Università degli studi dell'Insubria

IGIENE AMBIENTALE ED OCCUPAZIONALE

A.A. di erogazione 2016/2017

 (A.A. 2014/2015)

Docenti

Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
MEDICINA DEL LAVORO (MED/44)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (48 ore)

Il corso si prefigge di fornire allo studente le conoscenze di base sui principi generali dell’igiene e della prevenzione nei luoghi di vita e di lavoro, a partire dallo schema concettuale dell’analisi di rischio e dai concetti fondamentali di prevenzione (primaria, secondaria, terziaria), pericolo, esposizione, suscettibilità, rischio, danno e protezione.
I principali risultati dell’apprendimento attesi sono:
- la conoscenza delle caratteristiche intrinseche (proprietà chimico-fisiche e effetti avversi sull’uomo) dei principali pericoli di tipo chimico, fisico e biologico negli ambienti di vita e di lavoro;
- la conoscenza dei possibili approcci alla valutazione dell’esposizione e del rischio;
- la conoscenza dello schema concettuale alla base della valutazione e gestione del rischio chimico, fisico e biologico per la tutela della salute umana a livello della popolazione generale e negli ambiti occupazionali;
Si vuole inoltre fornire allo studente una visione più completa possibile sui concetti di prevenzione e protezione per la salute umana dal punto di vista del quadro normativo di riferimento, degli aspetti formali e strategici per la valutazione del rischio e per l’implementazione delle più efficaci misure di gestione del rischio per la tutela della salute umana e dell’ambiente.

Conoscenze di Matematica, Fisica, Chimica Inorganica e Organica, Elementi di Biologia. È molto utile la comprensione della lingua inglese sia parlata che scritta.

- Concetti generali di prevenzione primaria, secondaria e terziaria. Concetti di pericolo, esposizione, rischio e danno. Possibili approcci per la valutazione dell’esposizione (monitoraggio ambientale, monitoraggio biologico, modellistica dell’esposizione).
- Cenni tossicologici utili alla derivazione dei valori limite di esposizione.
- Rischio chimico: classificazione degli agenti di rischio (CLP); processo di valutazione del rischio chimico e norma UNI EN 689; valori limite di esposizione; particolato atmosferico e fibre, gas e vapori;
- Rischio fisico: valutazione dell’esposizione a rumore e a radiazioni ionizzanti e non ionizzanti; microclima
- Rischio biologico: batteri, virus, miceti. Concetti di base su carica infettante, classi di pericolosità, profili di rischio, strategie e tecniche di campionamento per la valutazione della contaminazione atmosferica.
- Gestione del rischio in ambito occupazionale: dispositivi di protezione collettiva e individuale
- Legislazione per la prevenzione nei luoghi di vita e di lavoro (aspetti di rilievo per la tutela della salute umana nel D.Lgs 152/06 e s.m.i. e nel D.Lgs 81/08 e s.m.i.)
- Qualità dell’aria degli ambienti confinati ad uso non industriale (IAQ)
- Inquinamento atmosferico e impatti sulla salute umana (particolato atmosferico e principali inquinanti aeriformi)
- Emissioni industriali: legislazione, limiti e determinazione delle contaminazioni nei flussi convogliati
- Algoritmi per la valutazione del rischio, modelli di esposizione in ambito REACH, modellistica negli ambienti indoor e modelli microambientali per la stima dell’esposizione delle popolazioni.

Lezioni frontali in presenza e teledidattica

Prova finale di tipo orale o scritto. L’esame verte su almeno 3 quesiti inerenti al programma del corso per definire il livello di apprendimento e la capacità di comprensione degli argomenti, la proprietà terminologica, la capacità di applicare le conoscenza acquisite, oltre ovviamente alle abilità comunicative in relazione alle basi teoriche della prevenzione e della valutazione del rischio per la salute e per l’ambiente.

- Dispense e presentazioni in formato pdf, a cura del docente, reperibili sulla piattaforma e-learning.
Per approfondimenti:
- Foà V., Ambrosi L. Medicina del lavoro. 2006. UTET Editore. Volume unico.
- Alessio L., Franco G, Tomei F. Trattato di Medicina del Lavoro. 2015. Piccin Nuova Libreria. Volume 2, Parte IV.

Orario di ricevimento
Contattare il docente mediante e-mail o telefono per stabilire un appuntamento.
Alcune tematiche di interesse comune possono essere approfondite o discusse avvalendosi del forum sulla piattaforma e-learning.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE