Università degli studi dell'Insubria

STORIA E RISORSE DELLA MONTAGNA

A.A. di erogazione 2015/2016

 (A.A. 2013/2014)

Docenti

METZELTIN SILVIA
L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
STORIA DELLA SCIENZA E DELLE TECNICHE (M-STO/05)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (48 ore)

Obiettivi dell’insegnamento e risultati di apprendimento attesi
Il Corso intende:
• integrare e contestualizzare conoscenze storiche e naturalistiche di base per una comprensione della peculiarità di “Civiltà alpine” in generale;
• portare a riconoscere l’evoluzione ambientale, climatica, sociale, economica, nel passato e nell’attuale dinamica accelerata dei fenomeni;
• stimolare una visione culturale poliedrica e interdisciplinare;
• fornire strumenti cognitivi per comunicare e interagire con competenza nella gestione di territori montani, compresa l’informazione equa nei processi sociali partecipativi.
I risultati attesi comprendono:
• capacità di selezionare gli argomenti trattati, confrontando le differenti interpretazioni
• capacità di esporre e argomentare con autonomia di giudizio e senso critico i collegamenti più significativi tra le tematiche trattate;
• capacità di affrontare lo studio con un approccio aperto alle interazioni interdisciplinari;
• capacità di esprimersi con un linguaggio corretto, in grado di evidenziare un'adeguata padronanza dei concetti trattati.

Modalità di verifica dell’apprendimento
L’esame finale consiste in un colloquio che verifichi il possesso delle nozioni geografiche e naturalistiche basilari, come pure la conoscenza di genesi e sviluppo di situazioni storiche e attuali. Di norma saranno formulate una o due domande riferite ai testi e al materiale didattico: verranno formulate anche una o due domande tese a accertare la capacità di contestualizzare lo studio con i propri interessi personali. Per ottenere un voto di eccellenza (a partire da 28/30) è richiesto anche un approfondimento tematico (scritto e/o verbale), da concordare individualmente durante il corso.

È richiesto il possesso delle nozioni geografiche e naturalistiche basilari come pure la conoscenza di genesi e sviluppo di situazioni storiche e attuali.

• Il territorio come sedimento storico. Indagini classiche e nuove prospettive. Visione eco-storica, interculturale e interdisciplinare.
• Le Alpi come modello di studio fisico e antropologico. Le montagne del Mediterraneo e della Terra. Caratteristiche morfologiche e climatiche. Variazioni climatiche attuali. Influenza del modellamento glaciale. Limiti di trasferimento del modello.
• Glaciazioni e oscillazioni climatiche. Espansione delle civiltà dal Mediterraneo alle Alpi. Archivi geo-archeologici e botanici. Antropizzazioni montane nomadi e stanziali. Genetica, Demografia, Emigrazioni, Immigrazioni.
• La ricerca storiografica e i suoi archivi. Testimonianze letterarie e artistiche. Sviluppo e tramonto delle autonomie montanare. Beni comuni e usi civici. Rapporti tra Storia e Geografia dal XIX sec. Città pedemontane e di montagna. La Geopolitica delle Alpi. Regioni, confini e frontiere.
• Il Paesaggio: concetto, evoluzione, cura. La riscoperta dei paesaggi terrazzati. Gestione del patrimonio ambientale. Il mito della “wilderness” e le aree protette.
• Risorse primarie e condizionamenti dello sviluppo. La cultura montana creativa. Identità concreta, natura mitica e falso folclore. La montagna urbanizzata. Benefici e distorsioni del turismo. Beni naturalistici, storici e tecnici. Archeologia industriale alpina.
• Cartografia e toponomastica. Gruppi etnici, minoranze, cosmopolitismo alpino. Identità e convivenze multiculturali. Contraddizioni e disagi sociali nel passato e nel presente. Recupero dei Beni Comuni e nascita di Percorsi Partecipativi.

Testi e materiale didattico
Hansjörg KÜSTER, Piccola storia del paesaggio. Uomo, mondo, rappresentazione, Roma, Donzelli, 2010
Paul GUICHONNET, Geografia e storia nel destino delle Alpi. Riflessioni sulla geopolitica delle Alpi, in Le trasformazioni del paesaggio alpino, Atti 92-94, Belluno, Fondazione Angelini – Centro Studi sulla Montagna, pp. 31-46 (testo disponibile sul sito e-learning)
Ulteriore materiale didattico verrà distribuito a lezione e in parte riportato sul sito e-learning. Verranno inoltre presentati e consigliati altri testi integrativi.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE