TIROCINIO PROFESSIONALIZZANTE 2

A.A. di erogazione 2020/2021
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2019/2020)

Docenti

Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE (MED/48)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
24
Ore di attivita' frontale: 
600
Dettaglio ore: 
Lezione (600 ore)

Si riprendono le tematiche già affrontate durante il primo anno e si approfondiscono in area psichiatrica e disabilità:
- i servizi psichiatrici di diagnosi e cura, la loro organizzazione e modalità di trattamento
- i servizi educativi/riabilitativi per disabili, la loro organizzazione e presa in carico della persona
- le caratteristiche principali delle malattie mentali più frequenti in trattamento nei servizi di diagnosi e cura e loro approfondimento
- le attività di osservazione sistematica nei contesti di cura
- lo strumento relativo all’“Ascolto attivo”
- avviare, mantenere e concludere una relazione educativa con un adulto
- attività di trattamento individuali e di gruppo
- conoscere i modelli e le pratiche di lavoro cooperativo in riferimento al gruppo e all’èquipe
In modo particolare al secondo anno il tirocinio è orientato ad ampliare e consolidare l’acquisizione teorico-pratica di contenuti ascrivibili a quattro macrocategorie:
• Strumenti del lavoro educativo
• Progettazione educativa
• Il mondo dei Servizi
• Tematiche specifiche di Area
Gli strumenti devono svolgere complessivamente 500 ore di tirocinio ripartite in:
200 ore Service Learning
150 ore primo tirocinio
150 ore secondo tirocinio

I due tirocini si svolgeranno nelle due aree di Psichiatria e Disabilità

Gli studenti devono aver superato gli esami di tirocinio dell’anno precedente, quindi è necessario:
- avere sperimentato attività di osservazione sistematica nel primo anno
- avere sperimentato il lavoro in équipe nel primo anno
- avere sperimentato la relazione educativa con utenza nel primo anno
- avere sperimentato quali informazioni sono necessarie per comprendere l’organizzazione di una struttura

- L’area psichiatrica propone esperienze formative rispetto alla ricaduta della diagnosi sulla singola persona; le possibilità di trattamento nei diversi servizi; esperienze di attività specifiche con l’utenza, di gruppo ed individuali, come colloqui, attività di abilità di base e di risocializzazione, attività al domicilio e nel territorio di residenza dell’utente, le procedure per un inserimento lavorativo e/o ricerca attiva del lavoro.

- L’area disabilità propone esperienze formative rispetto all’approccio al tema della disabilità, modelli, definizioni e classificazione; la presa in carico dell’utente nei servizi di riferimento; inquadramento diagnostico e le diverse forme di disabilità: relazionale, sensoriale, fisica e intellettiva; i disturbi del neurosviluppo; la sessualità e la disabilità; la relazione educativa nei suoi aspetti di intenzionalità ed empatia, quali rischi nella relazione d’aiuto; la famiglia nella disabilità.
Lo studente approfondisce i temi dell’autonomia, prendersi cura dell’utenza, dell’intenzionalità dell’azione educativa, della relazione educativa, la giusta distanza, gli strumenti di lavoro all’interno dei servizi (il progetto, cartelle educative, scale di valutazione e di osservazione).

Il tirocinio è un dispositivo complesso composto da molteplici attività orientate alla progressiva acquisizione dell’identità professionale in un processo circolare di apprendimento dell’esperienza. Le attività di cui si compone sono costituite da:

• Attività in situazione: frequenza obbligatoria al 100% in un servizio convenzionato , con il supporto di un assistente di tirocinio dipendente dell’organizzazione ospitante;
• Attività di tutoring: laboratori di pratica riflessiva in piccolo gruppo, la cui frequenza è obbligatoria, con la conduzione del tutor universitario finalizzati alla rielaborazione sulla pratica e all’analisi del lavoro svolto nell’attività in situazione;
• Miniseminari: attività in presenza di progetti territoriali inerenti le aree di tirocinio, frequenza obbligatoria;
• Monitoraggio dell’andamento dell’attività in situazione: contatti tra tutor e assistente al fine di declinare sempre meglio il percorso individuale del singolo studente;
• Webinar;
• Colloqui individuali: ogni studente sostiene un colloquio individuale obbligatorio con il tutor dell’Area di tirocinio di riferimento (due all’anno) volti alla conoscenza e alla definizione del progetto formativo individuale. Accanto al primo colloquio obbligatorio sono previsti colloqui al bisogno richiesti o dallo studente o dal tutor.

La valutazione del tirocinio si esprime con un unico voto, a fine anno, espresso in trentesimi. Il voto finale è la media ponderata delle seguenti azioni valutative intermedie:

Valutazione dell’attività in situazione
Svolta al termine dell’esperienza sul campo, al termine di ogni tirocinio:
• Valutazione della struttura di tirocinio (2 voti annuali): espressa in trentesimi ad opera dell’assistente di tirocinio, secondo la scheda di valutazione riportata nel librone, il voto vale al 20%. La non sufficienza di questa valutazione implica la necessità di ripetere il percorso.
• Valutazione del tutor: lo studente viene valutato tramite un colloquio sugli apprendimenti legati al proprio ruolo nel contesto di tirocinio e sui principali contenuti dell’identità professionale impattati durante l’esperienza, il voto è espresso in trentesimi secondo una scheda di valutazione predisposta.
Lo studente è altresì valutato in merito alla capacità di rielaborazione dell’esperienza attraverso un elaborato scritto, secondo una traccia definita nel librone di tirocinio. Il voto è espresso in trentesimi.
La media delle due votazioni del tutor costituisce il voto dell’esame di tirocinio e pesa al 30%

Valutazione delle attività di service learning
Il supervisore valuta, in trentesimi e secondo una scheda di valutazione predisposta, il processo di elaborazione della progettazione, indipendentemente dall’esito della realizzazione. Il voto è unico per tutti i componenti del gruppo di service learning. Il voto pesa al 20%

Valutazione conclusiva dell’anno
Al termine dell’anno è previsto un esame scritto conclusivo, la cui votazione espressa in trentesimi pesa al 20%, sulle competenze acquisite durante l’anno. Il rimanente 10% deriva dalle valutazioni laboratoriali.

Filmografia:

- Elling, 2001, Norvegia, di Petter Naess la vita di un paziente dalla comunita' ad un appartamento protetto
- Racconti di cucina, 2003 Kitchen's stories, Norvegia, Svezia, di Bent Hamer l'osservazione
- Il figlio, Belgio 2002, registi fratelli Dardenne la relazione educativa
- La teoria del tutto (The Theory of Everything) è un film del 2014 diretto da James Marsh.
- Ben X è un film del 2007 diretto da Nic Balthazar.

Testi:
- AA.VV., Le competenze in ambito sanitario, ed. Carrocci, 2010
- U. Telfener, Apprendere dai contesti, ed. Cortina 2011
- K. e D. Geldars, Parlami, ti ascolto, ed. Erikson, 2005
- S. Mantovani, La ricerca sul campo in educazione : i metodi qualitativi , ed. Bruno Mondadori, 1998
- S. Mantovani, La ricerca sul campo in educazione : i metodi quantitativi , ed. Bruno Mondadori, 1998
- I. Folloon , Intervento psicoeducativo integrato in psichiatria, ed. Erickson, 1993
Consigliati:
1. Cristina Palmieri, UN’ESPERIENZA DI CUI AVER CURA., Franco Angeli,2011
2. Francesco Crisafulli, la valutazione nel lavoro dell’Educatore professionale, Maggioli Editori,2018
3. Sergio Tramma, L’educatore imperfetto, Carocci Faber , 2009
4. Walter Brandani, Le competenze dell’educatore professionale, Carocci Faber, 2008

Per appuntamenti o per richieste di informazioni si può contattare il coordinatore via e-mail all'indirizzo: grazia.marchini@uninsubria.it

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2020/2021

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE