BIOLOGIA ANIMALE E VEGETALE-modulo di Biologia Vegetale

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento obbligatorio

Laurea triennale in BIOTECNOLOGIE
 (A.A. 2019/2020)

Docenti

Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
FISIOLOGIA VEGETALE (BIO/04)
Attivita' formativa capogruppo: 
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
56
Dettaglio ore: 
Lezione (40 ore), Laboratorio (16 ore)

Il corso ha per oggetto i concetti fondamentali della biologia vegetale, quali emergono dallo studio della morfologia, anatomia e fisiologia delle piante superiori. Il percorso formativo proposto si focalizza sulle proprietà delle cellule vegetali, nonché sul passaggio dalla cellula al tessuto ed all'individuo. Vengono anche illustrati i concetti base di fisiologia vegetale (fotosintesi, fitoormoni, nutrizione minerale).
L'insegnamento prevede una parte di laboratorio che approfondisce la morfologia e la fisiologia vegetale.
Alla fine del corso lo studente avrà acquisito competenze teoriche e pratiche in riferimento alla biologia degli organismi vegetali. Grazie alle esperienze di laboratorio lo studente conoscerà inoltre le prassi corrette per lavorare in sicurezza in un laboratorio di biologia, apprenderà a lavorare in gruppo. Le competenze teoriche e pratiche acquisite in questo corso costituiranno una solida base che consentirà allo studente sia di intraprendere studi superiori che attività professionali nel settore vegetale.

Sono richieste conoscenze di base sull'organizzazione della cellula, le modalità di divisione cellulare ed i meccanismi di trasmissione dell'informazione genetica.

Lezioni teoriche (5CFU, 40 h)
1. Elementi di citologia vegetale. La parete cellulare e sue modificazioni, plasmodesmi. Apoplasto e simplasto. Il vacuolo. Pressione di turgore nelle cellule vegetali. Caratteristiche generali dei plastidi (4h)
2. Elementi di anatomia e modalità di crescita e sviluppo delle piante. Tessuti meristematici, tegumentali, parenchimatici e di conduzione. Schema di sviluppo di una dicotiledone erbacea. Struttura primaria e secondaria di fusto e radice e loro modificazioni. Struttura e modificazioni delle foglie. La riproduzione dei vegetali, l’embriogenesi, seme e frutto (10h)
3. Ormoni vegetali: auxine, gibberelline, citochinine, etilene, acido abscissico, brassinosteroidi (6h)
4. Fitocromi ed i loro ruoli principali (2h)
5. La fotosintesi ossigenica. La luce come fonte di energia. I pigmenti fotosintetici e l’assorbimento della luce. I cloroplasti. Fase luminosa e metabolica. Il trasporto lineare degli elettroni dall’acqua al NADP+ e la sintesi chemiosmotica dell’ATP. Ciclo di Calvin-Benson per l’organicazione del carbonio. Fotorespirazione e sistemi di concentrazione della CO2 nelle piante C4 e CAM. Traslocazione delle sostanze organiche. (10h)
6. Trasporto dell’acqua. Assorbimento radicale dell’acqua, trasporto xilematico e traspirazione. (2h)
7. Nutrizione minerale: micro e macronutrienti, l'assorbimento minerale, il ciclo dell'azoto, simbiosi e micorrize. (4h)
8. Risposte agli stress abiotici. (2h)
Laboratorio (1CFU, 16h)
- Misura del potenziale idrico in tessuti vegetali. Plasmolisi e deplasmolisi in cellule epidermiche di radicchio.
- Preparazione di protoplasti. Germinazione del polline. Riconoscimento e preparazione di preparati istologici vegetali
- Risposta agli ormoni vegetali in colture in vitro
- Misura del trasporto fotosintetico di elettroni

Il corso prevede lezioni frontali (40 h) ed esercitazioni di laboratorio (16 h).
Nelle ore di lezione frontale, il trattamento degli argomenti è svolto con l’ausilio di presentazioni proiettate in aula. Le attività di laboratorio si svolgeranno presso i laboratori di biologia sperimentale e chimica del DBSV in via Dunant 3. La frequenza dei laboratori didattici è obbligatoria (con limite massimo di assenze pari al 25% delle ore totali previste). Per ogni attività di laboratorio sono fornite schede tecniche con la descrizione del protocollo sperimentale da eseguire. Inoltre viene assicurata la presenza dell’insegnante e di uno o più esercitatori durante tutta l’attività di laboratorio.

L’esame consiste in una prova orale durante la quale lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito i fondamenti della biologia vegetale, la capacità di ragionare in modo critico sugli argomenti dell'esame e un corretto linguaggio scientifico. A discrezione del docente e in funzione delle necessità degli studenti verrà programmata una prova parziale in itinere. Le conoscenze acquisite durante le attività di laboratorio saranno valutate con una domanda durante la prova finale.
L'esito finale dell'esame “Biologia animale e vegetale”, espresso in trentesimi, sarà calcolato come media dei voti conseguiti nei due moduli.

Evert R.F., Eichhorn S.E, 2013. La Biologia delle piante di Raven. Ed. Zanichelli
ROST T.L., BARBOUR M.G., STOCKING R.C., MURPHY T.M. - Biologia delle piante. Zanichelli, 2008.
Pancaldi S. et al., 2019- Fondamenti di botanica generale -McGraw Hill

Il docente riceve su appuntamento mediante richieste via e-mail