FILOSOFIE DEL XX SECOLO

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2019/2020)

Docenti

Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
LOGICA E FILOSOFIA DELLA SCIENZA (M-FIL/02)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
64
Dettaglio ore: 
Lezione (64 ore)

Il corso si propone di definire ed analizzare la riflessione filosofica con un approccio integrato, storico, filosofico e narrativo alla contemporaneità, in grado di affrontare, con adeguata capacità critica, temi di carattere filosofico. Per questa ragione il corso si propone di fornire i principali strumenti metodologici utili alla comprensione dello specifico contesto culturale del XX secolo, favorendo una pluralità di approcci ermeneutici che, soprattutto nell’età contemporanea, hanno contraddistinto la riflessione filosofi-ca. Un’attenzione particolare verrà dedicata all’analisi critica dei testi con l’obiettivo di coglierne le linee essenziali, nonché lo sviluppo delle differenti forme concettuali e l’esplicitazione delle differenti categorie e la disamina del linguaggio utilizzato dall’Autore preso in considerazione
Attraverso un rapporto diretto con le fonti (in tutti i suoi formati) si favorisce nel discente una comprensione critica dei testi presi in considerazione, favorendo un approfondimento storico e concettuale in forma comparativa ed interdisciplinare quale strumento per la comprensione concettuale dei mutamenti qualificanti del mondo contemporaneo. In tal modo si favorisce un approccio ermeneutica in grado di adottare forme di analisi e di capacità critica specifiche per la riflessione filosofica contemporanea.

I risultati di apprendimento sono:
• conoscenza della nozione concettuale di prassi
• capacità di saper leggere criticamente un testo, inserendolo all’interno del suo preciso contesto teoretico
• capacità di saper esplicitare le differenti tradizioni di pensiero presente entro una determinata proposta teorica
• capacità di saper cogliere i problemi aperti dei testi studiati
• capacità di saper applicare autonomamente le conoscenze acquisite, onde avviare una propria ed autonoma riflessione critica sui problemi aperti della contemporaneità

Non è previsto alcun prerequisito

Il corso tratterà il tema “Antonio Gramsci e la filosofia della prassi” e analizzerà nello specifico i seguenti argomenti: la filosofia della praxis elaborata da Gramsci nella sua riflessione carceraria, tenendo natural-mente presente il preciso contesto storico in cui questa riflessione si è sviluppata e ha preso l’avvio, mettendo capo ad una riflessione che si configura come uno dei contributi tra i più originali cui sia pervenuta la riflessione italiana del XX secolo. Per comprendere l’opera e il pensiero di Gramsci occorrerà naturalmente tener presente la Rivoluzione d’ottobre promossa da Lenin nonché le molteplici condizioni storiche che hanno visto la nascita di un programma politico volto al riscatto sociale dei subalterni. In questo quadro storico e teorico si preciserà la nuova teoria del marxismo elaborato da Gramsci, prestando adeguata attenzione ad un concetto chiave della sua riflessione, ovvero quello dell’egemonia. Ma sarà anche tenuto nel debito rilievo anche la rilettura critica del Risorgimento quale “rivoluzione senza rivoluzione” progressivamente maturato da Gramsci nel suo sforzo di comprendere le ragioni che han-no contribuito all’affermazione del fascismo. La riflessione gramsciana sul moderno Principe, e la sua parallela esigenza di connettere criticamente la storiografia e la scienza politica consentiranno anche di precisare la concezione gramsciana della storia e il suo significato decisamente anti-teologico ed anti-metafisico.

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti attraverso la modalità delle lezioni frontali (per un totale complessivo di 30 ore), che prevedono la discussione analitica e collettiva dei testi presi in diretto riferimento (indicativamente per 34 ore).

È prevista la sola prova di verifica finale orale, nel corso della quale si valuterà:
- la capacità di saper comprendere adeguatamente la lettura di un testo;
- la conoscenza adeguata dei testi d’esame;
- la capacità di saper sviluppare una propria autonoma riflessione critica.
Nel corso del colloquio è previsto l’accertamento dell’acquisizione e della corretta comprensione dei contenuti dei testi che andranno studiati integralmente. Sui contenuti dei testi d’esame saranno formula-te due domande specifiche che riguarderanno l’accertamento della capacità di analisi critica interdisciplinare e di autonomia di giudizio.
Inoltre sarà richiesta la conoscenza degli argomenti presenti nel testo a scelta (almeno una domanda).
Il voto finale terrà conto dell’esattezza e della qualità delle risposte (70%), nonché dell’abilità comunicativa mostrata durante il colloquio (10%) e della capacità di motivare adeguatamente affermazioni, analisi e giudizi (20%).

Testi fondamentali di riferimento obbligatori:
- A. Gramsci, Lettere dal carcere, a cura di Sergio Caprifoglio e Elsa Fubini, Einaudi, Torino 1965 (e successive ristampe)
- A. Gramsci, Quaderni del carcere, edizione critica dell’Istituto Gramsci, a cura di Valentino Gerratana, Einaudi, Torino 1975, 4 voll. (e successive ristampe), limitatamente ai seguenti Quaderni: n. 9; n. 10; n. 11; n. 12; n. 13 e n. 22
- Angelo D’Orsi, Gramsci. Una nuova biografia, Feltrinelli, Milano 2017 (riedita nel 2018)

Un libro a scelta tra i seguenti:
- Cesare Bergami (a cura di), Gramsci raccontato, Edizioni Associate, Roma 1987
- Norberto Bobbio, Saggi su Gramsci, Feltrinelli, Milano 1990
- Alberto Burgio, Gramsci storico. Una lettura dei Quaderni del carcere, Laterza, Roma-Bari 2003
- Luciano Canfora, Gramsci in carcere e il fascismo, Salerno Editrice, Roma 2012
- Francesca Chiaretto, Operazione Gramsci. Alla conquista degli intellettuali nell’Italia del dopoguerra, introduzione di Angelo d’Orsi, Bruno Mondadori, Milano 2011
- Luigi Cortesi, Le origini del PCI. Studi e interventi sulla storia del comunismo in Italia, Franco Angeli, Milano 1999
- Benedetto Croce, Materialismo storico ed economia marxistica; Laterza, Bari 1900 (con innumerevoli riedizioni)
- Franco Fergnani, Antonio Gramsci. La filosofia della prassi nei Quaderni del carcere, a cura di Amedeo Vigorelli e Marzio Zanantoni, Unicopli, Milano 2011
-Eugenio Garin, Con Gramsci, Editori Riuniti, Roma 1997
- Giovanni Gentile, La filosofia di Marx. Studi critici, a cura di Caterina Genna, Le Lettere, Firenze 2012
- Antonio Labriola, La concezione materialistica della storia, a cura e con una introduzione di Eugenio Garin, Laterza, Bari 1965 (con varie ristampe)
- Guido Liguori, Gramsci conteso. Storia di un dibattito, Editori Riuniti University Press, Roma 2012
- Franco Lo Piparo, Lingua, intellettuali, egemonia in Gramsci, Laterza, Roma-.Bari 1979
- Massimo L. Salvadori, Gramsci e il problema storico della democrazia, Einaudi, Torino 1973
- Paolo Spriano, Grtamsci in carcere e il partito, l’Unità, Roma 1988
- Palmiro Togliatti, Gramsci, a cura di Ernesto Ragionieri, Editori Riuniti, Roma 1972
- André Tosel, Étudier Gramsci, Édition Kimé, Paris 2016
- Giuseppe Vacca, Gramsci e Togliatti, Editori Riuniti, Roma 1991
- Giuseppe Vacca, Vita e pensieri di Antonio Gramsci (1926-1937), Einaudi, Torino 2012
- Andrea Viglongo, Gramsci a Torino. Scritti con illustrazioni, a cura di Giovanna e Franca Viglongo, prefazione di Angerlo d’Orsi, Viglongo, Torino 2017

Il ricevimento degli studenti si effettua dopo lo svolgimento della lezione, presso la sede del Centro Internazionale Insubrico, sita al secondo piano del Collegio Cattaneo, nel campus di Bizzozero. Si consiglia di prendere contatto direttamente con il docente via e-mail per concordare l’orario preciso, onde abbreviare i tempi d’attesa.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE