Università degli studi dell'Insubria

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento obbligatorio

Laurea triennale in SCIENZE DEL TURISMO
 (A.A. 2019/2020)
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Base
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
50
Dettaglio ore: 
Lezione (50 ore)

Il corso si propone di fornire le conoscenze di base del diritto privato con particolare riguardo ai soggetti del diritto ed al loro operare in ambito economico. Dopo un’introduzione di impronta teorica e sistematica, i discenti prenderanno confidenza con le fonti giuridiche di maggior rilevanza in relazione agli aspetti del loro futuro ambito professionale. In particolare, il corso intende fornire oltre ad alcune nozioni di base, la capacità di inquadrare in termini giuridici le realtà concrete che gli operatori potranno trovarsi ad affrontare e le possibili soluzioni o, quanto meno, ad individuare in maniera autonoma le norme giuridiche di riferimento.
I risultati di apprendimento attesi sono i seguenti:
- acquisizione e capacità di impiegare in modo adeguato concetti e terminologia di base del diritto privato;
- capacità di interpretare i fatti e riqualificarli in termini giuridici e reperire gli strumenti per approntare la soluzione
- capacità di individuare le fonti normative rilevanti nel settore professionale e merceologico nel quale i discenti dovrebbero elettivamente collocarsi.

I prerequisiti generali consistono nella conoscenza delle ordinarie nozioni di logica elementare (metodo deduttivo e induttivo). Non sono richiesti prerequisiti specifici.

L’insegnamento prevede una prima parte dedicata ai concetti di base del diritto privato ed una seconda parte dedicata all’approfondimento dei contratti e dei rapporti specificamente rilevanti per il settore turistico.
Prima parte:
Introduzione
Il diritto privato e le fonti del diritto. Persone fisiche e persone giuridiche. Enti con e senza personalità giuridica. La proprietà (cenni). Obbligazioni e contratti. I rapporti di lavoro (cenni).
Seconda parte:
I contratti e i rapporti con il viaggiatore
Il contratto di vendita con particolare riguardo alla vendita di cose mobili e beni immateriali
Clausole vessatorie e clausole abusive
L’appalto di servizi
Il contratto di prestazione d’opera
Il contratto di trasporto
La vendita di pacchetti turistici
I contratti fra professionisti per l’approntamento di servizi turistici
Agenzia e mandato
Affitto e cessione d’azienda
I rapporti di lavoro
La responsabilità per l’inesatta gestione di prestazioni turistiche
Gli atti illeciti contrattuali e extracontrattuali
La tutela del contraente “consumatore”
La tutela del trasportato nel viaggio su strada, ferrovia e aereo.

Il corso prevede 50 ore di lezioni frontali. La didattica è interamente impartita dal docente titolare del corso che occasionalmente potrà coinvolgere operatori professionali ed esperti per lo svolgimento di taluni seminari. È prevista la realizzazione e l’integrazione della piattaforma e-learning sia per consentire ai frequentanti di individuare in anticipo il contenuto delle lezioni sia per averne un riepilogo sia per l’acquisizione di alcuni materiali didattici. Il docente potrà segnalare a quanto seguono le lezioni convegni o eventi formativi, la frequenza dei quali sarebbe utile al fine di approfondire aspetti pratici e operativi attinenti alle tematiche del corso.

L’esame è orale e consiste in un colloquio con il docente, durante il quale verrà richiesto di dimostrare l’apprendimento delle nozioni di base illustrate a lezioni e la capacità di orientarsi in ambito giuridico relativamente agli argomenti pertinenti. Allo studente verranno sottoposti alcuni quesiti, di cui uno di tipo nozionistico e due di tipo più pratico. Complessivamente la prova orale ha la durata di circa 30 minuti.
L’esame è volto a valutare innanzitutto capacità di ragionamento e rigore analitico sui temi oggetto del corso, nonché proprietà di linguaggio e abilità comunicative. Poiché l’esame è destinato a studenti del primo anno, alcuni dei quali si affacciano per la prima volta allo studio del diritto, e la loro conoscenza resterà comunque di tipo istituzionale, fra i criteri di valutazione necessari per superare l’esame non rientra la capacità di esprimere autonomia di giudizio. Quest’ultimo criterio può tutt’al più essere utilizzato per premiare gli studenti più meritevoli.

Il manuale di riferimento (indispensabile per la preparazione dell’esame) è P. TRIMARCHI, Istituzioni di diritto privato, Giuffrè Editore, ultima edizione disponibile (la lista dettagliata dei capitoli e paragrafi da studiare viene resa disponibile sulla piattaforma e-learning). In alternativa, sono indicati i seguenti testi: F. GALGANO, Diritto provato, >Cedam editore, ultima edizione disponibile, oppure, V. ROPPO, Diritto provato. LInee essenziali, Giappichelli Editore, ultima edizione disponibile In aggiunta, è richiesta la conoscenza del Codice del Consumo (d.lgsl. 6.09.2005, n. 206) e del Codice del Turismo.
Sulla piattaforma e-learning potranno essere resi disponibili anche schemi, riassunti ad opera degli studenti rielaborati e approvati dal docente, e materiale didattico e normativo utilizzato a lezione.

Sulla piattaforma e-learning potranno essere resi disponibili anche schemi, riassunti ad opera degli studenti rielaborati e approvati dal docente, e materiale didattico e normativo utilizzato a lezione.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE