LINGUISTICA ITALIANA

A.A. di erogazione 2020/2021
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2020/2021)
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Base
Settore disciplinare: 
LINGUISTICA ITALIANA (L-FIL-LET/12)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
36
Dettaglio ore: 
Lezione (36 ore)

L'obiettivo d’insegnamento è fornire agli studenti un’introduzione alle principali nozioni della Linguistica applicate all'Italiano, di cui si esamineranno la fonetica/fonologia, la morfologia, il lessico e la sintassi. Si procederà quindi allo studio della variazione dell’italiano (i) nel tempo (storia della lingua), (ii) nello spazio geografico (dialetti e italiani regionali) e (iii) nello spazio sociale e comunicativo (registri e contesti d’uso).
Oltre all'approccio teorico, il corso è caratterizzato da una prospettiva funzionale e applicativa, che mira in particolare allo studio dei testi, scritti e parlati (Linguistica testuale), di cui vengono esaminate le diverse tecniche di composizione, la struttura informativa e le tipologie.

Al termine dell’insegnamento, lo studente avrà acquisito:

• Approfondimento teorico della grammatica della lingua italiana.
• Familiarità con le strutture profonde del linguaggio e degli universali linguistici.
• Capacità di elaborare generalizzazioni sul linguaggio che, a partire dall'italiano, possono essere applicate ad altre lingue.
• Consapevolezza del cambiamento e della variazione linguistica.
• Capacità di analisi dei testi, scritti e parlati.
• Efficacia nella produzione di testi, scritti e parlati.
• Autonomia di giudizio nell'uso della bibliografia scientifica, nella selezione delle fonti cartacee e on-line, ecc.

Italiano scritto e parlato livello C1.

1. Fonetica e fonologia
• Articolazione dei suoni: foni, fonemi, allofoni.
• Vocali, consonanti, dittonghi.
• La sillaba, accento, intonazione, prosodia.

2. Morfologia e lessico
• Morfologia flessiva: tipi di flessione.
• Morfologia lessicale: derivazione, alterazione, composizione.
• Classi di parole.
• Il significato e le relazioni di significato.

3. Sintassi
• Il sintagma, le categorie sintattiche e l’ordine dei costituenti.
• La frase semplice.
• Il soggetto (riferimento) e il verbo (predicazione).
• La struttura argomentale: transitività e intransitività.
• La frase complessa: coordinazione e subordinazione.
• Tipi di subordinate.

4. La variazione
• Nel tempo: breve storia della lingua italiana.
• Nello spazio geografico: ‘dialetti’ (= varietà italo-romanze), italiani regionali, minoranze linguistiche.
• Nello spazio sociale e comunicativo: italiano standard e neo-standard, repertori settoriali, emigrazione e immigrazione linguistica, contatto linguistico.

5. Il testo
• Coerenza e coesione.
• Riferimento e rinvio: contesto e co-testo.
• Anafora e deissi.
• La distribuzione dell’informazione e le costruzioni marcate.
• Tipologia di testi.

LEZIONI FRONTALI ed ESERCITAZIONI

Come previsto dalle direttive d’Ateneo, per il primo semestre dell’anno accademico 2020-21, le lezioni si svolgeranno in remoto (didattica a distanza).

Le lezioni frontali si svolgeranno sulla piattaforma Teams e saranno supportate da proiezioni di diapositive (PowerPoint). Al termine della lezione, le diapositive saranno disponibili sulla piattaforma e-learning dell’Ateneo. Inoltre, sempre sulla piattaforma e-learning, gli studenti troveranno delle cartelle predefinite in cui saranno inseriti materiali di studio integrativi e di approfondimento.

Per ciascuna delle sezioni del programma (1-5) sono previste delle esercitazioni, che verranno assegnate di volta in volta agli studenti e poi corrette dal docente nel corso della lezione. Le soluzioni delle esercitazioni saranno disponibili anche sulla piattaforma e-learning in una cartella dedicata.
Anche se la consegna dell’elaborato delle esercitazioni non è obbligatoria, gli studenti sono fortemente incoraggiati a svolgere regolarmente le attività di consolidamento, che possono inviare al docente per la correzione anche via e-mail.

Gli studenti sono inoltre invitati a partecipare attivamente alla discussione degli argomenti del corso, sia durante la lezione sia nelle sedi differite di dibattito (forum e chat di entrambe le piattaforme).

La verifica dell’apprendimento consiste un’unica prova scritta al termine del corso.

La prova è strutturata in tre sezioni:

• domande chiuse (circa 20): completamento di frasi con un termine mancante, vero/falso, risposte a scelta multipla da un minimo di tre a un massimo di cinque possibilità;
• svolgimento di esercizi (circa 5);
• domande aperte (circa 3).

La prova dura due ore.

Le risposte esatte alle domande chiuse sono valutate con 1 punto. Non vengono sottratti punti per le risposte mancanti o sbagliate.
Gli esercizi sono valutati con 3 punti ciascuno.
Le risposte alle domande aperte sono valutate con 5 punti ciascuna. I punti vengono assegnati in base ai seguenti criteri: (i) congruenza della risposta, (ii) organizzazione del discorso, (iii) capacità di ragionamento critico (iv) uso pertinente dei termini tecnico-specialistici, (v) originalità argomentativa.

Testo di riferimento:
Palermo, M. (2015). Linguistica italiana. Bologna: il Mulino.

Bibliografia consigliata:
Andorno, C. (2003). Linguistica testuale. Un’introduzione. Roma: Carocci.
Berruto, G. e Cerruti, M. (2017). La linguistica. Un corso introduttivo. Torino: UTET.
Casadei, F. (2003). Lessico e semantica. Roma: Carocci.
D’Achille, P. (2003). L’italiano contemporaneo. Bologna: il Mulino.
Dardano, M. (2017). Nuovo manualetto di linguistica italiana. Bologna: Zanichelli.
Dardano M. e P. Trifone (1990). La lingua italiana. Bologna: Zanichelli.
Frascarelli, M., Ramaglia, F. e Corpina, B. (2017). Elementi di sintassi. Bologna: Caissa Italia.
Graffi, G e Scalise, S. (2013). Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica. Bologna: il Mulino.
Jesek, E. (2011). Lessico. Classi di parole, strutture, combinazioni. Bologna: il Mulino.
La Fauci, N. (2009). Compendio di sintassi italiana. Bologna: il Mulino.
Librandi, R. (2019). L' italiano: strutture, usi, varietà. Roma: Carocci.
Lorenzetti, L. (2002). L'italiano contemporaneo. Roma: Carocci.
Luraghi, S. e Venier, F. (2009). Esercizi di semantica, pragmatica e linguistica testuale. Roma: Carocci.
Maiden, M. (2017 ristampa). A Linguistic History of Italian. London: Routledge.
Maiden, M. e Parry, M. (1997). The dialects of Italy. London. Routledge.
Marazzini, C. (2015). La lingua italiana. Storia, testi, strumenti. Bologna: il Mulino.
Palermo, M. (2013). Linguistica testuale dell’italiano. Bologna: il Mulino.
Prandi, M. (2006). Le regole e le scelte. Introduzione alla grammatica italiana. Torino: UTET.
Renzi, L., Salvi, G. e A. Cardinaletti (2001). Grande grammatica di consultazione. Bologna: Il Mulino.
Savoia, L. M. (2017). Introduzione alla fonetica e alla fonologia. Bologna: Zanichelli.
Serianni, L. (2006). Grammatica italiana. Torino: UTET.
Serianni, L. e Antonelli, G. (2017). Manuale di linguistica italiana. Storia, attualità, grammatica. Milano: Pearson.
Thornton, A. M. (2005). Morfologia. Roma: Carocci
Trifone, P. e M. Palermo (2007). Grammatica italiana di base. Bologna: Zanichelli.

Altro materiale di riferimento verrà fornito di volta in volta nel corso delle lezioni e attraverso la piattaforma di e-learning.

Gli studenti sono invitati a incontrare il docente per qualsiasi tipo di questione o dubbio, ma anche per approfondimenti e ulteriori discussioni.

Orario di ricevimento:

• mercoledì, dalle 12:00 alle 13:00;
• giovedì, dalle 10:00 alle 11:00;
• su appuntamento (da concordare via e-mail).

Per il primo semestre è preferibile organizzare incontri a distanza sulla piattaforma Teams. Tuttavia, in casi di motivate circostanze e nel rispetto delle norme previste per l’emergenza Covid-19, gli incontri (su appuntamento) possono avvenire anche presso il DiSUIT (Dipartimento di Scienze Umane e dell’Innovazione per il Territorio), al seguente indirizzo:

Edificio Oriani, Via Marco Enrico Bossi 5, Como 22100
Stanza 3.1, terzo piano.

E-mail: francesco.ciconte@uninsubria.it