Università degli studi dell'Insubria

CULTURA E LINGUAGGI POLITICI NEL MEDIOEVO

A.A. di erogazione 2016/2017

Laurea triennale in SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE
 (A.A. 2014/2015)

Docenti

Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
STORIA MEDIEVALE (M-STO/01)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (48 ore)

Obiettivi dell’insegnamento e risultati di apprendimento attesi
Lo studente acquisirà una conoscenza fondamentale della semantica storica dei linguaggi politici e di alcuni grandi filoni del pensiero politico del basso medio evo; acquisirà inoltre la capacità di analizzare semanticamente i discorsi politici della tradizione occidentale e di rapportarsi a alcune grandi opere che ne segnano l’età medievale; dovrebbe dimostrarsi capace di pensare criticamente l’analisi linguistica e filosofica del potere politico.

Conoscenza della storia medievale a livello di scuola superiore. Può essere d’aiuto essersi già familiarizzati con le discipline filosofiche e linguistiche presenti nel corso di laurea.

Contenuti e programma del corso
1. Semantica dei linguaggi politici. A- L’approccio linguistico al pensiero politico e il
linguaggio giuridico medievale. B- Il linguaggio come sistema di segni. C- Semantica strutturale. D- Metalinguistica.
2. Analisi semantica e concettuale dei sistemi di potere.
3. I processi di potere. A- Il primo processo valido di potere: l’impero universale. B- Il secondo processo valido di potere: la chiesa e il papato nel basso medio evo.

Tipologia delle attività didattiche
Il corso si articola in una serie di lezioni frontali, cui però una auspicabile partecipazione attiva e critica degli studenti dovrebbe potere conferire, se non altro col procedere del corso, un taglio seminariale.

Testi e materiale didattico
JP. Costa, “Iurisdictio. Semantica del potere politico nella pubblicistica medievale (1100-1433)”, ristampa, Milano, Giuffré, 2002

Modalità di verifica dell’apprendimento
La prova è unica, conclusiva e solo orale, articolata su due domande, una relativa alle sezioni I o II del programma, l’altra alla sezione II o III del programma. Lo studente dovrà dimostrare: di avere acquisito i contenuti di pensiero relativamente ai metodi e ai concetti fondamentali esposti a lezione; di essere in grado di costruire un discorso corretto e coerente in italiano utilizzando con proprietà i linguaggi settoriali impiegati durante il corso; di sapere effettuare collegamenti tra temi diversi sviluppati durante il corso. A livello ottimale, ossia per raggiungere i pieni voti assoluti (30 o 30 e lode), deve dimostrare di avere acquisito gli strumenti e le categorie per sviluppare almeno in parte un discorso critico autonomo.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE