Università degli studi dell'Insubria

DIRITTO AMMINISTRATIVO

A.A. di erogazione 2016/2017

Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
 (A.A. 2014/2015)
Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Sede: 
Como - Sant'Abbondio
Settore disciplinare: 
DIRITTO AMMINISTRATIVO (IUS/10)
Crediti: 
11
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
65

Il corso intende fornire agli studenti una conoscenza di base del diritto amministrativo, articolata nei tre ambiti dell’organizzazione pubblica, dell’attività amministrativa e della giustizia amministrativa.
Lo studente dovrà dimostrare di avere acquisito consapevolezza degli scopi delll’intervento pubblico nella vita economia e sociale, dei modelli di esercizio delle funzioni amministrative, nel contesto della società complessa e pluralistica, degli strumenti capaci di assicurare protezione piena ed effettiva ai consociati ed alle loro posizioni soggettive.
Il corso si articolerà anche attraverso lo studio e la discussione in aula di contributi dottrinali, materiali amministrativi e casi pratici che consentiranno di tratteggiare l’assetto delle discipline settoriali del cd. diritto amministrativo di parte speciale (appalti, ambiente, governo del territorio, etc.), consentendo allo studente la dimostrazione della maturazione di una adeguata capacità di valutazione critica e di argomentazione giuridica .

Prerequisiti: 

Al corso si applicano le seguenti propedeuticità: Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale, Diritto processuale civile

In questa prospettiva, l’insegnamento si soffermerà in particolare sulle seguenti tematiche:
- La ratio e le finalità del diritto amministrativo; poteri pubblici e libertà private
- Le fonti del diritto amministrativo: nozioni generali; la gerarchia delle fonti; fonti nazionali e fonti internazionali
- I principi generali dell’attività e dell’organizzazione amministrativa.
- Posizioni giuridiche soggettive: diritti soggettivi e interessi legittimi; interessi collettivi e diffusi.
- Il procedimento amministrativo ed il provvedimento amministrativo
- La discrezionalità amministrativa e tecnica; il merito.
- Nullità, annullabilità ed irregolarità dei provvedimenti amministrativi
- Illiceità degli atti e responsabilità della p.a.
- L’attività consensuale di diritto privato
- L’attività consensuale di diritto pubblico
- I servizi pubblici: norme generali e discipline di settore; l’azione per l’efficienza nei confronti della p.a.
- I beni pubblici.
- L’organizzazione pubblica: modelli organizzativi ed analisi del diritto vigente; Stato, Regioni, enti locali, altri enti pubblici.
- La Giustizia amministrativa: origini, sviluppi e caratteristiche generali del sistema delle tutele
- Giudice ordinario e tutela dei diritti soggettivi
- La giurisdizione del GA: giurisdizione di legittimità, esclusiva, di merito

Per la preparazione dell’esame si consiglia lo studio dei seguenti manuali e testi indicati ai successivi punti 1, 2 e 3 (uno per ognuno dei punti):

1) uno a scelta tra i seguenti manuali:
Sorace, Diritto delle amministrazioni pubbliche. Una introduzione, Il Mulino, ultima edizione
D’Alberti, Lezioni di diritto amministrativo, Giappichelli, ultima edizione
Merloni, Istituzioni di diritto amministrativo, Giappichelli, ultima edizione
Cerulli Irelli, Lineamenti del diritto amministrativo, Giappichelli, ultima edizione
2) Travi, Lezioni di giustizia amministrativa, Giappichelli, ultima edizione
3) uno a scelta tra i seguenti testi:
Greco, Argomenti di diritto amministrativo, Giuffrè, 2012
Villata - Sassani (a cura di), Il codice del processo amministrativo. Dalla giustizia amministrativa al diritto processuale amministrativo, Giappichelli, 2012
Villata, Pubblici servizi. Discussioni e problemi, Giuffrè, 2008

Per l’apprendimento della materia è indispensabile lo studio e la conoscenza diretta dei testi normativi pertinenti. In sede di esame lo studente deve quindi dimostrare la conoscenza diretta degli atti normativi:
- fondamentali (Costituzione della Repubblica Italiana, Trattato sull’Unione Europea e Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, Convenzione CEDU, etc.), con particolare riguardo alle disposizioni relative alla pubblica amministrazione e, più in generale, a quelle in tema di diritto amministrativo, e di quelli più importanti (ad es. L. 9 agosto 1990, n. 241, L. 23 marzo 1865, n. 2248, all. E, D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199; D. Lgs. n. 104 del 2.7.2010 -codice del processo amministrativo- così come modificato, da ultimo, dal D. Lgs. 14 settembre 2012, n. 160 “Ulteriori disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, recante codice del processo amministrativo, a norma dell'articolo 44, comma 4, della legge 18 giugno 2009, n. 69”, etc.);
- richiamati nei manuali e nei testi di studio.

Il programma riservato agli studenti frequentanti sarà specificato e declinato nello svolgimento del corso

Modalità di verifica dell’apprendimento
La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso appelli di esame orale vertente su tutto il programma del Corso biennale, con attribuzione del voto finale in trentesimi; il colloquio d’esame muoverà da una domanda di carattere generale per passare a domande di taglio e di contenuto più specifici, idonee a prospettare ulteriori percorsi di approfondimento. Nella valutazione si terrà conto del livello di conoscenza degli argomenti oggetto del programma del corso e della capacità tecnico-espressiva del candidato.
Gli studenti frequentanti potranno partecipare, a loro discrezione, ad appositi moduli seminariali, che costituiranno oggetto di colloquio nel corso dell’esame orale; avranno inoltre luogo prove intermedie, anch’esse facoltative, del cui eventuale esito positivo si terrà conto, in sede di colloquio finale.

Corso Integrato

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2011/2012

Anno di corso: 2
Curriculum: