Università degli studi dell'Insubria

ASSET MANAGEMENT E PRIVATE BANKING

A.A. di erogazione 2014/2015

Laurea Magistrale in ECONOMIA, DIRITTO E FINANZA D’IMPRESA (EDIFI) (A.A. 2013/2014)
Docenti
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
40
Dettaglio ore: 
Lezione (40 ore)

Il corso analizza gli aspetti fondamentali della disciplina del wealth management, che
include i temi chiave della creazione di ricchezza, della gestione del portafoglio, della
corretta valutazione degli investimenti, della protezione del patrimonio, della
pianificazione per l’età non lavorativa e molti altri aspetti.
Il mercato cambia velocemente e gli operatori devono adattare le loro strategie per
ottimizzare la gestione della ricchezza; per questo durante il corso si analizzano
anche: i cambiamenti della gestione della ricchezza; le modifiche del profilo e delle
esigenze della clientela; i nuovi prodotti, i prezzi e i canali distributivi delle Private
Banks; una panoramica sui competitor e sui modelli di business.
Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di conoscere e comprendere le
tematiche gestionali attinenti alle scelte di investimento e di gestione della ricchezza.

Prerequisiti: 

Una buona conoscenza delle tematiche di base di “Economia dei mercati finanziari” è
tuttavia consigliata.

1. Il mercato della gestione della ricchezza.
a) Tipologie di operatori e business model: differenze tra private banking e banca
universale.
b) Strutture e organizzazione dei canali distributivi.
c) Il ruolo del relationship manager.
d) La segmentazione della clientela: criteri tradizionali e alternativi.
e) Il valore del cliente.
f) Contenuti e obiettivi del personal financial planning.
g) Un’introduzione alle applicazioni della finanza comportamentale nel Private
Banking.
2. Prodotti e servizi nel private banking: il processo di consulenza, asset
managment, investimenti alternativi e prodotti strutturati, consulenza legale e
fiscale, prodotti assicurativi, finanzia immobiliare, investimenti in arte.
3. Differenze tra fondi comuni di investimento e gestione di portafoglio. Differenze
tra fondi aperti e fondi chiusi.
4. Gestione del portafoglio: fattori che influenzano gli obiettivi di investimento;
strategie di investimento e valutazione; rischio, rendimento e la liquidità degli
investimenti.
5. Asset allocation strategica e tattica. L’analisi fondamentale e le fasi di valutazione.
6. Market timing e stock picking.
7. Stili e tecniche di gestione attiva e passiva.
8. Differenze tra analisi fondamentale e analisi tecnica. Il ruolo dell’analisi tecnica.
9. Valutazioni degli investimenti: il benchmark, il rendimento del portafoglio, i criteri
ed i modelli di valutazione delle performance corrette per il rischio, la selezione
dei gestori.
10. Valutazione della performance di un fondo e valutazione del NAV.

Tipologia delle attività didattiche:
Le lezioni saranno affiancate da incontri seminariali. Gli studenti parteciperanno in
modo attivo alla didattica, discutendo durante le lezioni i materiali oggetto del
programma di esame.

Il materiale didattico obbligatorio è il seguente:
1. Ferrari A. – Gualandri E. – Landi A. – Vezzani P., Il sistema finanziario: funzioni,
mercati e intermediari, Giappichelli, Torino, 2012: cap. VI (par. 1 e 4).
2. Musile Tanzi P. (a cura di), Manuale del private banker, Egea, Milano, 2007.
3. Schena C., Private banking e wealth management: una nuova sfida per le banche
italiane?, Sviluppo & Organizzazione, n. 194, 2002.
4. Assogestioni, Guida alla classificazione, 2012
http://www.assogestioni.it/index.cfm/3,154,565/07_40020.pdf
5. Assogestioni Benchmark e fondi comuni, 1999
http://www.assogestioni.it/index.cfm/3,154,567/09_92020.pdf
6. Assogestioni, Manuale per l'analisi della teoria e delle tecniche di valutazione della
perfomance di un portafoglio di investimento. Testo elaborato da Prometeia per
Assogestioni http://www.assogestioni.it/index.cfm/3,154,568/10_92030.pdf
7. Standard Italiani di Presentazione delle Performance degli Investimenti (IPPS) -
Versione italiana dei GIPS, 2008 (
http://www.assogestioni.it/index.cfm/3,134,4249/gips_italian_version_200... )
e aggiornamento del 2010
8. Merrill Lynch and Capgemini, World Wealth Report. 2011. (scaricabile dal seguente
indirizzo web http://www.it.capgemini.com/chi-siamo/report-pov/world-wealthreport-2011/
)
9. PriceWaterhouseCoopers, Global private banking and wealth management survey,
2011 http://www.pwc.com/gx/en/private-banking-wealth-mgmt-survey/globalprivat...
10. European SRI Study, Report 2010
http://www.eurosif.org/images/stories/pdf/Research/Eurosif_2010_SRI_Stud...
11. PriceWaterhouseCoopers, Responsible investment: Creating value from
environmental, social and governance issues, 2012
http://www.pwc.com/gx/en/sustainability/publications/private-equity-surv...
12. PriceWaterhouseCoopers, Guide to tax and wealth management, 2012
http://cfodirect.pwc.com/CFODirectWeb/Controller.jpf?ContentCode=KOCL-
8MUPHA&ContentType=Content
13. Assogestioni, Futuro di valore: Fondi pensione socialmente responsabili, 2004
http://www.assogestioni.it/asso/comunicazione/pubblicazioni/futuro_valor...
Altro materiale obbligatorio (slide delle lezioni, esercitazioni e materiali di
approfondimento) sarà progressivamente reso disponibile on line sulla piattaforma di
e-learning.
Nessun altro materiale didattico (dispense, riassunti, ecc.) è autorizzato dal Docente.

Modalità di verifica dell’apprendimento:
L’esame si compone esclusivamente di una prova finale scritta, della durata di un’ora
e mezza, articolata in 5 domande teoria a risposta aperta.
Ai fini del superamento dell’esame è necessario conseguire una valutazione di almeno
18/30esimi.
Non è prevista né possibile alcuna integrazione orale
Lo studente che consegue nella prova scritta un punteggio inferiore a 15/30 non può
sostenere l’esame nell’appello successivo della medesima sessione di esami.

Mutuato da

clicca sulla scheda dell'attività mutataria per vedere ulteriori informazioni, quali il docente e testi descrittivi.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 1
Curriculum: FINANZA, MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI