GEOGRAFIE, CULTURE E TERRITORI

A.A. di erogazione 2020/2021
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2020/2021)

Docenti

Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Base
Settore disciplinare: 
GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA (M-GGR/02)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72
Dettaglio ore: 
Lezione (56 ore), Laboratorio (16 ore)

Il corso si propone tre principali obiettivi formativi:
- illustrare i concetti essenziali delle discipline geografiche, i modelli di rappresentazione e gli strumenti interpretativi indispensabili per raffigurare e decodificare le complesse interazioni fra l’ambiente naturale e i contesti antropici nelle loro dimensioni socio-culturali, politiche ed economiche;
- contestualizzare nel tempo e nello spazio le metodologie e le tematiche di ricerca geografica, prestando particolare attenzione all’attualità ed alla prospettiva transcalare (locale/globale).
- approfondire la geografia del potere con interesse specifico alle disuguaglianze socio-economiche ed al-la violenza (pratiche e rappresentazioni) anche mafiosa.
I risultati di apprendimento attesi comprendono:
• Affinamento delle percezioni e sensibilità geografiche individuali.
• Conoscenza e contestualizzazione delle principali dinamiche territoriali di natura politica, economica e socio-culturale, a scala globale e locale.
• Conoscenza e contestualizzazione dei principali dati statistici di natura politica, economica e socio-culturale, a scala globale e locale.
• Capacità di rilevare e analizzare i processi di territorializzazione alle diverse scale geografiche
• Capacità di interpretare criticamente rappresentazioni e narrazioni geografiche diffuse.
• Capacità di cogliere e contestualizzare criticamente dati e dinamiche dei fenomeni criminali.

No

Nella parte generale (40 ore) il corso affronta i seguenti argomenti:
- La geografia come rappresentazione e narrazione (storiografia e cartografia);
- Lo spazio vissuto: il paesaggio, la regione, il territorio e la territorializzazione;
- Lo spazio vissuto, percepito e rappresentato: luoghi, identità e meta-geografie;
- La scala e la transcalarità: pratiche e processi di diffusione e concentrazione;
- I sistemi socioculturali (lingue, religioni, etnie) e politici (autoritari e democratici)
- I settori dell’economia, le reti di comunicazione e i sistemi di produzione, scambio e consumo
- I sistemi urbani e regionali: dal borgo di Bizzozero alla metropoli globale di Milano
Nella parte monografica (16 ore) il corso affronta i seguenti argomenti:
- La geografia del potere;
- Criminalità, disuguaglianze e globalizzazione (sistemi mafiosi e sistemi corruttivi)
- Le rappresentazioni della violenza e della criminalità;
- Sistemi e reti criminali e mafiose in Italia e in Lombardia.
Il corso include due escursioni sul campo che presuppongono il coinvolgimento diretto degli studenti (individuale e di gruppo) in fase organizzativa, realizzativa e conclusiva.
- La dimensione locale (ad esempio “Geopolitica di Bizzozero”)
- La dimensione globale (ad esempio “Geo-grafie del Fuorisalone”)

Il corso si svolge in lezioni frontali. In parallelo allo studio dei manuali, le attività del corso prevedono la condivisione di film e documentari, l’analisi congiunta di materiale multimediale (foto, immagini, audio, video, articoli scientifici e divulgativi, carte) e la consultazione di siti internet e blog, per favorire la conte-stualizzazione delle nozioni scientifiche nella vita quotidiana.
Il corso comprende due escursioni sul campo (organizzate e guidate, di 8 ore ciascuna) parte integrante del programma d’esame e oggetto di valutazione conclusiva. Le escursioni prevedono una restituzione formale, sotto forma di elaborato personale o di gruppo, che sarà considerato nella verifica finale di apprendimento.

La prova di verifica finale consiste in un colloquio e si svolge tramite 5 domande la cui risposta è valutata fra 0 e 6 punti. Sono necessari 18 punti complessivi per superare l’esame.
Le domande valutano le conoscenze e la preparazione degli studenti sul manuale e sulla lettura, sia da un punto di vista mnemonico, sia soprattutto da un punto di vista critico e logico, appurando la capacità dei candidati di collegare la teoria, la storia e l’attualità, correlando aspetti quantitativi e qualitativi e cogliendo le concatenazioni di cause ed effetti nell'analisi territoriale.
Per gli studenti che parteciperanno alle escursioni, una domanda dell’esame verterà sull’esperienza sul campo e sugli elaborati conclusivi.
Gli studenti che non potranno partecipare ad una o ad ambedue le escursioni dovranno studiare un testo addizionale secondo le indicazioni elencate nei ‘testi di riferimento’.

Il superamento dell’esame prevede lo studio di due libri, un manuale e una monografia, scelti fra quelli elencati di seguito. Sia i manuali che le letture monografiche sono disponibili al prestito in biblioteca. Per i manuali non è indispensabile l’ultima edizione (che è tuttavia da preferirsi, soprattutto in caso di acquisto del libro). Per le monografie la scelta potrà essere ampliata con quelle consigliate durante il corso.
Manuali:
Greiner A., Dematteis G., Lanza C., 2016, Geografia umana. Un approccio visuale, Utet, Torino.
Squarcina E., 2016, (a cura di) Geografia umana, McGraw-Hill Education.
Monografie:
Amato F., dell'Agnese E., 2014, Schermi americani. Geografia e geopolitica degli Stati Uniti nelle serie televisive, Unicopli, Milano.
dell’Agnese E., 2009, Paesaggi ed eroi. Cinema, Nazione, Geopolitica, UTET, Torino.
dalla Chiesa, N., 2016, Passaggio a nord. La colonizzazione mafiosa, Ed. Gruppo Abele, Torino.
Sales I., 2015, Storia dell’Italia mafiosa, Rubbettino, Soveria Mannelli.

Monografia sostitutiva di una escursione sul campo:
Rabbiosi C., 2018, Il territorio messo in scena, Mimesis, Sesto San Giovanni.
Monografia sostitutiva di due escursione sul campo (in alternativa):
Schlogel K., 2009, Leggere il tempo nello spazio. Saggi di storia e geopolitica. Bruno Mondadori.
Fremont A., 2005, Vi piace la geografia? Carocci, Milano.

Il docente riceve gli studenti prima e dopo le lezioni e su appuntamento via e-mail.