione di preparati istologici vegetali
- Preparazione di protoplasti. Germinazione del polline
- Misura del potenziale idrico in tessuti vegetali. Plasmolisi e deplasmolisi in cellule epidermiche
- Risposta agli ormoni vegetali
- Fotosintesi e pigmenti vegetali

Il corso prevede lezioni frontali (11 CFU) ed esercitazioni di laboratorio (1 CFU). Nelle ore di lezione frontale, il trattamento degli argomenti è svolto con l’ausilio di presentazioni proiettate in aula. Le attività di laboratorio si svolgeranno presso i laboratori di biologia sperimentale e chimica del DBSV in via Dunant 3. La frequenza dei laboratori didattici è obbligatoria (con limite massimo di assenze pari al 25% delle ore totali previste). Per ogni attività di laboratorio sono fornite schede tecniche con la descrizione del protocollo sperimentale da eseguire. Inoltre viene assicurata la presenza dell’insegnante e di uno o più esercitatori durante tutta l’attività di laboratorio.

Modulo A. L'esame consiste in una prova scritta che prevede sia quesiti a risposta multipla sia domande con risposte libere sugli argomenti trattati durante il corso. Verrà valutata l'acquisizione da parte dello studente di conoscenze relative alle diverse forme animali dal punto di vista strutturale, funzionale e della sistematica. Nella valutazione si terrà conto della capacità di apprendimento, di consultazione ed elaborazione del materiale bibliografico, e della capacità di discutere e commentare in modo critico le conoscenze acquisite.
Modulo B. L’esame consiste in una prova orale durante la quale lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito i fondamenti della biologia vegetale, la capacità di ragionare in modo critico sugli argomenti dell'esame e un corretto linguaggio scientifico. L’attività di laboratorio verrà valutata dall’impegno degli studenti durante lo svolgimento del laboratorio.
L'esito finale dell'esame, espresso in trentesimi, sarà calcolato come media dei voti conseguiti nei due moduli.

- Hickman et al., Zoologia, EdiSES
- Argano et al., Zoologia generale e sistematica, Monduzzi
- Pupillo P et al., Biologia vegetale, Zanichelli
- Rost T et al., Biologia delle piante, Zanichelli
- Slide delle lezioni

Ricevimento previo appuntamento con i docenti.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 1
Curriculum: INDIRIZZO GENERALE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: INDIRIZZO GENERALE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: INDIRIZZO GENERALE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: INDIRIZZO GENERALE