Università degli studi dell'Insubria

DIVERSITA' BIOLOGICA E TASSONOMIA DEI VEGETALI

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2018/2019)
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
BOTANICA SISTEMATICA (BIO/02)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
60
Dettaglio ore: 
Lezione (36 ore), Esercitazione (8 ore), Laboratorio (16 ore)

Il corso si propone di fornire allo studente le conoscenze e le abilità necessarie per affrontare lo studio del mondo vegetale e per saper impiegare le conoscenze e le abilità acquisite nell’approfondire lo studio degli insegnamenti relativi al mondo vegetale ed anche delle materie correlate nell’ambito del suo percorso formativo. Al termine del corso lo studente avrà acquisito le conoscenze teoriche e pratiche di base relative al mondo dei vegetali con riferimento all’organizzazione generale del corpo vegetativo, alla distinzione ed evoluzione del corpo vegetativo tra Tallofite e Cormofite, alla loro organizzazione tassonomica e sistematica, con riferimenti alla diversità biologica e floristica (in particolare di Gimnosperme ed Angiosperme) ed alla composizione delle principali specie della flora italiana. Saranno effettuate, con l’ausilio del docente durante le esercitazioni e le uscite attività per l’identificazione delle specie attraverso l’uso di chiavi analitiche, il campionamento ed essiccazione.
Inoltre, saranno realizzate individualmente attività ai fini della preparazione di essiccati per la preparazione dell’erbario di ogni singolo studente, che dovrà essere presentato come requisito indispensabile per la partecipazione all’esame.
Il corso prevede anche attività pratiche di laboratorio e di terreno per sviluppare l’abilità dello studente di applicare nella pratica le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite. Tali conoscenze e competenze permetteranno agli studenti di acquisire conoscenze utili anche per lo studio della “Botanica Ambientale” e forniranno i requisiti di base per il proseguimento di studi più approfonditi che potranno essere conseguiti con “Biodiversità ed Evoluzione dei Vegetali”. Lo studente svilupperà competenze specifiche, tra le quali abilità comunicativa relativamente all’esposizione degli argomenti trattati, dei metodi utilizzati e dei risultati raggiunti, usufruendo di un linguaggio appropriato, capacità di sviluppare un approccio critico alla materia e formulare un giudizio autonomo sulle principali problematiche trattate, sviluppando la propria capacità di apprendimento anche attraverso collegamenti tra gli argomenti trattati. Il corso si propone inoltre di migliorare le abilità di comunicazione scientifica attraverso una più approfondita conoscenza del linguaggio scientifico e le capacità di apprendimento e di giudizio individuale.

Nozioni di base di biologia (es. differenza tra cellula vegetale e animale; conoscenza base dei processi di respirazione e fotosintesi) e di elementi di chimica e fisica utili per l'introduzione allo studio della biologia. Non vi sono vincoli di propedeuticità.

Le conoscenze teoriche e pratiche del corso saranno acquisite attraverso lo svolgimento del seguente programma:
1) Introduzione allo studio dei vegetali: caratteristiche generali della cellula vegetale, organizzazione generale e principali organi del corpo vegetativo delle Cormofite. Principali differenze tra Tallofite e Cormofite. Conoscenza della diversità degli organismi vegetali e della loro attuale sistemazione in uno schema tassonomico basato su criteri evolutivi, cladistici e filogenetici.
Lezione: ore 2; esercitazioni: ore 0.
2) Per la parte tassonomica saranno trattati i seguenti gruppi rappresentativi della diversità biologica dei vegetali:
I) Procarioti (Prokaryota): Cianobatteri (Cyanobacteriophyta).
Lezione: ore 2; esercitazioni: ore 0.
II) Eucarioti (Eukaryota):
Alghe Eucariotiche (Heterocontophyta; Rhodophyta; Chlorophyta);
Lezione: ore 6; esercitazioni: ore 0.
Funghi (Oomycota, Eumycota);
Lezione: ore 6; esercitazioni: ore 0.
Licheni (Ascolicheni, Basidiolicheni, Deuterolicheni);
Lezione: ore 2; esercitazioni: ore 0.5.
Briofite (Anthocerotopsida, Marchantiopsida, Jungermanniopsida, Bryopsida);
Lezione: ore 4; esercitazioni: ore 0.5.
Pteridofite (Psilotopsida, Lycopodiopsida, Equisetopsida, Pteridopsida);
Lezione: ore 4; esercitazioni: ore 0.5.
Caratteristiche generali di Gimnosperme ed Angiosperme;
Gimnosperme(Coniferophytina -Gynkgoopsida, Pinopsida - e Cycadophytina - Cycadopsida e Gnetopsida);
Lezione: ore 4; esercitazioni: ore 1.
Angiosperme (Magnoliopsida e Rosopsida (Dicotiledoni), Liliopsida (Monocotiledoni)).
Cenni alla conoscenza delle principali famiglie di Angiosperme con riferimento ad importanti specie presenti nella flora italiana: Ranunculaceae, Caryophyllaceae, Fagaceae, Betulaceae, Ulmaceae, Rosaceae, Fabaceae, Aceraceae, Apiaceae, Salicaceae, Brassicaceae, Ericaceae, Oleaceae, Scrophulariaceae, Lamiaceae, Asteraceae, Liliaceae, Poaceae, Orchidaceae, Cyperaceae.
Lezione: ore 12; esercitazioni: ore 2.5.
3) Saranno effettuate, con l’ausilio del docente durante le esercitazioni e le uscite attività per l’identificazione delle specie attraverso l’uso di chiavi analitiche, il campionamento ed essicazione. Inoltre, saranno realizzate individualmente attività ai fini della preparazione di essiccati per la preparazione dell’erbario di ogni singolo studente, che dovrà essere presentato come requisito indispensabile per la partecipazione all’esame.

Gli argomenti trattati oltre che ad acquisire le conoscenze necessarie per la trattazione delle tematiche sia di base che avanzate relative allo studio del mondo vegetale, permetteranno anche sviluppare la capacità di applicazione delle conoscenze acquisite alle problematiche relative al contesto ambientale, incluso il riconoscimento pratico delle specie vegetali, e di acquisire competenze in termini di abilità comunicative, capacità di approccio critico e di giudizio autonomo relativo alle tematiche scientifiche trattate.

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti tramite: a) lezioni frontali: 40 ore; b) 24 ore di didattica integrativa (laboratorio ed uscite di campo) con l’assistenza didattica di personale idoneo.
Le lezioni frontali verranno erogate in videoconferenza alternando le sedi di erogazione; anche le esercitazioni saranno realizzate alternando le sedi. Il viaggio di studio sarà di due giorni (16 ore). Le lezioni sul campo e le esercitazioni in laboratorio sono fondamentali per il raggiungimento della capacità di riconoscimento pratico. Tali attività sono obbligatorie ed erogate con la co-presenza di dottorandi o studenti magistrali. Per gli studenti con problematiche particolari certificate (disabilità, figli minori, etc) le attività del viaggio di studio saranno sostituite da attività integrative da concordare individualmente in funzione delle problematiche specifiche.
All’inizio delle lezioni, su richiesta degli studenti, il docente fornirà chiarimenti e approfondimenti dei temi trattati nelle precedenti lezioni. Sarà inoltre possibile chiedere chiarimenti in qualsiasi momento durante le lezioni.

L'obiettivo della prova finale è quello di verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi, valutando in primo luogo il possesso degli elementi conoscitivi di base e quindi la capacità dello studente di utilizzarli in autonomia per la risoluzione di problematiche reali. La prova finale sarà scritta con tre domande aperte relative agli argomenti trattati durante il corso. Le domande d’esame saranno coerenti con le tipologie di argomenti ed i metodi di studio ed analisi relativi agli argomenti trattati. Ad ogni domanda sarà attribuito un massimo di 10 punti, per un totale di 30 punti (30/30). Per avere la sufficienza (6/10) per ciascuna domanda lo studente dovrà indicare le principali conoscenze relative alla problematica, sottolineando gli aspetti fondamentali trattati a lezione. La valutazione sarà incrementata in funzione della completezza delle risposte, del dettaglio delle informazioni fornite, della capacità espressa dallo studente di effettuare collegamenti tra gli argomenti trattati. La lode sarà attribuita quando il grado di preparazione sarà più che eccellente. La valutazione finale, espressa in trentesimi, terrà conto dell'avvenuto apprendimento (60%), della capacità di applicazione dei concetti teorici (10%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle capacità di comunicazione (20%).
IMPORTANTE: Per poter accedere all’esame è obbligatorio presentare l’erbario individuale ed ottenere la sua approvazione da parte del docente.

Saranno disponibili sul sito e-learning le slide delle lezioni
Il libro di testo consigliato è: Strasburger. Trattato di Botanica. Volume 2: Sistematica e Geobotanica. Antonio Delfino Editore. L’acquisto del libro di testo è consigliato ma non obbligatorio.

Ricevimento su appuntamento da prendere via mail contattando direttamente la docente (nicoletta.cannone@uninsubria.it)

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE