Università degli studi dell'Insubria

ANATOMIA COMPARATA

A.A. di erogazione 2015/2016

 (A.A. 2014/2015)
Docenti
PIRRONE CRISTINA
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
ANATOMIA COMPARATA E CITOLOGIA (BIO/06)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (48 ore)

Acquisizione di una visione integrata delle fasi dello sviluppo embrionale e degli aspetti morfologici, strutturali ed evolutivi.
Conoscenze di alcuni aspetti applicativi della disciplina, p.es. in materia medico-legale, biotecnologica e funzionale.

Prerequisiti: 

L’esame di Citologia ed Istologia è propedeutico, pertanto non dovranno accedere all’esame gli studenti che non abbiano ancora superato tale prova.

PROGRAMMA delle LEZIONI
• Argomenti introduttivi: evoluzione del phylum dei Cordati, nomenclatura,metodi di studio dell’anatomia comparata, aspetti evolutivi e di sviluppo (evo-devo). Riproduzione, ploidia, determinazione del sesso nei Vertebrati.
• Sviluppo embrionale: organismi anamni e amnioti, tipi di uova, fecondazione, l’induttore primario e lo sviluppo precoce dell’embrione, lo stadio filogenetico, sviluppo di organi e strutture oggetto di studio successivo.
• Tegumento: barriera di contatto e comunicazione con l’ambiente esterno, organo di difensiva e di offesa. Gli annessi cutanei.
• Scheletro mineralizzato dei Vertebrati: esoscheletro, endoscheletro, tessuto osseo e metameria. Lo scheletro assiale e lo scheletro appendicolare: evoluzione e adattamenti funzionali.
• Muscolatura: tipi di tessuto muscolare e proprietà. Metameria della muscolatura scheletrica, funzione meccanica. La placca neuro-muscolare.
• Apparato respiratorio: evoluzione di branchie, polmoni e strutture omologhe. Scambi gassosi attraverso organi non specificamente deputati alla respirazione.
• Sangue, linfa e vasi: ematopoiesi, angiogenesi e vasculogenesi. Il problema della sede dell’ematopoiesi nei Vertebrati privi di scheletro osseo.
• Apparato cardiovascolare: evoluzione del cuore da un’arteria tubulare pulsante a organo con quattro camere complete. Importanza di due circolazioni, polmonare e sistemica, distinte.
• Apparato gastroenterico e grandi ghiandole digestive: sviluppo ed evoluzione di tubo digerente, fegato e pancreas.
• Apparato escretore: il rene e le vie escretrici, origine e sviluppo.
• Apparato riproduttivo, maschile e femminile. Aspetti delle sviluppo e differenziazione della gonade primitiva indifferenziata, tipi di ovaio e di testicolo, con aspetti della maturazione dei gameti. Differenziazione della vagina nei Mammiferi, maturazione dei gameti. L’apparato genitale maschile e femminile.
• Sistema endocrino: asse ipotalamo-ipofisi, tiroide, surrene, pancreas endocrino, funzioni endocrine del tubo digerente.
• Sistema nervoso centrale: la cefalizzazione, sviluppo dell’encefalo, il midollo spinale e le sue funzioni.
• Sistema nervoso periferico: nervi sensitivi e motori.
• Sistema nervoso autonomo: controllo delle funzioni viscerali da parte di sue sistemi antagonisti: il simpatico e il parasimpatico. Sito dei gangli.
• Organi di senso: sviluppo di sistemi di comunicazione con l’ambiente esterno e altri organismi.
• Presentazione di software per la ricostruzione “in silico” di fossili e modelli anatomici tridimensionali.
PROGRAMMA DELLE ESERCITAZIONI (dr.ssa Cristina Pirrone)
Visione e presentazione dei seguenti preparati istologici, specifici per la materia:
1. Cute (Anfibi, Mammiferi); annessi cutanei (scaglie e penne)
2. Muscoli metamerici (Pesci); muscolo scheletrico (Rettili e Mammiferi)
3. Branchie (Pesce Teleosteo); polmoni (Anfibi, Rettili, Mammiferi)
4. Sangue: Pesci, Anfibi, Mammiferi
5. Apparato gastroenterico: lingua (Anfibi, Mammiferi); stomaco (Rettile, Uccello, Mammifero), intestino (Anfibi, Mammiferi)
6. Apparato escretore: rene (Rettili, Mammiferi)
7. Sistema nervoso: sezione di colonna vertebrale (Condroitti, Mammifero)
8. Apparato riproduttivo maschile: gamete e gonade (Pesci, Mammiferi), epididimo, vescicola seminale e prostata (Uomo).
9. Apparato riproduttivo femminile: gonade (Insetti, Uccelli, Mammiferi), tube uterine, placenta, utero e vagina (Mammiferi)
10. Larve di Anamni.
Anatomia macroscopica e tridimensionale: agli studenti sarà descritto l'uso di software tridimensionali per l'anatomia comparata e verranno mostrati scheletri per uso didattico.

Il corso comprende sia lezioni frontali in aula, sia esercitazioni con l’ausilio di preparati istologici. Lo studio è volto all’apprendimento e al riconoscimento dello schema corporeo nelle diverse classi dei Vertebrati.
Nelle ore di lezione frontale il trattamento degli argomenti è svolto con l’ausilio di presentazioni proiettate in aula, con un’ampia iconografia, in larga misura tratte dal testo adottato per il corso. Saranno proiettati brevi filmati e illustrati software per la ricostruzione di modelli anatomici in formato 3D.
Le esercitazioni si svolgeranno con l’ausilio di microscopi e di preparati istologici, ai quali ciascuno studente avrà accesso. Verrà così a formarsi un’esperienza personale, che permetterà il riconoscimento di organi e strutture in organismi animali appartenenti a gruppi diversi.

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Scritto con eventuale discussione orale delle risposte meritevoli di approfondimento.

Testi e materiale didattico
• Anatomia Comparata, a cura di V. Stingo. edi.ermes. (alcune copie disponibili nella biblioteca di Medicina e di Scienze, nella sede di via J-H. Dunant, 3)
• Le diapositive utilizzate per le lezioni e una breve descrizione del materiale delle esercitazioni saranno rese disponibili in formato .pdf sul nuovo portale di e-learning. Il materiale sarà aggiunto via via che gli argomenti saranno stati trattati.
I testi consigliati negli anni precedenti sono sempre validi, ma le lezioni seguiranno il testo indicato sopra, più recente ed aggiornato. Si elencano qui i dati dei testi accettati o complementari:
• Liem, K.F., Bemis WE, Sillin WB. 2012. ANATOMIA COMPARATA DEI VERTEBRATI : una visione funzionale ed evolutiva. EdiSES, Napoli.
• E. Giavini -E. Menegola. 2010. Manuale di Anatomia Comparata. EdiSES, Napoli (complementare, utile per un approfondimento istologico)
• George C Kent. 1997. ANATOMIA COMPARATA DEI VERTEBRATI. Piccin, Padova (FUORI COMMERCIO)

Presentazione
Il corso comprende sia lezioni frontali in aula, sia esercitazioni con l’ausilio di preparati istologici. Lo studio è volto all’apprendimento e al riconoscimento dello schema corporeo nelle diverse classi dei Vertebrati.
Obiettivi formativi
Acquisizione di una visione integrata delle fasi dello sviluppo embrionale e degli aspetti morfologici, strutturali ed evolutivi.
Conoscenze di alcuni aspetti applicativi della disciplina, p.es. in materia medico-legale, biotecnologica e funzionale.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2012/2013

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2011/2012

Anno di corso: 2
Curriculum:

A.A. 2010/2011

Anno di corso: 2
Curriculum:
Anno di corso: 2
Curriculum: