CORSO INTEGRATO DI FISIOPATOLOGIA - MODULO DI FISIOLOGIA UMANA

A.A. di erogazione 2020/2021
Insegnamento obbligatorio

Laurea triennale in SCIENZE BIOLOGICHE
 (A.A. 2019/2020)
L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
FISIOLOGIA (BIO/09)
Attivita' formativa capogruppo: 
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
56
Dettaglio ore: 
Lezione (40 ore), Esercitazione (16 ore)

L’insegnamento si propone di fornire le basi per la conoscenza e la comprensione delle relazioni tra fisiologia, meccanismi di adattamento, processi patologici e riparativi. In particolare, il corso si prefigge i seguenti obiettivi formativi:
-Comprensione delle modalità e dei meccanismi molecolari, cellulari e sistemici che permettono il mantenimento dell'omeostasi dell'organismo e il suo ristabilirsi o degradarsi a seguito di disturbi.

-Comprensione e distinzione dei fattori eziologici, dei meccanismi patogenetici e dei possibili approcci di intervento preventivo, sintomatico e “disease modifying” nelle patologie.

-Comprensione dei meccanismi fisiologici e delle possibili compromissioni patologiche dei sistemi nervoso, cardiovascolare, endocrino e renale.

-Comprensione del funzionamento di metodologie di indagine elettrofisiologica non invasiva (ECG, Elettromiogramma).

Risultati di apprendimento
Nello specifico, al termine del percorso, lo studente sarà in grado di:

-identificare in che modo un alterato meccanismo genetico, un fattore ambientale o la compromissione di una funzione cellulare possano interferire con il normale funzionamento cellulare e sistemico dando luogo ad una patologia.

-eseguire semplici registrazioni elettrofisiologiche non invasive e valutare ed interpretare gli aspetti più rilevanti dei tracciati risultanti.

-acquisire una buona padronanza del corretto linguaggio scientifico che permettano una corretta divulgazione delle informazioni su temi fisiopatologici in ambito medico/scientifico.

L’insegnamento non richiede propedeuticità. Tuttavia, è necessaria la conoscenza di alcuni argomenti trattati negli insegnamenti di Fisiologia generale e dei sistemi. È consigliata una buona conoscenza della lingua inglese.

Introduzione alla fisiopatologia (6 ore):
Meccanismi e processi di sofferenza cellulare e di recupero, necrosi, apoptosi, UPR (unfolded protein response), proteasoma, autofagocitosi;
Fisiopatologia dei processi infiammatori: aspetti umorali e cellulari.

Sistema nervoso (12 ore):
Cellule nervose e Neuroinfiammazione;
Fisiopatologia neuronale: il ruolo neuroprotettivo e neurotossico della glia.
Fisiopatologia dell'eccitabilità (canali ionici, funzione sinaptica, mielina);
Fisiopatologia del sistema nervoso periferico;
Fisiopatologia del controllo motorio;

Sistema cardiocircolatorio (10 ore):
Attività meccanica del cuore e sua regolazione;
Insufficienza cardiaca congestizia, meccanismi di compenso, scompenso cardiaco;
Circolazione periferica: ossigenazione e scambi, ischemia;
Circolo coronarico, perfusione cardiaca, angina e infarto;
Gittata, pressione, lavoro cardiaco, ipertensione ed aterosclerosi;
Attività elettrica del cuore e sua regolazione; Alterazioni della attività elettrica, patogenesi delle aritmie;
Aspetti fisiologici e indicazioni diagnostiche dell'elettrocardiogramma.

Controllo dei liquidi e dei soluti (6 ore)
Il rene come sistema di eliminazione;
Il rene come sistema di controllo omeostatico della composizione dei liquidi corporei, il controllo del volume dei liquidi corporei;
Insufficienza renale acuta e cronica;
Il controllo del pH dei liquidi corporei.

Endocrinologia, fisiopatologia ormonale (6 ore)
Endocrinologia dello sviluppo;
Endocrinologia dello stress;
Fisiopatologia della tiroide;
Omeostasi del glucosio e regolazione della glicemia.

Esercitazioni (Aula e tempi da definirsi) - registrazioni e analisi di: (16 ore)
ECG: elettrocardiogramma;
EMG: elettromiogramma.

L’attività didattica prevede lezioni frontali (40 ore) svolte con l’ausilio di presentazioni power point, integrate dalla proiezione di filmati didattici, in molti casi in lingua inglese. Sono proposte attività di supporto alla preparazione dell’esame che prevedono la partecipazione attiva degli studenti, e volte alla comprensione degli argomenti trattati.
Saranno svolte delle esercitazioni pratiche (16 ore) con sistema di registrazione elettrofisiologica non invasiva. Gli studenti saranno divisi in piccoli gruppi e, a turno, effettueranno registrazioni della loro attività elettrica cardiaca e muscolare e successivamente analizzeranno i dati ottenuti.

L’esame finale si svolgerà attraverso un colloquio orale di circa 30 minuti volto alla verifica della comprensione degli argomenti trattati e dell’acquisizione di un corretto linguaggio scientifico. Lo studente dovrà preparare una presentazione in power point di una patologia, a sua scelta, tra quelle trattate. I criteri che guideranno la valutazione della prova terranno conto delle capacità dello studente di considerare gli aspetti genetici, molecolari, fisiologici e patologici nonché gli aspetti clinici della stessa. A completamento della prova, verranno poste 1-2 domande su temi generali della fisiopatologia trattati durante le prime lezioni del corso.
Sulla base della valutazione della Commissione d’esame, il voto finale è espresso in trentesimi.

I testi utilizzati dal docente per la preparazione dell’insegnamento e suggeriti per la preparazione dell’esame sono i seguenti:
“Patologia Generale e Fisiopatologia” – Celotti F. – EdiSES
“Le basi patologiche delle malattie” Robbins e Cotran, Elsevier
“Fisiologia Umana” – Conti F. - EdiErmes
Suggerimenti sulla scelta del libro di testo saranno dati nelle prime lezioni.
Il materiale presentato a lezione sarà reso disponibile sul sito e-learning.

Il docente è disponibile per incontri con gli studenti, per chiarimenti sugli argomenti trattati durante le ore di lezione o su appuntamento tramite e-mail: cristina.roseti@uninsubria.it