TIROCINIO PROFESSIONALIZZANTE 3

A.A. di erogazione 2020/2021
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2018/2019)

Docenti

Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE (MED/47)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
26
Ore di attivita' frontale: 
780
Dettaglio ore: 
Tirocinio (780 ore)

Il tirocinio professionalizzante rappresenta il cuore della preparazione professionale ed è inteso come uno “spazio di esperienza” con finalità educativa, indispensabile per tradurre le conoscenze teoriche acquisite in comportamenti professionali.
L’attività formativa professionalizzante è dunque un cardine fondamentale nella costruzione del profilo professionale dello studente in Ostetricia, essendo mirato a sviluppare:
• competenze professionali
• ragionamento diagnostico
• pensiero critico
• identità e appartenenza alla professione
• autonomia nella realizzazione dell’assistenza e delle abilità professionali

Al termine del tirocinio professionalizzante del 3° anno di corso, lo studente deve aver raggiunto gli standard formativi stabiliti dalla direttiva 2005/36/CE per poter accedere all’esame di stato abilitante all’esercizio della professione.

Gli studenti svolgeranno l’attività professionalizzante sempre sotto la guida e la supervisione di un assistente di tirocinio.

Al termine del tirocinio professionalizzante del terzo anno di corso, lo studente sarà in grado di:
1) prestare assistenza alla donna nei vari stadi del travaglio fisiologico dimostrando progressiva autonomia
2) prestare assistenza ai parti eutocici dimostrando progressiva autonomia e sapendo riconoscere le situazioni cliniche che richiedono l’intervento del medico
3) prestare assistenza in tutte le situazioni di deviazione dalla fisiologia in collaborazione con il medico
4) strumentare interventi chirurgici in ambito ostetrico e ginecologico
5) prestare assistenza al neonato fisiologico
6) descrivere e applicare i piani di assistenza relativi alle patologie in ginecologia ed in oncologia ginecologica, al neonato patologico
7) descrivere e applicare i piani di assistenza pre e post operatori negli interventi chirurgici ostetrico/ginecologici
8) eseguire i test di screening per la prevenzione dei tumori della sfera genitale femminile
9) realizzare counseling in ostetricia e ginecologia dimostrando progressiva autonomia nell’ascolto attivo, formulazione di domande, nel dare informazioni
conoscere e applicare le principali procedure di urgenza ed emergenza in ambito ostetrico, ginecologico e neonatale

Per accedere al tirocinio lo studente deve partecipare ai Laboratori professionalizzanti (LP) e alle Attività Professionalizzanti e di approfondimento (APA) con frequenza obbligatoria poiché tali attività integrative consentono allo studente di acquisire abilità e competenze specifiche in una situazione protetta e simulata preparandolo alle situazioni cliniche che sperimenterà sul campo.
Inoltre lo studente deve acquisire conoscenze teorico-pratiche nelle discipline caratterizzanti previste dal 3° anno di corso (assistenza ostetrico-ginecologica in urgenza ed emergenza, assistenza chirurgica alla patologia, modelli organizzativi dell’assistenza ostetrica, scienze ostetriche e ginecologiche).

1. ORIENTAMENTO NELL’AMBIENTE DI LAVORO

2. ACCOGLIENZA E CONFRONTO RELAZIONALE CON IL PAZIENTE

3. CONOSCENZE E ABILITÀ TECNICHE/OPERATIVE

Lo studente è tenuto a frequentare le attività di tirocinio nei periodi e negli orari programmati dal Direttore delle Attività Didattiche Professionalizzanti per un monte ore complessivo pari a 780 ore.
Si garantisce allo studente:
• affiancamento 1:1 ad un assistente di tirocinio durante lo svolgimento della sua attività lavorativa
supervisione e attività di orientamento da parte del Direttore delle Attività Didattiche Professionalizzanti.

Al termine di ogni esperienza di tirocinio lo studente riceve una valutazione formativa da parte dell’assistente di tirocinio. Nello specifico viene espressa una valutazione sul raggiungimento degli obiettivi formativi attraverso schede di valutazione presenti nel libretto di tirocinio.
Viene redatta una valutazione sul profilo dello studente inerente il comportamento e le competenze trasversali (abilità comunicative e relazionali, capacità di collaborazione e organizzazione del lavoro, motivazione e capacità di autovalutazione); inoltre, viene redatta una valutazione sul raggiungimento delle abilità tecnico-operative generali e specifiche differenziata in base alla sede di tirocinio. In entrambi i casi, per ciascun item indicato nella scheda di valutazione, l’assistente di tirocinio deve esprimere un giudizio in decimi (ottimo: 10; distinto: 9; buono: 8; discreto: 7; sufficiente: 6; insufficiente: < 6) e poi si calcola la media matematica per ottenere il punteggio finale.

L’esame finale di tirocinio professionalizzante 3 consiste in una valutazione certificativa che accerta i livelli raggiunti dallo studente nello sviluppo delle competenze professionali attese. Tale valutazione, espressa in trentesimi, è la sintesi delle valutazioni formative via via documentate durante l’anno di corso dagli assistenti di tirocinio e del livello di performance dimostrata all’esame di tirocinio. Tale prova finale viene realizzata attraverso un esame scritto a domande aperte in cui viene richiesta la risoluzione di casi clinici.

Verranno valutate:
- l’esattezza, la precisione e la completezza delle risposte
- la capacità di ragionamento clinico
- la capacità di utilizzare una terminologia appropriata

Qualora lo studente non raggiunga gli obiettivi previsti per il tirocinio e quindi la valutazione certificativa accerti un profitto insufficiente, lo studente è considerato “ripetente”. Lo studente dovrà rifrequentare i tirocini fino al raggiungimento degli obiettivi e non potrà frequentare le lezioni del terzo anno di corso. 


Lo studente si avvale delle slides e dei testi consigliati dai docenti delle discipline caratterizzanti previste dal 3° anno di corso (assistenza ostetrico-ginecologica in urgenza ed emergenza, assistenza chirurgica alla patologia, modelli organizzativi dell’assistenza ostetrica, scienze ostetriche e ginecologiche).
E’ richiesta la consultazione e l’approfondimento di linee guida e protocolli in uso presso le Aziende in cui lo studente svolge il tirocinio.

Per appuntamenti o per richieste di informazioni si può contattare il Direttore delle Attività Didattiche Professionalizzanti via e-mail all'indirizzo: alessia.bonaccorso@uninsubria.it 

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2020/2021

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE