Università degli studi dell'Insubria

ECONOMIA BANCARIA

A.A. di erogazione 2014/2015

 (A.A. 2014/2015)
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (40 ore), Esercitazione (8 ore)

Il corso fornisce gli elementi di base delle problematiche, degli strumenti e dei vincoli nella gestione di una banca.
Lo studente dovrà essere in grado di comprendere e rappresentare i temi fondamentali e specifici della gestione delle banche.
I risultati di apprendimento attesi sono racchiusi in questi punti:
- comprendere i nessi tra obiettivi della gestione e aree specifiche della gestione di una banca
- comprendere le conseguenze in termini di flussi finanziari, di redditività e di rischio delle principali attività di una banca
- conoscere e comprendere i nessi tra scelte di gestione e vincoli derivanti dalla regolamentazione
- riconoscere gli impatti in termini di rischio delle principali attività della gestione
- conoscere e utilizzare la terminologia tecnica in uso anche a livello internazionale, e in particolare inglese

Prerequisiti: 

Conoscenza delle tematiche di struttura, funzioni e regolamentazione del sistema finanziario (intermediari e mercati), corrispondente ai contenuti dell’insegnamento di Economia degli Intermediari Finanziari (9CFU) erogato nella laurea triennale o insegnamenti analoghi erogati in altre università.

1. La banca come impresa: profili microeconomici
1.1. La rappresentazione del processo di produzione bancaria e dei suoi riflessi economici
1.2. Modelli giuridici e business model (tipologie dimensionali di banche, business mix e relazione con il territorio) gli impatti sulla gestione.
1.3 Gestione strategica e gestione tecnica nelle banche.
2. Obiettivi e vincoli della gestione
2.1. La creazione di valore come obiettivo principale della gestione
2.2. Equilibrio economico ed equilibrio finanziario
2.3. Le relazioni tra regole di vigilanza e principi di gestione
2.4. Attività e performance di una banca attraverso l’analisi del suo bilancio. Cenni.
3. La gestione bancaria come gestione di rischi
3.1. I rischi nell’impresa bancaria: tassonomia e tecniche di misurazione
3.2. La gestione finanziaria e integrata
3.3. Il rischio di credito: definizione, elementi di misurazione e gestione
3.4. Il rischio di mercato: definizione, elementi di misurazione e gestione
3.5. I rischi operativi e i rischi di reputazione: definizione, elementi di misurazione e gestione
4. Le tradizionali aree di gestione
4.1. La raccolta e la gestione del passivo
4.2. Gli impieghi
4.3. Il portafoglio titoli
4.4. La tesoreria e la liquidità
4.5 Composizione del patrimonio e politiche del patrimonio

Tipologia delle attività didattiche:
Il corso è basato su lezioni frontali. Annualmente sono organizzati seminari e testimonianze (2-3 di 2 ore ciascuno) di esponenti della professione bancaria e/o di studiosi ed esperti di specifiche tematiche.

M. Biasin, S. Cosma, M. Oriani (ed) (2013), La banca. Istituzione e impresa, Isedi, Torino.
Viene anche data indicazione di una lista di testi di riferimento per eventuali approfondimenti per iniziativa dello studente. Di volta in volta vengono suggerite letture di approfondimento e/o aggiornamento rispetto al testo.
Il materiale didattico (lucidi utilizzati nel corso delle lezioni) e letture e documentazione di riferimento vengono messi a disposizione nella piattaforma di e-learning del corso, con il procedere delle lezioni. I lucidi sono resi disponibili di volta in volta prima della lezione relativa.

Modalità di verifica dell’apprendimento:
È previsto il solo esame finale, al termine del corso. L’esame viene svolto in forma orale e verte su 5-6 domande riferite al programma del corso e finalizzate alla verifica del raggiungimento degli obiettivi di conoscenza del corso. L’esame orale comprende una prima parte di colloquio svolta con un collaboratore del docente e una seconda parte svolta dal docente titolare. A seconda della numerosità dei candidati il docente si riserva di proporre una prova scritta che verte su 10 domande, di cui 6 con risposta breve (definizioni) e 4 con risposta articolata. In questo caso, lo studente che desidera sostenere l’esame in forma orale ha la facoltà di richiederlo.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI