FONDAMENTI TEORICI E SOCIALI DELLA MODERNITA'

A.A. di erogazione 2019/2020

Laurea triennale in SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE
 (A.A. 2017/2018)

Docenti

Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
FILOSOFIA MORALE (M-FIL/03)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (48 ore)

L'obiettivo principale dell'insegnamento è in primo luogo l'acquisizione della conoscenza della modernità dalla nascita sino ai nostri giorni, approfondendo non solo i fenomeni e le evoluzioni dei contesti sociali, economici, politici, culturali e istituzionali, ma anche i temi della post modernità e dell’iper modernità secondo una visione sociologica e politologica. Saranno analizzati in particolare i temi delle forme della democrazia rinnovata e della rappresentanza alla luce di nuovi paradigmi politici e organizzativi: la società e la città orizzontale; una moderna concezione del cittadino e dell’impresa come bene comune; il risveglio della partecipazione e del consenso informato a partire da un’organizzazione sociale e partecipativa attraverso la comunità di base e cittadina, in un’ottica di abbassamento dei baricentri politici, istituzionali e sociali per aderire tempestivamente ed efficacemente ai bisogni sociali primari. Gli allievi approfondiranno temi come la globalizzazione, il modello sociale europeo e la democrazia dei bisogni in una visione di compatibilità dell’interesse generale, del bene comune e della salvaguardia dell’ambiente. E’ un tracciato didattico che si svilupperà nel confronto con diversi punti di vista della sociologia francese, tedesca, inglese e italiana. Il Corso consentirà agli studenti di approfondire il rapporto fra Costituzioni e difesa della dignità della persona unitamente alle esigenze di umanesimo esistenziale. Il tutto considerato in una prospettiva di antrocapitalismo e di centralità della persona nella società totale, dominata dal Web e dai social.

Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze politiche, sociologiche, filosofiche e storiche oltre a quelle che gli allievi avranno acquisito nel corso dei loro studi curricolari e personali. Il patrimonio concettuale fin qui conseguito dagli studenti attraverso gli studi del Corso di Scienze della Comunicazione consentirà di potersi accostare alla materia in maniera agevole.

L’apprendimento sarà orientato principalmente su sei assi di ragionamento: 1) rovesciare la piramide della relazione fra poteri e comunità (la società orizzontale); 2) rimuovere le cause del disagio sociale e del mancato rispetto della dignità dei cittadini;3) rimodulare il futuro partendo da una nuova concezione del “cittadino e dell’impresa bene comune”; 4) riposizionare le comunità di quartiere e cittadine nella vita politica e sociale, considerandole cellule primarie di una nuova democrazia; 5) rilanciare la cultura dei “valori”, del bene comune e dell’interesse generale per ricostruire i legami sociali e gli interessi dei cittadini; 6) uscire dalla trappola della “società totale” architettata dal globalismo, dai mercati e dal web.
In particolare saranno oggetto di attenzione didattica i seguenti temi: l’interesse generale e i suoi significati: concetti generali e aspetti socio giuridici; il bene e i beni comuni nella società della modernità; il cittadino e l’impresa bene comune in ottica olistica e di sostenibilità socio ambientale; il common good e il commoning moderni; il nuovo welfare e i livelli minimi di dignità nel modello sociale nazionale ed europeo; la disinformazione e i beni comuni; la decrescita della conoscenza e la supremazia del “profaniamo”; i rapporti fra globalizzazione bene comune, beni collettivi e beni di mercato; l’impresa e la modernità; le radici della società civile organizzata; verso la comunità di destino; l’orizzontalismo economico, politico e sociale.

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti attraverso lezioni frontali per un totale di 48 ore, in cui troverà posto anche l'analisi comparativa di lavori brevi di divulgazione sulla Modernità curati da Professori Morcellini e Leonzi. Nel corso dell’attività didattica e nei limiti della disponibilità di tempo è prevista la possibilità di effettuare un’indagine sociologica da parte degli studenti, secondo criteri che saranno stabiliti in aula.

L’apprendimento sarà valutato attraverso l’esame finale orale riguardante la disciplina. L’esame sarà condotto all’insegna della verifica: dell’apprendimento dei concetti basilari della materia e delle sue declinazioni; dei contesti socio politici nazionali ed europei; della capacità di contestualizzazione, analitica e comparativa con temi dell’attualità e dell’evoluzione sociale, economica, politica e culturale dei fenomeni che caratterizzano la modernità; della delineazione delle differenze tra i diversi punti di vista sulla modernità; dell’analisi delle società del ‘900 e quelle del post ‘900; del linguaggio narrativo, sia dal punto di vista lessicale sia dal punto di vista della precisione dei concetti espressi. L’esame si chiuderà con una domanda “aperta” sulla materia destinata a completare la valutazione in ordine alla capacità sintetica, alla profondità e all’intensità dello studio, considerato complessivamente.

L’apprendimento sarà concentrato sui due testi cardine: La società totale, di Franz Foti, edizioni Mimesis e “La società del noi” di Valentina Grassi, edizioni Franco Angeli. In aula saranno utilizzate slide predisposte di volta in volta, in caso di necessità didattiche. In fine, saranno proiettate diverse slide dei Professori Morcellini e Leonzi per ampliare e comparare i margini delle concettualizzazioni sulla materia.

Ricevimento studenti previo appuntamento, da concordare via e-mail, presso la sede della Struttura Dipartimentale di afferenza del docente (DISUIT, sede di Varese).

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE