DIRITTO DELL'AMBIENTE E DEL PAESAGGIO

A.A. di erogazione 2021/2022
Insegnamento a scelta tra

Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA VA
 (A.A. 2019/2020)
Anno di corso: 
3
Sede: 
Varese - Università degli Studi dell'Insubria
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
50

Il corso ha per obiettivo la conoscenza della disciplina costituzionale e amministrativa dell’ambiente e del paesaggio, partendo dalla cornice costituzionale di riferimento, oggetto nella Legislatura in corso di una significativa proposta di revisione costituzionale, per poi soffermarsi sulla legislazione di attuazione, a livello statale e regionale, e sui più rilevanti esiti della giurisprudenza costituzionale e del giudice comune, in particolare amministrativo.
Il corso si colloca all’interno del Focus “Ambiente, Territorio e Sostenibilità”, del Percorso “Linguistico internazionale”, e, per il suo posizionamento tra le lezioni del primo semestre, vuole fornire agli studenti un pacchetto di conoscenze preliminari, utile anche per gli altri insegnamenti del Focus.
Lo studente alla fine del corso dovrà acquisire la capacità di confrontarsi con gli svolgimenti del diritto pubblico ambientale contemporaneo, fortemente influenzati da fattori extragiuridici, come quelli che scaturiscono dal cambiamento climatico e dall’impatto della crisi pandemica sul diritto positivo, acquisendo la piena padronanza delle principali fonti normative e giurisprudenziali che disciplinano la materia ambientale e del paesaggio.

Trattandosi di un insegnamento che gli studenti possono sostenere soltanto a partire dal terzo anno, intanto deve essere rispettata la propedeuticità rispetto all’esame di Diritto costituzionale del primo anno, mentre in riferimento all’insegnamento di Diritto amministrativo, che si svolge anch’esso al terzo anno della Laurea magistrale, nel medesimo semestre, è importante una frequenza coordinata tra i due corsi.

Gli obiettivi di apprendimento comprendono i seguenti argomenti tematici, diversamente articolati rispetto alle due parti del corso, quella prettamente costituzionalistica e quella prettamente amministrativistica:
- Costituzioni e ambiente: qualche classificazione.
- Ambiente, paesaggio e Costituzione italiana: le prime ricostruzioni della dottrina e della giurisprudenza costituzionale.
- L’ambiente come situazione giuridica soggettiva e come diritto di libertà.
- L’ambiente come espressione di un dovere di solidarietà politica, economica e sociale.
- La riforma costituzionale del Titolo V e l’inserimento della tutela dell’ambiente e dell’ecosistema tra le materie di potestà legislativa esclusiva statale. La giurisprudenza costituzionale: dall’ambiente come valore costituzionale (trasversale) e all’ambiente come bene giuridico, e ritorno. L’ambiente tra Centro e periferia (il ruolo delle regioni e degli enti locali).
- La disciplina legislativa: dalla legge istitutiva del Ministero dell’ambiente al Testo unico in materia ambientale e oltre. Il Ministero per la transizione ecologica.
- La XVIII Legislatura e la possibile revisione costituzionale dell’art. 9 Cost. e dell’art. 41 Cost.
- I principi del diritto ambientale: sviluppo sostenibile, precauzione, prevenzione, trasmissione intergenerazionale, tutelabilità degli interessi diffusi.
- Informazione e partecipazione nei procedimenti ambientali.
- I beni ambientali (come commons).
- I procedimenti ambientali e le discipline settoriali.
- VIA e VAS.
- Il danno ambientale.
- Gli strumenti economici per la tutela dell’ambiente.
- Il paesaggio: nozione (tra cultura e natura, scienza e diritto).
- L’evoluzione normativa: gli antecedenti, le leggi del 1922 e del 1939.
- Il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio e la Convenzione Europea del Paesaggio.
- I beni paesaggistici e la funzione di tutela.
- I paesaggi diffusi e degradati: valorizzazione e recupero.
- La pianificazione paesaggistica.
- I procedimenti autorizzatori.

Il Corso si articola su 50 ore di lezioni frontali, suddivise per metà tra i due docenti del Corso, anche con la possibilità, in base al numero degli studenti effettivamente frequentanti, di svolgere una parte delle lezioni in forma seminariale, con la presentazione orale da parte degli studenti di casi scelti.
Le lezioni si svolgeranno in modalità mista, con i docenti presenti in aula e gli studenti presenti in aula o collegati a distanza attraverso la piattaforma Teams, anche in base a quanto disporranno le Linee guida di Ateneo in conseguenza dell’evoluzione dell’emergenza sanitaria determinata dalla pandemia da Covid-19.

Durante lo svolgimento delle lezioni, per gli studenti frequentanti, vi sarà una costante e preliminare verifica della comprensione degli argomenti trattati a lezione e del livello di abilità progressivamente conseguito, misurata con strumenti informali come la richiesta di interventi orali, all’inizio di ogni lezione, per fare il sunto della lezione precedente, piuttosto che con un dialogo e una discussione tra docente e studenti su certi temi trattati a lezione.
La valutazione dell’esame si svolgerà in forma orale. Lo studente dovrà dimostrare in particolare la capacità di argomentare in modo critico rispetto alle conoscenze acquisite, su domande non nozionistiche o mnemoniche, ma che dimostrino di affrontare in maniera autonoma e organica lo studio degli istituti del Diritto dell’ambiente e del paesaggio. L’esame sarà in particolare strutturato su tre o quattro domande, premiando accanto all’esattezza e alla qualità delle risposte, l’abilità comunicativa, la padronanza della terminologia giuridica, la capacità di giustificare argomentandole in modo persuasivo le affermazioni e le opinioni sostenute, la capacità di organizzare logicamente e in forma ordinata il discorso.

All’inizio delle lezioni, i due docenti forniranno per gli studenti frequentanti e non frequentanti indicazioni sui diversi testi, documenti e materiali che serviranno per la preparazione del corso. Attraverso l’uso della piattaforma di e-learning, in particolare, vi sarà il caricamento dei materiali e delle fonti normative e giurisprudenziali oggetto delle singole lezioni.

I due docenti fisseranno un orario di ricevimento settimanale, anche a margine dell’orario delle lezioni svolte in classe. Gli studenti potranno sempre contattare i due docenti attraverso i rispettivi indirizzi di posta elettronica: emanuele.boscolo@uninsubria.it e giorgio.grasso@uninsubria.it.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2021/2022

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE

A.A. 2020/2021

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE
Anno di corso: 4
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE
Anno di corso: 5
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 4
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE
Anno di corso: 5
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE