Università degli studi dell'Insubria

BIOTECNOLOGIE ALIMENTARI

A.A. di erogazione 2017/2018

Laurea triennale in BIOTECNOLOGIE
 (A.A. 2015/2016)
L'insegnamento è composto da diversi moduli, consultare il dettaglio nella sezione Moduli.
Anno di corso: 
3
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Il modulo di Biochimica Alimentare (2 CFU) intende presentare in dettaglio il ruolo delle proteine nel determinare le proprietà degli alimenti (sia dal punto di vista nutrizionale che della sicurezza di impiego) e le principali modificazioni strutturali, compositive e funzionali a cui esse vanno incontro durante i trattamenti di trasformazione domestica ed industriale o durante il transito nell’organismo umano.
Il modulo di Nutrizione (1 CFU) intende presentare i meccanismi molecolari che regolano il ciclo alimentazione-digiuno e il ruolo dei principali componenti della dieta.
Questi due moduli didattici rappresentano un percorso utile a chi voglia in futuro approfondire aspetti nutrizionali e scienze correlate che si prefigurano di correlare i singoli componenti presenti negli alimenti con l’insieme dei processi biologici e con stati patologici. Infatti gli alimenti svolgono ruoli diversi: dalla funzione plastica a quella di riserva, dalla modulazione dei segnali cellulari alla risposta immunologica, fino alla protezione dallo stress ossidativo.
Il modulo di Biotecnologie Alimentari (3 CFU) intende fornire agli studenti conoscenze di base sui processi che intervengono nella produzione degli alimenti assieme ad una panoramica sulle molteplici applicazioni delle biotecnologie nella “filiera alimentare”. Lo studente acquisirà: conoscenza delle basi biologiche e biotecnologiche cui si riferiscono le più comuni moderne tecnologie applicate ai processi di produzione, trasformazione e conservazione degli alimenti e dei fattori fisici e chimici che ne determinano la qualità; conoscenza dei principi sui quali si basano i metodi analitici utilizzati sui prodotti alimentari al fine di garantire il livello qualitativo desiderato; capacità di ricercare ed individuare soluzioni biotecnologiche per la tracciabilità e per un miglioramento della qualità degli alimenti.

Conoscenze di base di biochimica generale e di materie correlate (fisica, chimica inorganica e organica), dell’organizzazione cellulare, della biologia degli esseri viventi, della microbiologia.

Il modulo di Biochimica Alimentare (BIO/10) è organizzato in lezioni frontali e laboratori. Le lezioni affrontano il seguente programma:
- le relazioni struttura e funzione nelle proteine alimentari e le interazioni con componenti non proteici;
- modificazioni strutturali delle proteine alimentari;
- gli allergeni proteici e le componenti bioattive di origine proteica.
Le due attività di laboratorio pratico riguarderanno la denaturazione controllata delle proteine alimentari e la determinazione del lattosio negli alimenti.

Il modulo di Nutrizione (BIO/10) è organizzato in lezioni frontali che affronteranno il seguente programma:
- La dieta alimentare: regolazione del ciclo alimentazione-digiuno
- Le vitamine e i sali minerali
- Stati patologici
- Funzioni particolari degli alimenti (antiossidanti, alcol, xenobiotici).

Il modulo di Biotecnologie Alimentari (AGR/20) è organizzato in lezioni frontali che affronteranno il seguente programma:
A) Generalità sulle biotecnologie e loro impiego nel settore alimentare
- Biotecnologie tradizionali e moderne per la produzione di pane e prodotti lievitati.
B) Uso delle biotecnologie per la produzione e/o trasformazione degli alimenti
- categorie alimentari che maggiormente beneficiano delle biotecnologie: birra, vino, formaggio, oli e grassi, aromi alimentari.
- processi fermentativi utilizzati per la produzione e trasformazione di alimenti nervini: il caffè e cioccolato.
C) Biotecnologie utilizzate per la produzione di alimenti da animali allevati: l’esempio dell’acquacoltura. Allevamento di storioni e produzione di caviale.

Il corso prevede lezioni frontali (5.5 CFU) e laboratori pratici (0.5 CFU).
Nelle ore di lezione frontale, il trattamento degli argomenti è svolto con l’ausilio di presentazioni proiettate in aula, integrate dalla proiezione di filmati didattici.

Moduli di Biochimica Alimentare e di Nutrizione:
L’esame è volto a valutare le capacità raggiunte dallo studente in relazione a:
1. conoscenza e comprensione delle basi teoriche della nutrizione e capacità di collegare i vari aspetti nell’argomentazione;
2. capacità di applicare le conoscenze acquisite per cogliere le interconnessioni fra alimentazione e i diversi cicli metabolici e ragionare in maniera autonoma sulle problematiche della regolazione del metabolismo energetico e materiale. Capacità di estrarre informazione da un testo e di individuare gli aspetti critici.
Esame scritto: lo studente sarà chiamato ad utilizzare le conoscenze relative al programma in una verifica scritta organizzata in tre quesiti aperti inerenti: due il modulo di Biochimica Alimentare, uno il modulo di Nutrizione. L’esito dell’esame sarà in trentesimi.

Modulo di Biotecnologie Alimentari:
L’apprendimento degli studenti sarà accertato attraverso una prova d’esame incentrata sugli argomenti trattati. La prova, svolta in forma scritta, sarà costituita da tre domande aperte di natura teorica: una per le parti A e C e due per la parte B. L’esito dell’esame sarà in trentesimi.

Il voto complessivo dell’insegnamento sarà la somma aritmetica dei voti dei singoli moduli. L'esame risulta superato se lo studente ha totalizzato un punteggio:
maggiore o uguale a 9 nella verifica relativa ai moduli di Biochimica Alimentare e di Nutrizione
maggiore o uguale a 9 nel modulo di Biotecnologie Alimentari.
Tali condizioni devono essere entrambe soddisfatte per superare l'esame. Coloro che risultassero sufficienti in uno solo dei due moduli potranno sostenere l'altra parte in uno degli appelli successivi.

- Slide delle lezioni scaricabili dal sito E-learning.
- Testi:
moduli di Biochimica Alimentare e di Nutrizione: Leuzzi, Bellocco, Barreca “Biochimica della Nutrizione” Zanichelli editore, 2013
modulo di Biotecnologie Alimentari: Carmen Gigliotti e Roberto Verga, “Biotecnologie alimentari” (Piccin).
- Articoli monografici su riviste di settore indicati durante il corso.
- Ricerche autonome e guidate su siti internet.

ORARIO DI RICEVIMENTO: Preferibilmente su appuntamento (mediante richieste via e-mail). I docenti rispondono solo alle e-mail firmate e provenienti dal dominio @uninsubria.it. Non si risponde a richieste di conferma di informazioni già disponibili - ad esempio richiesta conferma della data appello di esame.
Il prof. Pollegioni è disponibile ad incontri di approfondimento per gruppi di studenti.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 3
Curriculum: BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI CELLULARI

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 3
Curriculum: BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI CELLULARI

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 3
Curriculum: BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI CELLULARI