Università degli studi dell'Insubria

PSICOLOGIA

A.A. di erogazione 2018/2019
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2018/2019)

Docenti

Anno di corso: 
1
Settore disciplinare: 
PSICOLOGIA CLINICA (M-PSI/08)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ore di attivita' frontale: 
36
Dettaglio ore: 
Lezione (36 ore)

Fornire agli allievi i fondamenti teorici basilari della psicologia dello sviluppo e della psicologia dei gruppi, necessari per gestire con intenzionalità e consapevolezza il processo di comunicazione e relazione educativa in ambito scolastico.

Nessuno

Il corso si compone di tre parti: Psicologia dello Sviluppo (12 ore), Psicologia Scolastica (12 ore), Comunicazione e Relazione d'aiuto (12 ore).
PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO (12 ore)
1. Premesse:
- Psicologia dell’età evolutiva: tappe evolutive;
- Basi neuroanatomiche e neurofisiologiche dello sviluppo.
2. I principali modelli teorici nella Psicologia dello Sviluppo: il modello ambientale a strutture concentriche (Bronfenbrenner); teorie comportamentali e paradigmi dell’apprendimento; teorie cognitive (J. Piaget e i neo-piajetiani); lo sviluppo del giudizio morale (Kohlberg); teorie psicodinamiche (S. Freud, A. Freud, M. Klein); psicoanalisi genetica (R.A. Spitz, M. Mahler);
il gruppo C della psicoanalisi londinese (Winnicott); la Teoria dell’Attaccamento (Bowlby).
Il Sè' e l'identità: definizione e sviluppo.
Adolescenza: criteri di definizione della durata dell’adolescenza; la teoria evolutiva dei compiti di sviluppo (Havighurst).
Bullismo: definizione, tipologie, principi di prevenzione e trattamento.
Psicologia dei gruppi (nozioni teoriche di base): il gruppo sociale (definizione, struttura, dinamiche, leadership).
PSICOLOGIA SCOLASTICA (12 ore)
1.Cosa è e cosa comprende la psicologia scolastica:
i processi educativi dal punto di vista psicologico; la progettazione di interventi.
2.Come l’essere umano costruisce il mondo:
percezione, attenzione e intuizione, memoria, intelligenza, consapevolezza e conoscenza, riconoscimento, abilità e comprensione.
3.Come l’essere umano apprende il mondo: apprendimento e costruzione della conoscenza, processi di pensiero, apprendimento e meta-cognizione, motivazione.
4. Il rapporto insegnante e allievo: pluralità di ambienti di apprendimento; contesti educativi; la relazione in classe: status e ruoli; immagini reciproche; stili di educazione e obiettivi dell’insegnamento; il rapporto tra allievo e docente.
5. L’ individuo e la società: individui e gruppi; status e ruolo (potere, coesione, identità); norme e reti di comunicazione; influenza sociale e conformismo; bullismo e cyberbullismo; Dinamiche di gruppo: la costruzione di sé e degli altri, prendere una decisione, dinamiche inter-gruppo.
6. La famiglia: tipi di famiglie; il ciclo della famiglia; normalità e disfunzionalità nella famiglia.
7. Le diversità: lo sviluppo atipico; normalità e patologia dello sviluppo; le disabilità.
COMUNICAZIONE E RELAZIONE D'AIUTO (12 ore)
Comunicazione e relazione nel contesto educativo.
La relazione d'aiuto: definizione; tappe del processo; abilità.

L’attività didattica consiste di lezioni frontali con ampi momenti di interazione rivolti al chiarimento di concetti e alla loro applicazione alla pratica.

La valutazione finale consiste in una prova scritta composta da 30 domande chiuse, con risposta a scelta multipla (1 sola risposta esatta) sugli argomenti contenuti nel programma del corso, comprendente le discipline Psicologia dello sviluppo (10 domande), Psicologia scolastica (10 domande), Comunicazione e Relazione d'aiuto (10 domande). Il risultato finale, espresso in trentesimi, corrisponde alla sommatoria dei punteggi ottenuti in ciascuna delle tre discipline.

Slides utilizzate a lezione.
Testo adottato:
- Santrock JW. “Psicologia dello sviluppo”. McGrawHill Education, II Edizione, 2013.
Testi consigliati per approfondimenti:
1.Quaglino GP, Cortese CG. Gioco di squadra. Come un gruppo di lavoro può diventare una squadra eccellente. Milano, Raffaello Cortina Ed. 2003
2.Edelmann RJ. Conflitti interpersonali nel lavoro. Analizzarli e risolverli senza aggressività ne passività. Trento, Erickson Ed. 2005
3.Maslach C, Leiter PM. Burnout e organizzazione. Modificare i fattori strutturali della demotivazione al lavoro. Trento, Erickson Ed. 2000
4.Buccoliero E, Maggi M. Contrastare il bullismo, il cyberbullismo e i pericoli della rete. Manuale operativo per operatori e docenti, dalla scuola primaria alla secondaria di 2° grado. Milano, Franco Angeli.
5.Brown R. Psicologia Sociale dei gruppi. Bologna, Il Mulino, 2005

I docenti sono disponibili a ricevere gli studenti su appuntamento

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 1
Curriculum: GEN

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: GEN