Università degli studi dell'Insubria

BIOLOGIA ANIMALE

A.A. di erogazione 2018/2019
Insegnamento obbligatorio

Laurea triennale in SCIENZE BIOLOGICHE
 (A.A. 2018/2019)
Anno di corso: 
1
Partizione: 
Cognomi A-L
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
ZOOLOGIA (BIO/05)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
68

L'obiettivo principale dell'insegnamento è quello di fornire allo studente nozioni approfondite sull’organizzazione e sulle funzioni di base degli organismi animali. Particolare attenzione verrà posta sugli aspetti morfologici e funzionali, sui meccanismi di riproduzione e di sviluppo, sugli aspetti ecologici ed ambientali e sui processi evolutivi e adattativi dei principali taxa.
Al termine del corso lo studente avrà quelle competenze teoriche e pratiche utili allo studio degli organismi animali.
Grazie alle esperienze di laboratorio e mediante l’utilizzo del microscopio ottico e del binoculare lo studente sarà in grado di lavorare in gruppo e imparerà ad identificare un organismo animale almeno a livello di phylum e classe, di conoscere l'organizzazione degli organismi animali a livello cellulare e nel loro complesso, nonché di correlare il relativo piano organizzativo ad aspetti adattativi ed evolutivi.
Inoltre, gli studenti saranno informati sulle corrette prassi di laboratorio da intraprendere durante le esercitazioni pratiche di zoologia. A completare il quadro, saranno trattati alcuni aspetti economici, sociali, etici ed ambientali legati alla moderna zoologia. Verrà inoltre sottolineata l’importanza dello zoologo nella corretta divulgazione dell’informazione su temi biologici in ambito scientifico e professionale.
Alla fine del corso lo studente avrà sviluppato capacità di integrare conoscenze a livello multidisciplinare con oggetto argomenti zoologici.

Sebbene non vengano richieste propedeuticità, per affrontare proficuamente il corso sono indispensabili nozioni di istologia e citologia.

Parte 1: ORGANIZZAZIONE CORPOREA E FUNZIONALE: 1 CFU, 8 ore
1. Assi e piani di simmetria
2. L’animale e l’ambiente
2. L’alimentazione
3. Gli apparati di distribuzione
4. L’escrezione
5. La respirazione
6. La locomozione
7. Il sistema nervoso e gli organi di senso
8. La riproduzione
9. Lo sviluppo embrionale, formazione del celoma, metameria, cenni di organogenesi.

Parte 2: L’EVOLUZIONE DELLA DIVERSITA’ ANIMALE: 7,5 CFU 48 ore
Organizzazione, morfologia, fisiologia e classificazione dei seguenti Phyla:
1. Protozoi
2. Placozoa, brevi cenni e ipotesi sul passaggio alla pluricellularità.
3. Poriferi
4. Cnidari
5. Platelminti
6. Nematodi e Rotiferi
7. Anellidi
8. Molluschi
9. Artropodi
10. Protostomi e Deuterostomi
11. Echinodermi
12. Cordati
13. Vertebrati: principali caratteristiche morfologiche e cenni tassonomici

Parte 3: ESERCITAZIONI PRATICHE IN LABORATORIO: 0,5 CFU, 8 ore suddivise in 4 giornate
Osservazione al microscopio ottico e al binoculare dei seguenti Phyla:
Protozoi, Cnidari, Platelminti, Nematodi, Rotiferi, Anellidi, Artropodi, Vertebrati (dissezione del pesce)

L’attività didattica prevede lezioni frontali in aula (x 7,5 CFU) ed esperienze di laboratorio (X 0,5 CFU).
Le lezioni in aula saranno svolte con l'ausilio di slides e filmati.
Per le esperienze in laboratorio agli studenti saranno forniti microscopi, binoculari, vetrini con campioni già preparati per l’osservazione, pinzette, forbici, spilli e materiale usa e getta (petri, guanti, vetrini, tavolette per dissezione, pipette pasteur) oltre agli organismi animali vivi o preventivamente fissati per l’ osservazione e la dissezione.
Lo studente dovrà fornirsi di camice.

Esame scritto suddiviso in PARTE A e PARTE B:
PARTE A: lo studente dovrà rispondere a 10 domande a risposta multipla relative alla prima parte del programma (le funzioni negli organismi animali).
PARTE B: lo studente dovrà rispondere a 10 domande con risposte aperte sugli argomenti relativi ai vari Phyla trattati durante il corso.
L’esame scritto così strutturato permette di verificare sia l’acquisizione delle varie informazioni sulla disciplina sia di valutare il corretto linguaggio scientifico. Durante la stesura delle risposte lo studente deve dimostrare la conoscenza degli argomenti trattati durante il corso descrivendo le diverse forme animali dal punto di vista strutturale, funzionale, evolutivo e della sistematica. L’esito dell’esame sarà in trentesimi. La prova si ritiene superata se entrambi le parte A e B raggiungono una votazione di almeno 18/30.

Zoologia - M. Casiraghi, M. Eguileor, C. Cerrano, S. Puce UTET-De Agostini
Zoologia - L.G. Mitchel ZANICHELLI ED.
Zoologia - C. Hickman ZANICHELLI ED.
Zoologia Sistematica- W. WESTHEIDE, R. RIEGER-ZANICHELLI
D. Sadava et al.,-La Biologia degli animali” volume 5 estratto da BIOLOGIA, ZANICHELLI ED.

Orario di ricevimento: Su richiesta via e-mail
Materiale didattico (diapositive) e informazioni di natura organizzativa relative al corso, ai turni di laboratorio e agli esami sono reperibili sulla piattaforma e-learning.
Calendario delle attività didattiche: Collegamento ipertestuale alla pagina degli orari e sedi del CdS.
Appelli d'esame: Collegamento ipertestuale alla bacheca appelli Esse3

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE