LINGUAGGI DEL PENSIERO

A.A. di erogazione 2021/2022
Insegnamento a scelta tra

 (A.A. 2020/2021)

Docenti

Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI (M-FIL/05)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
64
Dettaglio ore: 
Lezione (64 ore)

Il corso si propone di definire ed analizzare la riflessione filosofica con un approccio integrato, storico, filosofico e narrativo alla contemporaneità, in grado di affrontare, con adeguata capacità critica, temi di carattere filosofico. Per questa ragione il corso si propone di fornire i principali strumenti metodologici utili alla comprensione dello specifico contesto culturale del XX secolo, favorendo una pluralità di approcci ermeneutici che, soprattutto nell’età contemporanea, hanno contraddistinto la riflessione filosofica. Un’attenzione particolare verrà dedicata all’analisi critica dei testi con l’obiettivo di coglierne le linee essenziali, nonché lo sviluppo delle differenti forme concettuali e l’esplicitazione delle differenti categorie e la disamina del linguaggio utilizzato dall’Autore preso in considerazione
Attraverso un rapporto diretto con le fonti (in tutti i suoi formati) si favorisce nel discente una comprensione critica dei testi presi in considerazione, favorendo un approfondimento storico e concettuale in forma comparativa ed interdisciplinare quale strumento per la comprensione concettuale dei mutamenti qualificanti del mondo contemporaneo. In tal modo si favorisce un approccio ermeneutica in grado di adottare forme di analisi e di capacità critica specifiche per la riflessione filosofica contemporanea

Al termine del corso lo studente avrà acquisito:
• conoscenza della nozione concettuale di crisi
• capacità di saper leggere criticamente un testo, inserendolo all’interno del suo preciso contesto teoretico
• capacità di saper esplicitare le differenti tradizioni di pensiero presente entro una determinata proposta teorica
• capacità di saper cogliere i problemi aperti dei testi studiati
• capacità di saper applicare autonomamente le conoscenze acquisite, onde avviare una propria ed autonoma riflessione critica sui problemi aperti della contemporaneità

Non è previsto alcun prerequisito

Il corso tratterà il tema de Il problema trascendentale e la funzione della psicologia secondo Edmund Husserl e analizzerà nello specifico i seguenti argomenti: la nozione di crisi elaborata da Banfi nei primi decenni del Novecento (in connessione con la prima guerra mondiale e, poi, con la crisi degli anni Trenta in Italia); la filosofia fenomenologica nell’impostazione delineata dal suo fondatore Edmund Husserl; la crisi delle scienze europee secondo la riflessione husserliana; l’apporto della fenomenologia per uno studio storico-critico della nozione di “crisi”, valori e limiti dell’impostazione fenomenologica; la necessità di elaborare un razionalismo critico europeo per riflettere in modo adeguato sul nostro tempo e il XXI secolo; lo scenario del XXI secolo e i suoi problemi di fondo in prospettiva storica e filosofica.

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti attraverso la modalità delle lezioni frontali (per un totale complessivo di 30 ore), che prevedono la discussione analitica e collettiva dei testi presi in diretto riferimento (indicativamente per 34 ore).

È prevista la sola prova di verifica finale orale, nel corso della quale si valuterà:
- la capacità di saper comprendere adeguatamente la lettura di un testo;
- la conoscenza adeguata dei testi d’esame;
- la capacità di saper sviluppare una propria autonoma riflessione critica.
Nel corso del colloquio è previsto l’accertamento dell’acquisizione e della corretta comprensione dei contenuti dei testi che andranno studiati integralmente. Sui contenuti dei testi d’esame saranno formulate due domande specifiche che riguarderanno l’accertamento della capacità di analisi critica interdisciplinare e di autonomia di giudizio.
Inoltre sarà richiesta la conoscenza degli argomenti presenti nel testo a scelta (almeno una domanda). Il voto finale terrà conto dell’esattezza e della qualità delle risposte (70%), nonché dell’abilità comunicativa mostrata durante il colloquio (10%) e della capacità di motivare adeguatamente affermazioni, analisi e giudizi (20%).

- E. Husserl, La crisi delle scienze europeee e la fenomenologia trascendentale. Introduzione alla filosofia fenomenologica trad. it. di Enrico Filippini, il Saggiatore, Milano 1968 (con innumerevoli ristampe), limitatamente alla Terza parte;
- Yuval Noah Harari, 21 lezioni per il XXI secolo, trad. it. di Marco Piani, Bompiani, Milano 2018 (riedita nel 2020).
Un libro a scelta tra i seguenti:
- Paolo Bucci, La “Crisi delle scienze europee” di Husserl, Carocci Editore, Roma 2013
- Vincenzo Costa, Husserl, Carocci Editore, Roma 2009
- Francesco Saverio Trincia, Guida alla lettura della “Crisi delle scienze europee” di Husserl, Editori Laterza, Roma-Bari 2012
- Mohammad Shafiel and Ahti Veikko Pietarinen, editors, Peirce and Husserl: Mutual Insights on Logic, Mathematics and Cognition, Springer, Berlin 2019
- E. Husserl, La fenomenolgia trascendentale, a cura di Alfredo Marini, Mimesis, Milano-Udine 2020
- E. Husserl, Introduzione alla logica e alla teoria della consocenza, a cura di Federica Buongiorno, Scolé-Editrice Morcelliana, Brescia 2019
- Edmund Husserl – Martin Heidegger, Fenomenologia, a cura di Renato Cristin, Unicopli, Milano 2002
- Jacques Derrida, La fenomenologia e la chiusura della metafisica. Introduzione al pensiero di Husserl, a cura di Vittorio Perego, Postfazione di Vincenzo Costa, Editrice La Scuola, Brescia 2016
- Enzo Raggiunti, Introduzione ad Husserl, Laterza, Roma-Bari 1970 (con molteplici ristampe)
- Roberta De Monticelli, Il dono dei vincoli: per leggere Husserl, Garzanti, Milano 2018
- Vincenzo Costa, Elio Franzini & Paolo Spinicci, La Fenomenologia, Einaudi, Torino 2002
- Carlo Sini, Introduzione alla fenomenologia, Lampugnani Nigri, Milano 1965, riedito da Shake, Milano 2012
- A. Banfi, La crisi. Prefazione di Carlo Bo, Postfazioni di Fabio Minazzi e Fulvio Papi, Mimesis, Milano-Udine 2013 (o qualunque altra edizione come quella apparsa precedentemente nel 1967 presso Vanni Scheiwiller di Milano)

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2021/2022

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE