Università degli studi dell'Insubria

DIRITTO PENALE PROGREDITO

A.A. di erogazione 2017/2018
Insegnamento obbligatorio

Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
 (A.A. 2014/2015)
Anno di corso: 
4
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Sede: 
Como - Sant'Abbondio
Settore disciplinare: 
DIRITTO PENALE (IUS/17)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
50

Il corso Diritto penale progredito costituisce il completamento necessario della formazione in materia penalistica. Ulteriori prosettive di approfondimento della materia penalistica sono offerte dai corsi complementari di “Diritto penale commerciale” e di “Giustizia riparativa e mediazione penale”.
Il corso intende offrire conoscenze approfondite in relazione a due settori del diritto penale: (a) il sistema sanzionatorio; (b) i delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica Amministrazione; esso intende inoltre migliorare, nello studente, la capacità di utilizzare in modo appropriato il linguaggio giuridico-penalistico e di saper argomentare con autonomia di giudizio secondo le modalità già avviate attraverso il corso di Diritto penale base; ciò dovrebbe contribuire a migliorare anche le capacità comunicativo-relazionali. Per gli argomenti trattati, il corso si propone altresì di promuove un affinamento della sensibilità politico-criminale.
Al termine del percorso formativo “progredito” lo studente è chiamato a possedere le seguenti conoscenze:
(a) in relazione al sistema sanzionatorio, lo studente è chiamato a conoscere le tutte le pene principali ed accessorie per le persone fisiche e per gli enti, le alternative alla detenzione, i meccanismi di sostituibilità delle sanzioni, i modelli sospensivi del processo, i criteri di commisurazione della pena nonché i principi e le regole che consentono un corretto uso del potere discrezionale del giudice, l’estinzione del reato conseguente a condotte rioparatorie.
(b) In relazione ai delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica Amministrazione, lo studente è chiamato a dimostrare di conoscere le tecniche e i modelli di incriminazione, il ruolo e la funzione delle Convenzioni internazionali, gli elementi essenziali e le modalità interpretative delle fattispecie incriminatrici trattate. E’ richiesta, in particolare, la capacità di risolvere casi pratici in relazione alle norme contenutisticamente più significative e statisticamente più rilevanti tra quelle affrontate durante il corso.

Prerequisiti: 

Si richiede la conoscenza del Diritto penale base, ma anche del Diritto costituzionale (per una corretta comprensione delle fonti), e possibilmente degli elementi fondamentali del Diritto comunitario e internazionale (per la corretta comprensione del ruolo delle Convenzioni e delle richieste di criminalizzazioni della UE).

Il corso ha per oggetto due gruppi autonomi di norme: quelle che formano il sistema sanzionatorio (incluse le norme della CEDU rilevanti) e quelle sui delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica Amministrazione.
Quanto al sistema sanzionatorio, il programma comprende: pene princiali ed accessorie, sottosistemi sanzionatori (reati di competenza del giudice di pace e responsabilità ex crimine delle persone giuridiche), misure alternative, sanzioni sostitutive, sistema delle circostanze del reato, modelli sospensivi del processo e cause di estinzione del reato, criteri di commisurazione della pena, articolo 3 della Convenzione Europea dei Diritto dell'Uomo.
Quanto ai delitti contro la pubblica Amministrazione, il programma comprende:
(a) le interrelazioni tra politica criminale e diritto penale;
(b) l’esame delle Convenzioni sovranazionali rilevanti per la materia trattata;
(c) la presentazione di dati empirico-criminologici in relazione alle fattispecie incriminatrici prescelte come oggetto di approfondimento (frequenza statistica dei delitti denunciati e delle persone denunciate; significato ed entità della cifra nera; effetti dannosi della corruzione, della criminalità economica sulla pubblica Amministrazione, su vittime individuali e/o diffuse, sull’economia, sulla tenuta delle regole democratiche e sui diritti umani; interrelazioni tra criminalità contro la pubblica Amministrazione e crimine organizzato);
(d) esegesi classica delle norme incriminatrici.

Il corso si svolge nel secondo semestre attraverso 50 ore di lezione complessive ed è tradizionalmente arricchito dal contributo di conoscenze e saperi specialistici offerto da ospiti, italiani o stranieri, provenienti dall’accademia, dalla magistratura o dall’avvocatura.
La didattica comprende:
- lezioni prevalentemente teoriche, volte ad illustrare principi e istituti del diritto penale, e di taglio criminologico;
- discussioni di casi giurisprudenziali, finalizzate a promuovere negli studenti l’acquisizione del lessico penalistico, l’affinamento dell’uso delle tecniche ermeneutiche, il corretto ricorso all’argomentazione giuridica, la capacità di discutere e lavorare in team nelle dinamiche di problem solving.
Nella parte relativa ai delitti contro la pubblica amministrazione viene seguita la modalità didattica proposta dall’ACAD – rete di università e di studiosi che promuovono una didattica avanzata in tema di corruzione ed anticorruzione – di cui fa parte anche l’Università dell’Insubria.
Sulla piattaforma e-learning verranno inoltre caricati materiali giuridici, casi giurisprudenziali e presentazioni power-point.

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Le modalità di verifica dell’apprendimento consistono in un esame orale, con attribuzione del voto finale in trentesimi, vertente su tutto il programma, condotto secondo la modalità del cono rovesciato: una domanda generale, seguita da alcune domande più specifiche che aprono, a loro volta, ulteriori percorsi di approfondimento.
Verranno valutate in particolare: la capacità di riferire i contenuti del programma in modo adeguato alle specificità della materia e secondo corretti canoni logico-sistematici, la capacità di interpretare le singole fattispecie incriminatrici, le abilità argomentative, la capacità tecnico-espressiva.

Per la perte relativa al sistema sanzionatorio, lo studente è chiamato a lavorare in autonomia, individuando nel manuale prescelto per il corso di diritto penale base, gli argomenti trattati a lezione. Gli approfondimenti e i casi pratici verranno caricati sulla piattaforma e-learning.
Perla parte sulla convenzione europea dei diritti dell'uomo: G. Mannozzi, Diritti dichiarati e diritti violati: teoria e prassi della sanzione penale al cospetto della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, in V. Manes, G. Zagrebel-sky (a cura di), La Convenzione europea dei diritti dell’uomo nell’ordinamento penale italiano, Giuffrè, Milano, 2011, pp. 299-376.
Per la parte relativa ai delitti contro la pubblica amministrazione: B.G. Mattarella-M. Pelissero, La legge anticorruzione. Prevenzione e repressione della corruzione, Giappichelli, Torino, 2013, limitatamente alle pp. 1-58 e 347-491.
Integrano il modulo sui delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica amministrazione i seguenti argomenti: qualifiche soggettive (artt. 357 - 360 c.p.); delitto di abuso d’ufficio (art 323 c.p.).
Su questi argomenti lo studente lo studente è chiamato a lavorare in autonomia, individuando nella manualistica corrente gli argomenti trattati a lezione. Si possono consultare per esempio:
(a) Fiandaca e Musco, Diritto penale, parte speciale, Zanichelli, Bologna ult. ed.
oppure
(b) M. Romano, I delitti contro la pubblica amministrazione, Giuffrè Milano, ult. ed.

Codice penale consigliato: Codice penale e normativa complementare, Cortina, Milano, ult. ed.

Il ricevimento è fissato immediatamente dopo la lezione. La docente è peraltro disponibile a concordare un diverso orario previo contatto tramite e-mail.

Corso Integrato

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 4
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 4
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 4
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 4
Curriculum: PERCORSO COMUNE