FORME E STRATEGIE DI SCRITTURA PER LA TELEVISIONE

A.A. di erogazione 2020/2021
Insegnamento opzionale

 (A.A. 2019/2020)

Docenti

Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Base
Settore disciplinare: 
CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE (L-ART/06)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
64
Dettaglio ore: 
Lezione (64 ore)

Il corso si propone di fornire allo studente le chiavi per apprendere ogni linguaggio televisivo, ogni tipo di racconto, ogni tipo di scrittura “parlata” attraverso esempi diretti e prove, dal servizio televisivo alla telecronaca, dallo storytelling alla conduzione di un programma.
Tra i risultati di apprendimento attesi si segnalano:
- conoscenza dei diversi linguaggi televisivi e della loro evoluzione
- comprensione delle principali logiche realizzativo/produttive del sistema televisivo
- capacità di analisi del testo televisivo e di riconoscere le specificità e le singole declinazione dei codici in funzione delle strategie editoriali
- capacità di contestualizzare il prodotto televisivo all’interno del sistema socio-culturale e delle caratteristiche del brand-canale.

Non è previsto alcun prerequisito

Il corso analizzerà nello specifico i seguenti argomenti:
- Il linguaggio del telegiornale, la sua evoluzione dal cinegiornale al digitale. Il servizio televisivo e l’uso delle immagini. Notiziabilità e fonti delle notizie. Lo scritto “parlato”, luoghi comuni e figure re-toriche. La dizione e la sua importanza. Prova di costruzione di un servizio tv.
- La telecronaca, origini e sviluppo. Il ritmo e il racconto a due, con particolare attenzione all’utilizzo e alla funzione della figura del cosiddetto talent-commentator. La formazione degli ex atleti, degli allenatori e dei dirigenti sportivi. Esempi e prove di telecronaca. Passione, curiosità e competenza, gli ingredienti fondamentali.
- Storytelling nello sport. Il caso “Buffa” e il dietro le quinte: come si prepara e quanto occorre, dal tempo al budget, dalla ricerca delle immagini al problema dei diritti che le accompagnano. Come costruire un prodotto. Esempi e prove.
- Branded content, il Carosello contemporaneo, pubblicità occulta e regole. Il superamento dei cosiddetti “redazionali” o “riempitivi”, dalle prime tv private degli anni settanta, terra di nessuno, ad oggi. La ricerca degli spazi commerciali con nuovi contenuti. La “torta” pubblicitaria e gli ascolti televisivi. Come funziona l’Auditel e la strategia della neo televisione che sono ancora vive.
- La conduzione di un programma. L’occupazione dello spazio in uno studio televisivo, il linguaggio e il controllo del corpo. Vestiti, “trucco e parrucco” e l’evoluzione dalla tv in bianco e nero all’infotainment, allo sportainment, ai pre e post partita nel calcio, al talk show, alla tv verità.
- La produzione di un evento sportivo. Il racconto con le immagini, dalle prime riunioni alla messa in onda. La collocazione delle telecamere e la regia. Host broadcasting e integrazioni. La grafica. I grandi eventi, olimpiadi e campionati mondiali. Il racconto senza immagini, dei grandi broad-caster che non sono “rights holder”.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2020/2021

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE