ECONOMIA E FINANZA DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE

A.A. di erogazione 2020/2021
Insegnamento a scelta tra

 (A.A. 2020/2021)
L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
1
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
40

“Economia e Finanza delle imprese di assicurazione”.
OBIETTIVI FORMATIVI
Obiettivo dell’insegnamento è acquisire conoscenze e competenze sulle tematiche di gestione delle imprese di assicurazione e di valutazione dei rischi connessi alle aree di gestione tipica.
L’insegnamento è suddiviso in due parti dedicate, l’una, alle tematiche gestionali e, l’altra, alle tematiche quantitative connesse alla valutazione dei rischi.
In particolare, la prima parte del corso (20 ore - Prof. Schena) mira a far acquisire le conoscenze sugli strumenti operativi, le problematiche gestionali determinate dalle scelte strategiche e dai condizionamenti del contesto di mercato e delle previsioni normative e regolamentari, le innovazioni introdotte in ambito assicurativo dallo sviluppo della digitalizzazione finanziaria e dall’ingresso sul mercato delle imprese InsurTech e Big Tech.
La seconda parte del corso (20 ore - Prof. Redaelli) mira a far acquisire le conoscenze metodologiche e gli strumenti quantitativi per il Risk Management in un’impresa di assicurazione. Verranno trattate le tematiche relative alla governance dei rischi, alla definizione del Risk Appetite Framework (RAF) e all’Own Risk and Solvency Assessment (ORSA). Tali argomenti saranno approfonditi, in particolare, con riferimento ai rischi mercato, di liquidità e controparte.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Al termine dell’insegnamento lo studente avrà acquisito una terminologia tecnica avanzata e sarà in grado di argomentare in modo analitico e critico le tematiche trattate nelle due parti del corso.
In particolare, con riferimento alla prima parte del corso lo studente:
- sarà in grado di valutare i prodotti assicurativi;
- avrà compreso e saprà argomentare i temi fondamentali e specifici della gestione di una compagnia di assicurazione e le ricadute in termini di redditività, rischio e solvibilità;
- saprà leggere e analizzare i dati e le informazioni del bilancio e degli altri documenti societari;
- saprà interpretare l'evoluzione e le innovazioni del settore assicurativo.
Con riferimento alla seconda parte del corso lo studente:
- avrà compreso la struttura del regime di solvibilità e del sistema di controllo e gestione dei rischi in una impresa di assicurazione.
- sarà in grado di misurare il profilo di rischio e il requisito di capitale di un’impresa di assicurazione relativamente ai rischi mercato, di liquidità e controparte.
- sarà in grado di impostare il calcolo della Risk Tolerance coerentemente con la regolamentazione del settore assicurativo.

Non sono previste propedeuticità. Tuttavia, una comprensione dei contenuti del corso è facilitata da una buona conoscenza di base delle tematiche di economia degli intermediari finanziari e delle caratteristiche tecniche dei principali contratti assicurativi, nonché del pricing degli strumenti finanziari (azioni, obbligazioni e strumenti finanziari derivati) e della teoria del portafoglio (criterio media-varianza, frontiera efficiente, Capital Asset Pricing Model).

L’insegnamento è suddiviso in due parti.

PRIMA PARTE - Prof.ssa Schena:
1. La regolamentazione dell’attività assicurativa (cenni) [1 ora]
2. Processo produttivo e profili gestionali delle imprese di assicurazione [2 ore]
3. Definizione e gestione delle riserve delle imprese di assicurazione e le politiche di investimento [6 ore]
4. Le condizioni di solvibilità, economicità ed equilibrio finanziario della gestione assicurativa [6 ore]
5. Evoluzione della struttura dell’industria assicurativa e dei business model: le innovazioni produttive e distributive e il nuovo scenario competitivo determinato dalla digitalizzazione delle attività assicurative e dall’ingresso nel mercato di nuovi operatori (InsurTech e Big Tech) [5 ore]

SECONDA PARTE - Prof.ssa Redaelli:
1. Il regime di solvibilità per le imprese di assicurazione [3 ore]
2. Il sistema di controllo e gestione dei rischi in una impresa di assicurazione [3 ore]:
a. La governance del rischio nelle imprese di assicurazione.
b. Il processo di risk management.
3. I rischi mercato, liquidità e controparte [8 ore]:
a. Definizione e identificazione dei rischi.
b. Strumenti e modelli di misurazione dei rischi.
4. Il profilo di rischio [6 ore]:
a. Definizione e calcolo del profilo di rischio;
b. Definizione e calcolo della Risk Tolerance.

Per la prima parte, i metodi didattici si articolano in lezioni frontali arricchite dall’analisi di casi pratici ed eventuali testimonianze operative. Gli studenti parteciperanno in modo attivo alla didattica, discutendo durante le lezioni i materiali oggetto del programma di esame. Le lezioni frontali consentono una interazione diretta con gli studenti, che, a seguito della spiegazione del docente, possono porre domande e a loro volta essere sollecitati su casi e questioni specifiche. Le eventuali testimonianze realizzate in incontri seminariali servono a creare un contatto con realtà operative capaci di offrire aggiornamenti tecnici e pratici sulle tematiche oggetto dell’insegnamento, nonché spunti di riflessione per la soluzione di problemi operativi.
Per la seconda parte, l’insegnamento si articola in:
a) Lezioni frontali di illustrazione degli aspetti teorici. Le lezioni frontali consentono un'interazione diretta con gli studenti, permettendo così di verificare la comprensione dei temi trattati e chiarire eventuali dubbi sorti durante le spiegazioni del docente.
b) Applicazioni pratiche / case studies. Al termine della presentazione teorica di ciascun argomento, saranno descritti casi aziendali nei quali trovano applicazione i modelli teorici illustrati. L’obiettivo è spiegare agli studenti come impostare e risolvere problemi concreti, utilizzando quanto studiato da un punto di vista teorico. I case studies verranno svolti con il supporto di file excel preimpostati dal docente, nei quali gli studenti impareranno a organizzare i dati e le informazioni, impostare i calcoli in modo parametrico e svolgere analisi di sensitivity.

Allorquando sia previsto lo svolgimento di esami a distanza, la prova finale sarà orale e svolta su Teams. L'esame sarà considerato superato con una votazione minima di 18/30 su ciascuna delle due parti in cui è suddiviso l’insegnamento; il voto finale, espresso in trentesimi, sarà dato dalla media aritmetica delle votazioni conseguite in ciascuna delle due parti. La Commissione si riserva la facoltà di assegnare la lode a fronte di risposte esaustive e che dimostrino elevate capacità analitiche e senso critico.
Per la prima parte, lo studente dovrà dimostrare di aver raggiunto i “risultati di apprendimento attesi” con riferimento ai “contenuti” della prima parte dell’insegnamento. In particolare, il docente valuta positivamente: la capacità di organizzare discorsivamente la conoscenza; la capacità di ragionamento critico sullo studio realizzato e la profondità dell’analisi; la qualità dell’esposizione; la competenza nell’impiego del lessico specialistico; l’efficacia e la linearità argomentativa.
Per la seconda parte: lo studente dovrà discutere lo svolgimento dei case study, illustrando le analisi e i calcoli svolti. Alla fine del corso, il docente assegnerà agli studenti tre case studies, inerenti ai principali argomenti trattati nelle lezioni frontali. Verranno valutati: la capacità di contestualizzare i modelli e le metodologie appresi; la qualità dell’esposizione, inclusa la proprietà del lessico specialistico; la profondità dell’analisi e la capacità di ragionamento critico.
Gli studenti, ai fini del sostenimento dell’esame, possono usufruire anche delle prove intermedie previste dal calendario didattico del secondo semestre; la prima prova intermedia si incentrerà sulla prima parte di insegnamento (Prof. Schena) e la seconda prova intermedia si incentrerà sulla seconda parte di insegnamento (Prof. Redaelli). Qualora una delle due prove intermedie risultasse insufficiente, l’esame sarà sostenuto nel suo complesso dallo studente nei normali appelli di esame.

I testi obbligatori sono i seguenti:

PRIMA PARTE - Prof.ssa Schena:
1. Antonella Cappiello, “L'attività assicurativa. Regole, gestione, business models”, Franco Angeli Editore, 2018. (https://www.francoangeli.it/Ricerca/scheda_libro.aspx?id=24978 )
2. Antonella Cappiello, “The Digital (R)evolution of Insurance Business Models”, American Journal of Economics and Business Administration, 2020, Volume 1: 1.13. (disponibile al seguente link https://thescipub.com/pdf/ajebasp.2020.1.13.pdf )
3. IVASS (disponibile al seguente link https://www.ivass.it/pubblicazioni-e-statistiche/pubblicazioni/relazione... ):
a. “Relazione sull'attività svolta dall'Istituto nell'anno 2019”, Roma, 18 giugno 2020, parti scelte indicate dal docente;
b. “Considerazioni del Presidente”, Roma, 18 giugno 2020.
4. Slide e eventuali altri materiali didattici di supporto messi a disposizione dal docente sulla pagina e-learning del corso

SECONDA PARTE - Prof.ssa Redaelli:
5. John Hull, Opzioni Futures e Altri Derivati, Pearson Prentice Hall, ultima edizione disponibile
6. EIOPA, Solvency II, https://www.eiopa.europa.eu/
7. Dispense ed articoli indicati dal docente e a disposizione sulla pagina e-learning del corso.

Nessun altro materiale didattico (dispense, riassunti, ecc.) è autorizzato dalle docenti.

L’orario di ricevimento delle docenti è indicato nella loro pagina web sul sito di Ateneo.