Università degli studi dell'Insubria

ECONOMIA MONETARIA E CREDITIZIA

A.A. di erogazione 2012/2013

Laurea Magistrale in IMPRENDITORIALITÀ E MANAGEMENT INTERNAZIONALE (A.A. 2012/2013)
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
ECONOMIA POLITICA (SECS-P/01)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
40
Dettaglio ore: 
Lezione (40 ore)

Il Corso intende illustrare come variabili finanziarie e variabili macroeconomiche reali interagiscano tra loro nel determinare le fluttuazioni cicliche del sistema economico.

Prerequisiti: 

nessuno

1. Il ruolo della moneta nella storia del pensiero economico.

La moneta nello schema economico neoclassico come mezzo di pagamento ed unità di conto. La rivoluzione Keynesiana: i meccanismi causali nella rappresentazione del sistema economico secondo il modello di Keynes. Il tasso d’interesse come fenomeno monetario e la teoria della preferenza per la liquidità. Il sistema economico in assenza di piena occupazione ed efficacia/inefficacia della politica monetaria: la trappola della liquidità.
La curva di Phillips e la risposta monetarista degli anni ’60: il modello di Friedman-Phelps con illusione monetaria.
La nuova macroeconomia neoclassica di Lucas e Sargent: le aspettative razionali e la superneutralità della moneta. L’assenza di dicotomia tra breve e lungo periodo.

2. Settore finanziario e dinamica economica
Le asimmetrie informative ed il ruolo degli intermediari finanziari. La relazione che sussiste tra assets finanziari, bilanci degli operatori finanziari e dinamiche macroeconomiche. La teoria dell’acceleratore finanziario.
Le recenti evoluzioni dei sistemi finanziari: Il processo di cartolarizzazione; le asset-back securities; le operazioni “repos” sui mercati finanziari.
I nuovi modelli new-keynesian (DSGE model) con rigidità nominali, mercati imperfetti e frizioni creditizie.

3. I modelli post-Keynesiani di instabilità finanziaria alla “Minsky” e ciclo economico.
La critica post-Keynesiana ai modelli DSGE. I modelli post-Keynesiani di instabilità endogena dei mercati finanziari: dinamica dei prezzi degli assets finanziari, bolle speculative ed instabilità macroeconomica.
Introduzione ai modelli Stock-Flow-Consistent (SFC).

CFU: 6

BIBLIOGRAFIA:

Bertocco, G. (2010) – Appunti di Economia Monetaria (corso progredito). Scaricabili dalla pagina web del docente.

Bernake, B.S. and Blinder, A.S. (1988) – Credit, Money and Aggregate Demand, American Economic Review, vol. 78(2), pp. 435 – 439.

Gertler, M. (1995) – Financial Structure and Aggregate Economic Activity: An Overview, Journal of Money, Credit and Banking, vol. 20 (3), pp. 559 – 593.

Stein, J. (2010) – Securitization, Shadow Banking, and Financial Fragility, Deadalus (Fall 2010), pp. 41 – 51.

Taylor, L. (2011) – Growth, Cycles, Asset Prices, and Finance, New School for Social Research Working Paper n. 01/2011.

Woodford, M. (2010) – Financial Intermediation and Macroeconomic Analysis, Journal of Economic Perspectives, vol. 24 (4), pp. 21 – 24.

Mutuazioni

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2011/2012

Anno di corso: 1
Curriculum:
Anno di corso: 2
Curriculum: