Università degli studi dell'Insubria

ECONOMIA DELLE ISTITUZIONI

A.A. di erogazione 2014/2015

 (A.A. 2013/2014)
L'insegnamento è composto da diversi moduli, consultare il dettaglio nella sezione Moduli.
Anno di corso: 
2
Crediti: 
12
Ore di attivita' frontale: 
80

Mod 1 - Economia della tassazione
L’obiettivo del corso è quello di fornire gli elementi conoscitivi utili a comprendere gli effetti economici delle imposte, con particolare attenzione al contesto istituzionale italiano

Mod 2 - Economia Monetaria e creditizia
Il corso è dedicato allo studio del rapporto tra moneta e credito e del ruolo macroeconomico della moneta e della finanza. Per affrontare questi temi verrà dedicato grande spazio all’analisi della crisi finanziaria dei mutui subprime che costituisce la causa immediata della più pesante crisi economica dopo la Grande Depressione degli anni ’30.

Mod 1 - Economia della tassazione
Nessuno

Mod 2 - Economia Monetaria e creditizia
Aver superato gli esami di Microeconomia e di Macroeconomia

Mod 1 - Economia della tassazione
Effetti economici delle imposte
- Principi e strumenti per un’analisi economica delle imposte tra equità (orizzontale e verticale) e efficienza (incidenza e neutralità)
Imposte e equità
- Gli obiettivi redistributivi dell’intervento pubblico
Imposte e imprese
- Gli effetti delle imposte sulle scelte delle società di capitali: distribuzione degli utili, investimento, finanziamento.

Tipologia delle attività didattiche: lezioni frontali

Mod 2 - Economia Monetaria e creditizia
1. Una schematica descrizione della crisi
a) La crisi finanziaria: sviluppo e crollo del mercato dei mutui subprime
b) Dalla crisi finanziaria alla Grande recessione: le tre fasi della crisi

2) Le spiegazioni dell’origine della crisi
a) La crisi dei mutui subprime e la politica monetaria americana (Taylor)
b) La crisi e il sistema bancario americano: la finanza ha creato una quantità eccessiva di rischio (Rajan)
c) L’eccesso di risparmio globale e la crisi (Bernanke)

3. La crisi e la teoria economica: la teoria neoclassica della finanza e la natura esogena della crisi
a) Il ruolo della finanza secondo la teoria neoclassica
b) Mercato della moneta e mercato del credito secondo la teoria neoclassica.
c) Intermediari finanziari e asimmetrie informative
d) La finanza come fattore di sviluppo economico.

4. La crisi e la teoria economica: l’approccio Keynes-Schumpeter alla teoria della finanza e la natura endogena della crisi
a) Hicks e le tre fasi dell’evoluzione del sistema bancario
b) Moneta bancaria e credito nell’analisi di Keynes e Schumpeter: la relazione tra moneta, decisioni di investimento e incertezza.
c) Moneta bancaria e sviluppo economico: l’analisi di Schumpeter
d) Decisioni di risparmio, ricchezza e speculazione: l’analisi di Keynes
e) La natura endogena della crisi: l’analisi Keynes-Minsky

Tipologia delle attività didattiche: lezioni frontali

Mod 1 - Economia della tassazione
- Longobardi, E. (2009), “Economia tributaria”, McGraw-Hill, Milano, seconda edizione
- Panteghini P.M. (2009), “La tassazione delle società”, Il Mulino, Bologna, seconda edizione
- Bosi P. e M.C. Guerra (2013), “I tributi nell'economia italiana”, Il Mulino, Bologna

Modalità di verifica dell’apprendimento: l’esame finale è in forma scritta

Mod 2 - Economia Monetaria e creditizia

-Bernanke, B. 2005. The global saving glut and the U.S. current account deficit, Sandridge Lecture, March 10, 2005.
-Bernanke, B. 2007. Global imbalances: recent developments and prospects, Bundesbank lecture, September 11, 2007.
-G.Bertocco: The role of credit in a keynesian monetary economy, Review of Political Economy, 17, 4, pp. 489-511, 2005.
-G.Bertocco: The characteristics of a monetary economy: a Keynes-Schumpeter approach, Cambridge Journal of Economics, 31, 1, pp.101-122, 2007.
-G.Bertocco: Finance and development: is Schumpeter’s analysis still relevant?, Journal of Banking and Finance,32, pp. 1161-1175, 2008.
-J. Hicks: Una teoria della storia economica, Utet 1971, pp. 108-111.
J.M.Keynes: A monetary theory of production, 1933. C.W. vol. XIII, pp.408-411.
J.M.Keynes: The distinction between a co-operative economy and an entrepreneur economy, 1933, C.W. vol. XXIX, pp. 76-87.
-J.M.Keynes: La Teoria generale del reddito, dell’occupazione e della moneta, 1936, cap. 12, Lo stato dell’aspettativa a lungo termine.
J.M.Keynes: La teoria generale dell’occupazione, dell’interesse e della moneta, 1936, cap. 13, La teoria generale del tasso d i interesse.
P.Krugman: Gli errori degli economisti, Internazionale, 18 settembre 2009, pp.30-39.
-B.McCallum: Monetary Economics, Macmillan, 1989, pp. 25-30.
Minsky H., 1975. John Maynard Keynes, Columbia University Press.
Minsky, H., 1980. Money, financial markets and the coherence of a market economy, Journal of Post Keynesian Economics, vol. 3, 21-31
Minsky H., 1982. Can 'It' Happen Again? Essays on Instability and Finance, M.E.Sharpe, New York.
-M. Pagano: Financial markets and growth, European Economic Review, 37, pp. 613-622, 1993.
S.Rossi: Miseria e nobiltà della finanza, Il Mulino, 6, dicembre 2008, pp.1055-1065.
-Rajan, R., Terremoti finanziari, Eiunaudi, 2012.
-J.Schumpeter: Bank credit and the ‘creation’ of deposits, History of Economic Theory, pp. 1110-1117, 1954.
- -G.Tabellini: Idee e regole per il mondo dopo la tempesta. Il Sole 24 ore 7-5-2009.
-G.Tabellini: Il mondo ritorna a correre L’Italia non si fermi. Il Sole 24 ore 24-6-2009.
-J. B. Taylor: Fuori Strada. Come lo Stato ha causato, prolungato e aggravato la crisi finanziaria. IBL libri, 2009; cap. 1: Cosa ha causato la crisi finanziaria, pp. 25-38.

Modalità di verifica dell’apprendimento: è prevista una prova scritta finale

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 2
Curriculum: ECONOMIA E DIRITTO DI IMPRESA

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 2
Curriculum: ECONOMIA E DIRITTO DI IMPRESA

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 2
Curriculum: ECONOMIA E DIRITTO DI IMPRESA