Università degli studi dell'Insubria

PATOLOGIA CLINICA

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2019/2020)

Docenti

L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Sede: 
Varese - Università degli Studi dell'Insubria
Settore disciplinare: 
PATOLOGIA CLINICA (MED/05)
Crediti: 
2
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore minime di frequenza: 
22.5
Ore di attivita' frontale: 
30
Dettaglio ore: 
Lezione (30 ore)

L'insegnamento si propone di fornire i principi e le caratteristiche generali della Patologia Generale, dell’Immunologia, della Patologia Clinica e della Microbiologia e con esse la terminologia scientifica adeguata per la comunicazione di tali discipline.
Al termine del corso integrato lo studente sarà in grado di:
1) conoscere e comprendere i principi dell’immunità innata e acquisita, le loro dinamiche e il loro funzionamento in salute e in malattia;
2) di sviluppare capacità di comprensione e di descrizione dei meccanismi di resistenza al sistema immunitario che i diversi microrganismi patogeni mettono in atto;
3) conoscere e comprendere le caratteristiche delle principali malattie ereditarie, delle patologie che riducono l’efficienza dei meccanismi di difesa, e dell’infiammazione;
4) capire le nozioni della patologia cellulare, delle alterazioni della crescita e della differenziazione delle cellule, dell’amiloidosi, dell’encefalopatie spongiformi e della morte cellulare (necrosi, apoptosi e autofagia);
5) capire l’eziologia e la patogenesi dei tumori, le differenze tra i tumori benigni e maligni, i criteri di nomenclatura e di classificazione dei tumori, la loro gradazione e stadiazione, e lo studio degli oncogeni e dei geni oncosoppressori;
6) conoscere e comprendere le unità di misura, l’importanza della raccolta e della conservazione dei campioni biologici, la variabilità preanalitica, la sensibilità, la specificità e i valori predittivi;
7) conoscere e comprendere le caratteristiche dei principali marcatori circolanti di neoplasia, della classificazione e dell’impiego clinico dei marcatori tumorali, così come delle indicazioni all’uso di tali marcatori;
8) di sviluppare capacità di comprensione e di descrizione dei meccanismi di diagnostica in ematologia; del sistema coagulativo e fibrinolitico; della funzionalità epatica; del pancreas esocrino; delle proteine; della patologia cardiovascolare; del diabete e delle tiroiditi; della funzione renale; e associata al rimodellamento osseo;
9) capire le nozioni e i principi della vaccinazione; dell’infiammazione acuta e cronica, dei loro mediatori chimici, e delle manifestazioni sistemiche dell’infiammazione.
10) acquisire le conoscenze nell’ambito delle discipline che contribuiscono alla definizione della classe della Medicina Diagnostica e di Laboratorio, e di quelle utili alla caratterizzazione del percorso formativo comune alle diverse tipologie di formazione professionale nell’ambito Infermieristico ed Ostetrico;
11) acquisizione, con approfondite conoscenze, sulla morfologia, fisiologia, posizione tassonomica e genetica dei batteri e virus, e delle basi cellulari e molecolari nelle interazioni che essi stabiliscono tra loro o con le cellule dell’ospite, rappresentando tali interazioni modelli semplici per lo studio e la comprensione di processi biologici fondamentali;
12) acquisizione, con approfondite conoscenze, sulla morfologia, fisiologia, posizione tassonomica e genetica dei batteri e virus, e delle basi cellulari e molecolari nelle interazioni che essi stabiliscono tra loro o con le cellule dell’ospite, rappresentando tali interazioni modelli semplici per lo studio e la comprensione di processi biologici fondamentali.
Lo studente acquisirà, inoltre il corretto utilizzo della terminologia della patologia generale, patologia clinica dell'immunologia e della diagnostica di laboratorio in campo microbiologico.

Per la comprensione degli argomenti trattati nel corso sono necessarie conoscenze di base di biologia, citologia, istologia e genetica. Non ci sono vincoli di propedeuticità.

Le lezioni affronteranno i seguenti argomenti:
Introduzione alla Medicina di laboratorio. La raccolta e la conservazione dei campioni biologici: la variabilità preanalitica. La sensibilità e la specificità (2h).
Caratteristiche dei principali marcatori circolanti di neoplasia, della classificazione e dell’impiego clinico dei marcatori tumorali (4h).
Proteine nella diagnostica e indicatori di patologia cardiovascolare (4h).
Diagnostica in ematologia: le anemie. Diagnostica del sistema coagulativo e fibrinolitico (6h).
I due principali tipi di flogosi: acuta e cronica e loro mediatori chimici (2h).
Diagnostica delle malattie endocrine: le tiroiditi e il diabete mellito (2h).
L’enzimologia clinica. Indici di funzionalità epatica. Diagnostica del pancreas esocrino. Le lipoproteine e lipidi plasmatici (4h).
Marcatori di rimodellamento osseo e diagnostica della funzione renale (4h).
I vaccini. Concetti base. (2h).

M. Cioffi - Manuale di Diagnostica di Laboratorio - Edizioni Minerva (2010).