Università degli studi dell'Insubria

GEOLOGIA E LITOLOGIA

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2019/2020)
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
GEOLOGIA STRUTTURALE (GEO/03)
Crediti: 
9
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
88
Dettaglio ore: 
Lezione (56 ore), Laboratorio (32 ore)

Lo scopo del corso è permettere allo studente di acquisire conoscenze, competenze e abilità nella identificazione e gestione:
- delle tipologie di pericolosità geologica, sismica e vulcanica;
- delle azioni volte a mitigare i disastri correlati all’attività sismica e vulcanica.
Lo studente sperimenterà i materiali, metodi e strumenti della Geologia per l’Ambiente, in particolare dal punto di vista della valutazione della stabilità e sicurezza di un sito. Sarà in grado di apprezzare A) la variabilità e i fattori di scala nei processi naturali connessi con sismicità e vulcanismo, e B) la vulnerabilità dell’ambiente fisico rispetto ai fenomeni sismici e vulcanici. Sarà richiesto di apprendere C) i criteri geologici per la localizzazione di un impianto a rischio di incidente rilevante (centrale nucleare, diga) rispetto ai possibili impatti di pericolosità geologiche, terremoti ed eruzioni vulcaniche, e valutarne le implicazioni metodologiche, e D) i principi generali che regolano i piani di protezione civile in caso di emergenza sismica e vulcanica.

Lo studente deve avere la conoscenza delle basi teoriche di matematica, chimica, fisica e geologia.

1) Approccio metodologico e concettuale. La Forma della Terra e la rappresentazione del paesaggio. La Terra nello spazio. Bilancio radiativo. Rotazione e Rivoluzione. Movimenti millenari e variazioni climatiche. Origine e natura delle forme del paesaggio. Effetti sulla superficie terrestre di acqua, vento, ghiaccio, alterazione, vulcanismo, tettonica e attività umana. Geografia fisica, geomorfologia e analisi del paesaggio; la componente antropica della morfogenesi olocenica. Geomorfologia e Archeologia. Fondamenti di stratigrafia e metodi di datazione per lo studio dell’Olocene (17,6 ore).
2) I materiali della Geosfera: minerali e rocce. I minerali: proprietà, metodi di studio e classificazione. Le rocce: proprietà fisiche composizione mineralogica e chimica, classificazione. Ciclo delle rocce. Rocce sedimentarie: processi e ambienti di origine, tessiture e strutture, componenti, tipi e classificazioni, compattazione e diagenesi. Rocce ignee: processi magmatici intrusivi e vulcanici, strutture e significato geologico, composizione, tipi e classificazione. Rocce metamorfiche: processi metamorfici e loro significato geologico, composizione, tipi e classificazione. Esperienze di riconoscimento di tipi di rocce in laboratorio e sul terreno con particolare riferimento alle loro caratteristiche geo-meccaniche. Materiali economicamente utili, reperibilità, estrazione e uso (17,6 ore).
3) Geometria e stratimetria delle rocce. Ricostruzione tridimensionale di corpi rocciosi: definizione e misura dei loro parametri geometrici e strutturali, metodi di rappresentazione. Tempo geologico e stratigrafia. L’età della Terra: i metodi di misurazione assoluta e relativa del tempo geologico. I principi fondamentali della stratigrafia: rapporti tra corpi rocciosi e indicazioni circa la loro successione temporale, tipi di unità stratigrafiche. Ambienti sedimentari e facies. Legge della correlazione delle facies (Regola di Walther). Le scale dei tempi geologici e il loro uso. Cenni alla costituzione geologica del territorio italiano (17,6 ore).
4) Le deformazioni delle rocce e la sismicità. Cenni di dinamica crostale: crosta continentale e oceanica, tettonica delle placche, dorsali oceaniche, deriva dei continenti, piano di Benioff e subduzione. Le strutture tettoniche elementari: fratture, foliazioni, faglie e pieghe. L’associazione delle strutture tettoniche elementari. Lo stile tettonico di un territorio. Movimenti verticale del suolo. Tettonica attiva. Geologia strutturale e terremoti, Magnitudo, Intensità macrosismica; terremoti superficiali e profondi, effetti cosismici sul terreno e loro relazioni con l’ambiente tettonico locale, paleosismicità. Fagliazione superficiale, rapporti fra magnitudo, intensità, lunghezza di rottura e rigetto; criteri geologici per la valutazione della sismicità (17,6 ore).
5) Introduzione all’idrogeologia. Il bacino idrogeologico. Permeabilità e gradiente idraulico. Falda freatica e falda artesiana, superficie piezometrica. Geologia dell’Ambiente. Variabilità e fattori di scala nei processi naturali. Il ruolo della Geologia nella protezione dell’ambiente. Pericolosità, Vulnerabilità, Rischio. La caratterizzazione della componente ambientale dei rischi naturali. Indicatori stratigrafici e geomorfologici per la ricostruzione dell’evoluzione paleoambientale di un’area, definizione delle tendenze evolutive dei processi fisici in atto, pianificazione del territorio. Geologia e cambiamenti climatici, il cosiddetto “riscaldamento globale” (17,6 ore).

Il corso si svolgerà con lezioni frontali in aula e frequenza obbligatoria al Laboratorio. Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti tramite: a) 88 ore di lezioni frontali in aula; 16 ore di laboratorio e 52 ore di lezioni sul campo. Le ore di didattica integrativa (laboratorio ed lezioni sul campo) saranno erogate con l’assistenza didattica di personale idoneo. Il Laboratorio di Cartografia e Litologia prevede la lettura delle carte topografiche; l’esecuzione di profili topografici e la delimitazione dei bacini idrografici sulle tavolette IGM in scala 1:25000; la lettura della carte geologiche e l’esecuzione di profili geologici; l’apprendimento in laboratorio e sul terreno (4 escursioni obbligatorie durante il corso, attività individuale sul terreno per esercitazioni) delle nozioni elementari per il riconoscimento dei minerali, delle rocce, e per la cartografia delle formazioni geologiche, con particolare riferimento ai depositi recenti e ai suoli; l’apprendimento delle nozioni elementari per la misura della giacitura dei piani di stratificazione e delle faglie con la bussola da geologo, e per il rilevamento delle strutture sedimentarie e tettoniche presenti in una roccia.
Laboratorio di cartografia, 16 ore, in Aula Cartografia, Anello, Via Valleggio 11, Como.
Escursioni sul terreno a Brunate (4 ore escluso trasferimento), Parco delle Gole della Breggia (4 ore escluso trasferimento), Gravedona (24 ore escluso trasferimento, con pernottamento) e Rifugio Ventina (24 ore escluso trasferimento, con pernottamento); attività di rilevamento sul terreno individuale per esercitazioni. Nel caso del tutto eccezionale in cui uno studente non possa seguire le attività di laboratorio verranno definiti percorsi didattici alternativi da svolgere in autonomia.
Le lezioni sul campo e le esercitazioni in laboratorio sono fondamentali per il raggiungimento della capacità di riconoscimento pratico. Tali attività sono obbligatorie ed erogate con la co-presenza di dottorandi o studenti magistrali. Per gli studenti con problematiche particolari certificate (disabilità, figli minori, etc) le attività del viaggio di studio saranno sostituite da attività integrative da concordare individualmente in funzione delle problematiche specifiche.
All’inizio delle lezioni, su richiesta degli studenti, il docente fornirà chiarimenti e approfondimenti dei temi trattati nelle precedenti lezioni. Sarà inoltre possibile chiedere chiarimenti in qualsiasi momento durante le lezioni.

L'obiettivo della prova finale è quello di verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi, valutando in primo luogo il possesso degli elementi conoscitivi di base e quindi la capacità dello studente di utilizzarli in autonomia per la risoluzione di problematiche reali.
Le domande dell’esame orale e delle prove scritte saranno coerenti con le tipologie di argomenti ed i metodi di studio ed analisi relativi agli argomenti trattati.
- prova obbligatoria scritta di topografia (profilo topografico e bacino idrografico) voto 1-30, per essere ammessi all'orale si deve raggiungere il 18;
- relazioni per le 4 escursioni, da presentare stampate a colori il giorno dell'appello orale (voto 1-30);
- prova di riconoscimento rocce (voto 1-30);
- esame orale (voto 1-30).

Allo studente sarà richiesto l’impegno a:
- partecipare attivamente al corso seguendo gli argomenti trattati sulle dispense, sui testi consigliati, sui siti web di riferimento;
- comprendere il vocabolario e i concetti scientifici e loro applicazione nelle discussioni durante il corso, nei compiti scritti e negli esami orali;
- avere la capacità di ridisegnare i diagrammi e gli schemi e di commentare appropriatamente le immagini trattati nel corso.
La lode sarà attribuita quando il grado di preparazione sarà più che eccellente. La valutazione finale, espressa in trentesimi, terrà conto dell'avvenuto apprendimento (60%), della capacità di applicazione dei concetti teorici (10%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle capacità di comunicazione (20%).

John P. Grotzinger, Thomas H. Jordan, Capire la Terra, Terza edizione italiana condotta sulla settima edizione americana, Libro multimediale, cod. ISBN 978-8808-82123-2 , pag. 752 , Zanichelli.
Guida del Parco delle Gole della Breggia
Dispense disponibili sul sito http://web.fis.unico.it/geolito/
Dispense su e-learning

Orario di ricevimento
Mercoledì ore 11, via Valleggio 11, Laboratori Ambientali Anello, da confermare per appuntamento tramite e-mail (alessandro.michetti@uninsubria.it)

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE