IGIENE AMBIENTALE ED OCCUPAZIONALE APPLICATA

A.A. di erogazione 2020/2021

Laurea Magistrale in SCIENZE AMBIENTALI
 (A.A. 2020/2021)

Docenti

L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
MEDICINA DEL LAVORO (MED/44)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (48 ore)

OBIETTIVI FORMATIVI
L’obiettivo generale dell’attività di insegnamento è quello di preparare il laureato alla conoscenza dei criteri per affrontare, su base scientifica, le sfide concrete rappresentate da contaminanti ambientali e agenti di rischio al tema della tutela ambientale, con particolare attenzione ai fattori emergenti in grado di influenzare la salute pubblica ed occupazionale e ai risvolti più attuali nella valutazione del rischio da agenti di classici.
Il corso avrà una valenza altamente applicativa: dopo aver introdotto l’argomento, si affronteranno le più comuni e attuali problematiche nella valutazione del rischio chimico, fisico e biologico e si forniranno agli studenti i criteri e le strategie per la loro risoluzione, mediante analisi e discussione di casi studio reali.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Lo studente, una volta terminato il corso, sarà in grado di:
1. affrontare con cognizione di causa e secondo criteri scientifici, le problematiche igienistico-tossicologiche più comuni negli scenari reali, di vita e di lavoro
2. discutere i principali problemi legati all’igiene ambientale
3. comprendere i fattori di rischio di maggiore rilevanza
4. prendere decisioni sull’accettabilità del rischio producendo una adeguata reportistica tecnica.

È utile, per la comprensione del corso, conoscere i fondamenti teorici dell''Igiene Ambientale ed Occupazionale, come i principali agenti di rischio
per la salute umana. Sono inoltre molto utili basi di Biologia generale, di Fisica, Chimica inorganica ed organica e Chimica dell’ambiente. Si intende assodata la comprensione della lingua inglese scritta

Igiene Occupazionale e relative figure professionali:
- l'igienista industriale: conoscenze e competenze ai sensi della UNI 11711
- la figura professionale dell'HSE Manager
- responsabile e addetto al servizio di prevenzione e protezione (SPP)

Problemi applicativi nell’igiene ambientale e occupazionale:
- criticità pratiche nella valutazione del rischio chimico
- la valutazione dell'esposizione ad agenti chimici: quali gli approcci numerici e statistici utili al confronto con un valore limite
- tecniche di source identification e source apportionment (solo nuovo ordinamento)

Fattori di rischio emergenti o di particolare rilevanza:
- RISCHI CHIMICI:
> i nanomateriali ingegnerizzati
> agenti di rischio antichi con nuovi risvolti: silice cristallina e polveri di legno duro
> il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico: reti di monitoraggio della qualità dell'aria urbana, remote sensing e controllo satellitare
- RISCHI BIOLOGICI:
> legionella Pneumophila
> il caso SARS-CoV-2 (coronavirus). Il ruolo dei professionisti della prevenzione (solo nuovo ordinamento)
- RISCHI TRASVERSALI:
> la movimentazione manuale dei carichi

Profili di rischio ambientali e occupazionali (con esempi di relazioni con dati reali):
- comparto ospedaliero
- siderurgia
- comparto metalmeccanico e galvanico
- la lavorazione del legno
- industria estrattiva, della ceramica, del vetro e cemento
- agricoltura

Valutazione della qualità dell’aria negli ambienti indoor (solo nuovo ordinamento)
> come programmare ed eseguire un’indagine
> esempi di studi in abitazioni, ambienti scolastici e uffici
> un approccio alternativo: la modellistica della qualità dell'aria negli ambienti indoor. Applicazione al caso dell’utilizzo domestico di candele.

Valutazione di impatto ambientale e valutazione ambientale strategica
- il quadro generale della VIA, VAS e VIC
- la valutazione di impatto sanitario con un esempio reale (il caso EXPO 2015)

Lezioni frontali con esempi pratici e casi studio
Le lezioni frontali affiancano ad un approccio teorico robusto la discussione di esempi pratici e di casi studio, in modo da fornire allo studente
Nel corso delle lezioni il docente incoraggia costantemente l’interazione con gli studenti, attraverso momenti di discussione e analisi condivisa delle tematiche presentate, al fine di stimolare lo sviluppo di un pensiero critico in merito alla valutazione e gestione del rischio chimico, fisico e biologico per la salute umana, oltre a sviluppare la capacità di analisi critica e di fare correlazioni interdisciplinari (con la tossicologia, la chimica dell’ambiente, dell’atmosfera e analitica, la microbiologia)

La verifica è strutturata in una prova finale di tipo orale, relativa al contenuto del materiale fornito su piattaforma e-learning. Per superare la prova, lo studente dovrà dimostrare una adeguata conoscenza teorica degli argomenti trattati e capacità di esporre in maniera appropriata le conoscenze acquisite. Nelle risposte si valuterà positivamente la correttezza terminologica e la capacità di proporre un corretto approccio metodologico per la valutazione del rischio e degli impatti in scenari ipotetici (ambienti di vita e di lavoro).
Il superamento dell’esame è legato all’esito positivo (valutazione minima di 18/30).

Più nello specifico: la prova orale, della durata di circa 30 minuti, si compone di tre differenti tipologie di quesiti tesi ad accertare: 1) capacità di presentare in modo completo un argomento (o parte di un argomento) trattato nel corso; 2) capacità di rispondere in modo sintetico e preciso ad una richiesta specifica; 3) capacità di utilizzare le conoscenze e le abilità acquisite al fine di analizzare problematiche trattate esplicitamente nel corso e proporre adeguate metodologie per la loro risoluzione.

Libro: nessuno
Sarà fornito e messo a disposizione tutto il materiale utilizzato per le lezioni (slides, articoli scientifici, esempi di relazioni tecniche, etc.) sul sito e-learning.

Il Docente è a disposizione in aula al termine delle lezioni e nel suo ufficio (DiSAT, Piano -1 Edificio Anello di via Valleggio 11, Como), previo appuntamento mediante richiesta via e-mail (andrea.cattaneo@uninsubria.it)