Università degli studi dell'Insubria

FILOSOFIA DEL DIRITTO

A.A. di erogazione 2018/2019
Insegnamento obbligatorio

Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
 (A.A. 2018/2019)
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Base
Sede: 
Como - Università degli Studi dell'Insubria
Settore disciplinare: 
FILOSOFIA DEL DIRITTO (IUS/20)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
55
Dettaglio ore: 
Lezione (55 ore)

Finalità del corso
Al termine del corso lo studente sarà in grado di utilizzare gli strumenti adeguati per
muoversi all’interno di una riflessione teorico-filosofica del diritto quale forma di
convivenza sociale. Obiettivo principale del corso è riflettere assieme allo studente sul
fenomeno giuridico come forma prescrittiva della condotta umana, cercando al
contempo di distinguerlo da altre sfera normative quali la morale e le regole sociali. In
tal senso, lo studente sarà in grado di sviluppare una riflessione critica sul problema
della giustizia e delle principali teorie su di essa, e, soprattutto, il ruolo del diritto in
questo senso. A tal fine, il corso punterà l’attenzione dello studente su aspetti quali
l’applicazione delle norma, il ruolo del giudice, e il neocostituzionalismo sorto dopo la
Seconda metà del secolo scorso.

Non sono previsti requisiti

Contenuti del corso
Le tematiche fondamentali del corso sono:
. Il diritto come sfera normativa della condotta.
. Relazioni (differenze e punti in comune) del diritto con la morale e le regole sociali.
. I principali concetti giuridici: norma, ordinamento, sanzione, pena.
. La teoria pura del diritto di Hans Kelsen
. H. L. Hart e il diritto
. L’idea di giustizia
. Casi specifici: la bioetica
. Il neocostituzionalismo e i principi del diritto

Attività didattica
Il corso sarà sviluppato in 70 ore di lezione frontale, al cui interno si svolgeranno dei seminari su temi specifici. La piattaforma e-learning sarà utilizzata cercando di sfruttarne tutte le possibilità, dalla messa a disposizione degli studenti dei temi affrontati nel corso a discussioni on-line, e in genere per tutte le comunicazioni relative all’insegnamento.

Modalità di verifica dell'apprendimento
Durante il corso, come misura per verificarne in modo costante lo sviluppo, all’inizio di ogni lezione uno studente (scelto a caso) sarà a chiamato ad esporre in modo sintetico i contenuti della lezione precedente. Tale esposizione, oltre a servire al docente come parametro per, eventualmente, riprendere alcune tematiche, sarà pure tenuta in considerazione in ordine al voto finale, che consisterà in una prova finale scritta, di sei (6) domande aperte, al termine del corso, esclusivamente sulle tematiche affrontate durante le lezioni. Lo studente che supererà tale prova potrà optare per mantenere il risultato come prova finale, mentre chi non dovesse superarla
sarà tenuto a presentarsi all’esame orale previsto nelle date degli appelli deliberati dal Consiglio di Dipartimento. Gli studenti non frequentanti dovranno preparare l’esame, esclusivamente in forma orale, sui testi già indicati

Testi e materiale didattico
1. Hans Kelsen, Lineamenti di dottrina pura del diritto, Torino, Einaudi (qualsiasi edizione.

2. Norberto Bobbio, Il positivismo giuridico, Torino, Giappichelli (qualsiasi edizione)

3. A. Renteria D – G. D’Elia, Teoria e pratica delle fonti del diritto, Roma, Carocci (qualsiasi edizione, solo la prima parte)

Altri materiali di sostegno saranno messi a disposizione degli studenti nella
piattaforma e-learning.

Altre informazioni
Il professore sarà disponibile per ricevere gli studenti negli orari che succesivamente saranno resi pubblici nella sezione "avvisi"

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE