BIOTECNOLOGIE ALIEUTICHE

A.A. di erogazione 2013/2014

 (A.A. 2013/2014)

Docenti

L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
ZOOCOLTURE (AGR/20)
Crediti: 
4
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
32
Dettaglio ore: 
Lezione (24 ore), Esercitazione (4 ore), Laboratorio (4 ore)

Il corso tratta in chiave biotecnologica di Biologia Marina applicata e comprende aspetti finalizzati alla gestione ed allo sfruttamento sostenibile della risorsa marina, in un duplice quadro generale, di risorsa alimentare di importanza mondiale e di potenziale risorsa per l’estrazione di molecole nutraceutiche o farmacologicamente attive. Lo studente, attraverso lezioni frontali, esercitazioni di laboratorio e visite su campo, acquisirà conoscenza delle caratteristiche abiotiche e biotiche dei corpi idrici, al fine di comprenderne le principali applicazioni tecnologiche progettate per far fronte alle peculiari condizioni ambientali del mondo acquatico. Egli acquisirà inoltre conoscenza circa le principali tecnologie biologiche per la produzione e per l’estrazione di nutrienti e molecole ad attività farmacologica dagli organismi marini.

Conoscenze di base di Zoologia, Fisiologia e Biologia dello Sviluppo. E’ utile la conoscenza di discipline relative alla biologia marina ovvero basi di biotecnologie animali. E’ necessario che lo studente abbia una buona conoscenza della lingua inglese, per leggere le diapositive del Docente, per comprendere testi e pubblicazioni, quindi per comprendere testi di filmati proiettati nel corso delle lezioni.

Le Biotecnologie Marine nell’ottica della crescita e dei fabbisogni della popolazione mondiale: Crescita della popolazione mondiale, dinamiche e limiti imposti dalle risorse agro-alimentari del Pianeta. Le rivoluzioni agricole del XIX e XX secolo: la produzione industriale di fertilizzanti azotati; la rivoluzione genetica nella produzione di cereali; i limiti attuali ed il ruolo complementare, sempre più rilevante, dello sfruttamento delle risorse alieutiche. Come le biotecnologie marine possono contribuire all’alimentazione del Pianeta.
- La vita nell’ambiente acquatico: Pressioni ambientali di natura fisica e chimica, adattamento a variazioni di temperatura, salinità, pH, luce, nutrienti inorganici. Gli ambienti acquatici: bentonico, planconico, nectonico, neustonico, con esempi di cicli biologici. Reti trofiche e trasferimento di nutrienti.
- Produzioni alieutiche: Le produzioni alieutiche nell’alimentazione della popolazione mondiale del XXI secolo. Fabbisogno di prodotti alieutici per l’alimentazione umana e crisi della pesca. Accquacoltura maricoltura come risorse supplettive della pesca. Acquacoltura: un’antica biotecnologia agroalimentare, per l’allevamento di pesci, crostacei e molluschi. Speciali applicazioni biotecnologiche in acquacoltura. Allevamenti in acqua ricircolata, bioreattori per la depurazione delle acque, gestione dei biofiltri. L’attività produttiva in mare aperto: sistemi di allevamento in fattorie marine; la tecnologia, l’alimentazione, ruolo delle biotecnologie per il controllo della qualità dell’ambiente di allevamento.
- Principi di nutrizione alieutica: Nutrienti caratteristici dell’ambiente acquatico: acidi grassi a lunga catena tipo n-3 (EPA e DHA), taurina, iodio, selenio. Fabbisogni mondiali di EPA e DHA secondo l’OMS ed attuale condizione di carenza della risorsa; approcci biotecnologici potenzialmente applicabili per ridurre il deficit nutrizionale mondiale; consumo di prodotti alieutici e benessere della popolazione umana: prevenzione di patologie croniche degenerative e contenimento dei costi sociali. Ruolo delle biotecnologie per la produzione di mangimi ecocompatibili.
- Molecole dal mare: Specie marine di interesse farmacologico o nutraceutico. Esempi di produzione di nutrienti, molecole nutraceutiche e ad attività farmacologica, oli per impiego alimentare ed industriale, molecole con caratteristiche meccaniche, isolanti, ritardanti. Altre molecole di particolare interesse.
- Biotecnologie ambientali marine: Biofiltri batterici; biotecnologie per il recupero degli ambienti acquatici degradati; la tecnologia Biofloc per il recupero produttivo dei nutrienti.

Appunti e slide del Docente; pubblicazioni in .pdf fornite dal Docente a lezione.