Università degli studi dell'Insubria

LAW AND HUMANITIES

A.A. di erogazione 2019/2020

 (A.A. 2019/2020)
L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
10
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
60
Dettaglio ore: 
Lezione (60 ore)

Il diritto è a volte percepito come qualcosa di distante dalla vita di tutti i giorni, e, oltretutto, sembrerebbe non avere particolari contatti con lo studio delle lingue.
Il corso di Law and Humanities (il nome deriva dalla tradizione anglosassone della disciplina, le lezioni tuttavia sono erogate in italiano) si propone al contrario, dopo avere fornito basi giuridiche essenziali, di (di)mostrare come il diritto – cioè “l’arte del buono e del giusto” - sia una realtà intimamente legata alla condizione umana e abbia molti punti in comune con le sue espressioni più “alte”, come ad esempio la letteratura, il teatro, il cinema; il corso è dunque pensato per avvicinare al diritto in modo accattivante - ma al tempo stesso serio e proficuo - gli studenti di Scienze della Mediazione Linguistica, che sebbene non destinati alle professioni giudiziarie, con questioni giuridiche potranno verosimilmente confrontarsi.
Qualche flash può fare comprendere meglio i punti di contatto tra i due ambiti:
- diritto e letteratura hanno nella lingua lo stesso mezzo espressivo, e le lingue, come il diritto, sono sistemi normativi osservati da una certa collettività;
- sia il diritto che le arti sono soggetti all’interpretazione; “interpretare” è alla base sia del “tradurre” che dell’applicare le norme giuridiche;
- nella letteratura, nel teatro e nel cinema i temi della giustizia ricorrono con frequenza, e l’analisi di opere che ne trattano fa comprendere la piena ‘umanità’ del diritto.
Molti sono dunque i punti di contatto tra il diritto e le altre arti, e il corso di Law and Humanities li propone attraverso un percorso coinvolgente, che fornirà in primo luogo alcuni concetti giuridici essenziali e prenderà quindi in esame i rapporti tra diritto e lingua nonché il tema della giustizia e della pena in alcune opere letterarie e cinematografiche.
In conclusione, il corso ha come obiettivi formativi da un lato quello di fornire la conoscenza di principi giuridici fondamentali e dall’altro quello di permettere di declinarli secondo le caratteristiche proprie di chi affronta un percorso di studi umanistico.

Non è richiesto alcun prerequisito.

Il corso, pur nel suo carattere unitario, prevede due parti.
La prima parte (lezioni del lunedi mattina, h. 9 - 11.30) sarà tesa ad illustrare – anche con collegamenti esemplificativi alla letteratura e a tutte le humanities - fondamenti e principi del diritto che potranno essere utili ai discenti per il proseguimento degli studi e le loro future professioni. Ci si soffermerà in particolare sul diritto privato e le sue fonti, il contratto, la responsabilità extracontrattuale, il diritto di famiglia, gli istituti di protezione degli adulti incapaci, i diritti della personalità. Inoltre verranno trattati i diritti e le libertà previsti dalla Costituzione: le libertà individuali, le libertà collettive, i diritti sociali, le libertà economiche, i doveri costituzionali, i diritti fondamentali nella dimensione europea.
La seconda parte (lezioni del giovedi pomeriggio, h. 16 – 19) vorrà illustrare le connessioni tra il diritto, il linguaggio e le forme espressive “alte” dell'uomo, in particolare la letteratura, il teatro, il cinema. Con particolare riferimento a quest’ultimo, verranno anche proiettati e commentati, in alcuni casi con l’intervento di qualificati relatori esterni (magistrati, avvocati, etc.), alcuni film che hanno al centro i temi della giustizia.

L’attività didattica è composta da 60 ore di lezioni frontali (35 ore per gli studenti del 2° e 3° anno) dedicate al raggiungimento degli obiettivi didattici sopra descritti.

La prova d’esame si svolge in forma scritta, attraverso l’erogazione di un test a risposte multiple.
Il voto finale è attribuito in trentesimi.
La durata dell'esame è di circa 50 minuti.
La prova è finalizzata alla verifica dell’acquisizione e della corretta comprensione del materiale didattico proposto.
La votazione terrà conto della capacità dello studente di rispondere correttamente alle domande poste. La lode verrà conferita nel caso in cui lo studente risponda correttamente, oltre a tutte le domande, ad una particolare domanda aggiuntiva.

A) : Studenti immatricolati al primo anno nell’a.a. 2019/20 (corso da 10 CFU, 60 ore)
1) Studenti non frequentanti:
Parte prima:
- Raffaele Caterina, Elementi di diritto civile, Giappichelli Editore, 2018, pp. 1 – 144 (esclusi i box in colore grigio con gli estratti delle sentenze):
- Carlo Colapietro - Marco Ruotolo, Diritti e Libertà, Giappichelli Editore, 2014, da p. 3 a p. 141, esclusa la successiva appendice giurisprudenziale.
- Per i riferimenti normativi contenuti nei testi si raccomanda la consultazione di un codice civile aggiornato e della Costituzione.
Parte seconda:
- Mario A. Cattaneo, Suggestioni penalistiche in testi letterari, Giuffrè Editore, 1992, pp. 1 – 360.
2) Studenti frequentanti: [Lo status di studente frequentante si acquisisce con la presenza certificata all’80% delle lezioni].
Parte prima:
- Raffaele Caterina, Elementi di diritto civile, Giappichelli Editore, 2018, pp. 1 – 144 (esclusi i box in colore grigio con gli estratti delle sentenze);
- Carlo Colapietro - Marco Ruotolo, Diritti e Libertà, Giappichelli Editore, 2014, da p. 3 a p. 141, esclusa la successiva appendice giurisprudenziale;
- Per i riferimenti normativi contenuti nei testi si raccomanda la consultazione di un codice civile aggiornato e della Costituzione.
Parte seconda:
- gli appunti delle lezioni;
- Mario A. Cattaneo, Suggestioni penalistiche in testi letterari, Giuffrè Editore, 1992, solo le seguenti parti: da p. 1 a p. 34, da p. 161 a p. 198, da p. 221 a p. 245, da p. 269 a p. 360 [cioè i capitoli: I (Dante), VII (Dostoevskij), IX (Collodi), XI (Gide), XII (Kafka), Appendice (Havel)].
In alternativa, gli studenti frequentanti, in misura massima di 30, fermi i due testi relativi alla parte prima di Caterina e Colapietro nonché gli appunti delle lezioni, potranno sostituire il testo di Cattaneo con la partecipazione attiva al seminario di drammatizzazione “Diritto e teatro” che avrà il suo momento finale nell’ultimo weekend di novembre a Villa del Grumello (Como) o, ove non fosse disponibile, a Villa Cagnola (Gazzada, Varese). Gli studenti, divisi a gruppi di 4-5, concepiranno e prepareranno una breve rappresentazione scenica (20-25 minuti) su un tema giuridico - letterario da concordare con l’aiuto del docente (per maggiori informazioni su tale esperienza consultare l’articolo su Varesenews.it: “30 studenti x 30 e lode: Diritto e Teatro si incontrano all’Università dell’Insubria” al link http://www.qtime.it/13546-30-studenti-x-30-e-lode-diritto-e-teatro-si-in... )

B) Studenti immatricolati precedentemente all’a.a. 2019/20 (corso da 6 CFU, 35 ore)
Per gli studenti del secondo e terzo anno (immatricolati cioè precedentemente all’a.a. 2019/20 il corso è di 6 CFU - 35 ore. Tali studenti potranno frequentare la sola lezione del giovedi pomeriggio. Il programma d’esame è il seguente:
1) Studenti non frequentanti:
- Mario A. Cattaneo, Suggestioni penalistiche in testi letterari, Giuffrè Editore, 1992, pp. 1 – 360.
2) Studenti frequentanti (80% delle lezioni):
- gli appunti delle lezioni;
- Mario A. Cattaneo, Suggestioni penalistiche in testi letterari, Giuffrè Editore, 1992, solo le seguenti parti: da p. 1 a p. 34, da p. 161 a p. 198, da p. 221 a p. 245, da p. 269 a p. 360 [cioè i capitoli: I (Dante), VII (Dostoevskij), IX (Collodi), XI (Gide), XII (Kafka), Appendice (Havel)].

Orario di ricevimento
Giovedì, alla fine della lezione, sede di Como. Il docente è sempre disponibile tramite e-mail (giorgio.zamperetti@uninsubria.it).
Il docente ha una pagina Facebook dedicata alle attività accademiche curriculari ed extracurriculari: Giorgio Law Humanities. Gli studenti interessati, se lo desiderano, possono aderire.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE