Università degli studi dell'Insubria

MANAGEMENT

A.A. di erogazione 2013/2014

 (A.A. 2013/2014)
Docenti
COLOMBO GIANLUCA
Anno di corso: 
1
Crediti: 
12
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
80

Il corso è volto a trasmettere i concetti e i modelli base dell’economia d’azienda, del management e della strategia d’impresa, fornendo una visione unitaria della struttura e del funzionamento delle aziende e delle principali scelte strategiche in una prospettiva sia analitico-descrittiva che decisionale.

Al termine del corso gli studenti devono dunque dimostrare di aver acquisito la terminologia propria delle discipline economico-aziendali e di aver appreso i modelli di rappresentazione della struttura, della strategia, della gestione e delle condizioni di esistenza dei vari istituti che svolgono l’attività economica, e in particolare delle imprese.

Prerequisiti: 

nessuno

Il corso è diviso in due parti (Parte A e Parte B)

La parte A ha l’obiettivo di trasmettere i concetti e i modelli base dell’economia d’azienda e del management, fornendo una visione generale e unitaria della struttura e del funzionamento delle aziende e compiendo alcuni approfondimenti su elementi specifici quali l’assetto istituzionale e di governo, l’attività economica, il patrimonio, il principio e le condizioni di economicità. Il tutto sia in chiave descrittiva di rappresentazione dei fenomeni economico-aziendali, sia in chiave decisionale-normativa di analisi delle scelte a monte di tali fenomeni e delle logiche relative.

La parte B si propone di introdurre i fondamenti della strategia di impresa e di illustrare il processo che porta alla sua elaborazione, sia nelle componenti di analisi (ambientale, settoriale ed aziendale) che di implementazione (definizione e scelta della strategia d’impresa). Il corso si propone inoltre di approfondire le modalità di individuazione e valutazione delle modalità di sviluppo strategico disponibili a livello corporate (integrazione verticale, outsourcing, diversificazione, internazionalizzazione), anche in considerazione delle più recenti tendenze in atto nel mondo delle imprese. Sarà integrata con seminari di presentazione di casi aziendali.

Programma analitico - Parte A

A) I CONCETTI BASE

• Presentazione del corso. Il Management e l’Economia aziendale
• Le persone e l’attività economica
• Gli istituti, le aziende e la specializzazione economica

B) LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DELLE AZIENDE: UNA VISIONE D’INSIEME, ALCUNI ELEMENTI SPECIFICI

• La struttura delle aziende e le scelte strategiche
• Gli assetti istituzionali
• Le strutture e i processi di governance
• Le combinazioni economiche e la loro articolazione
• Le combinazioni economiche e le scelte strategiche
• Il patrimonio

C) LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DELLE AZIENDE: ALCUNE DECISIONI CHIAVE

• Le scelte di dimensione e le economie di scala, di saturazione della capacità produttiva e di apprendimento
• Le scelte di struttura dei costi
• Le scelte di diversificazione e le economie di raggio di azione
• Le scelte di internalizzazione ed esternalizzazione e le economie di transazione
• Le scelte di formazione e sviluppo del patrimonio

D) I RISULTATI E LE CONDIZI0NI DI CONTINUITA’ DELLE AZIENDE

• Il principio di economicità

Programma analitico - Parte B

A) L’ANALISI DELL’AMBIENTE DI RIFERIMENTO

• L’analisi ambientale
• La definizione del campo di attività: settore, mercato e business
• La valutazione del posizionamento competitivo
• L’analisi orizzontale: struttura del mercato e livello concorrenziale
• L’analisi verticale: distribuzione del potere contrattuale con fornitori e clienti
• Il ponte tra analisi esterna e analisi interna: fattori critici di successo e fattori igienici

B) L’ANALISI INTERNA: RISORSE E COMPETENZE PER IL VANTAGGIO COMPETITIVO

• Perché effettuare l’analisi delle risorse e competenze?
• Risorse interne e risorse esterne all’impresa
• L’analisi delle risorse e competenze
• Risorse e competenze e vantaggio competitivo

C) LA SCELTA DELLA STRATEGIA DI BASE

• La necessità di un orientamento strategico di fondo
• Le opzioni strategiche di base
• La leadership di costo
• La differenziazione
• La focalizzazione
• I limiti della schematizzazione di base e le possibilità di un suo ripensamento

D) LE STRATEGIE A LIVELLO CORPORATE

• Condizioni e vettori di sviluppo
• Lo sviluppo orizzontale del mercato
• Lo sviluppo verticale per integrazione
• Lo sviluppo per diversificazione
• Lo sviluppo internazionale
• Il dibattito sulla diversificazione
• Le ragioni della diversificazione
• Le modalità della diversificazione (correlat

PARTE A:

G. Airoldi – G. Brunetti – V. Coda, Corso di Economia Aziendale, Il Mulino, 2005, Cap. 1.1, 1.2, 1.3, 2, 3.1, 3.2, 3.3, 3.4, 3.5, 3.6, 4.1, 4.2, 4.3, 4.4, 5, 9.1, 11.1, 11.2, 11.3, 11.4, 11.5, 12.1, 12.2, 12.3, 14, 16.1, 16.2, 16.3, 16.4, 17.1, 17.2, 17.3.

I casi aziendali indicati nel programma saranno resi disponibili in piattaforma, insieme ad alcuni articoli selezionati di attualità.

PARTE B:

Cotta Ramusino E. – Onetti A. Strategia d’impresa, Il Sole 24 Ore Libri, Milano, 4a Edizione, 2013, Cap. 3, 4.1, 4.2, 4.3, 5, 6.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2012/2013

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2011/2012

Anno di corso: 1
Curriculum:

A.A. 2010/2011

Anno di corso: 1
Curriculum: