Università degli studi dell'Insubria

Lo spazio mediterraneo: religioni, economie e culture

A.A. di erogazione 2019/2020

 (A.A. 2018/2019)
Anno di corso: 
2
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
50

Il corso intende offrire una panoramica storico-geopolitica ed economica dello spazio mediterraneo mettendo in rilievo l’influsso del dato religioso e culturale sullo sviluppo economico e gli scambi tra le due rive del Mediterraneo.
Il corso si dividerà in due parti, svolte congiuntamente tra loro.
Nella prima parte si forniranno le basi per la coprensione dello sviluppo storico, politico e giuridico degli stati della sponda sud del mediterraneo con particolare attenzione al ruolo giocato dal fattore religioso nella configurazione istituzionale di questo spazio geopolitico.
La seconda parte del corso si concentrerà sullo sviluppo economico e finanziario dell’Islam, con lo scopo di comprendere la complessità e le peculiarità e di un sistema, differente dal modello occidentale, con cui gli operatori economici del mondo “globale” oggi costantemente interagiscono.
Il corso intende fornire allo studente le chiavi di lettura adeguate per la comprensione dello scenario mediterraneo contemporaneo con particolare attenzione ai rapporti tra economia, politica e religione.
Lo studente dovrà acquisire consapevolezza della complessità e reciproca inter-dipendenza dei fattori in gioco nonché della natura plurale ed in continuo mutamento dello spazio geopolitico considerato.

La frequenza a precedenti corsi di economia è consigliata, ma non obbligatoria. Ugualmente utili sono le nozioni base fornite ai corsi di religioni e diritti e diritto comparato delle religioni.

Nella Prima parte di esamineranno le basi del diritto musulmano e le modalità di transizione dal sistema normativo religioso a quello secolare, tipico dello stato moderno. Si esamineranno le Costituzioni degli Stati della regione con maggiore impatto sulla realtà italiana cercando di individuare lo spazio lasciato al protagonismo individuale ed associativo della società civile. Ci si concentrerà poi su acluni temi monografici, richiedendo la partecipazione diretta dei frequentanti.
Nella Seconda Parte si illustreranno le principali differenze economico-finanziarie che caratterizzano le economie dei Paesi Islamici rispetto a quelli occidentali. Particolare rilevanza verrà attribuita all’Islam e lo sviluppo economico finanziario; alla banca islamica e al mercato dei capitali islamici; ed infine verrà trattato il microcredito, che nasce musulmano ma non fondamentalista.

La didattica comprende:
- Lezioni teoriche, volte all’illustrazione, da parte del docente, della storia, dei principi e degli istituti dei contesti geopolitici esaminati;
- Lezioni seminariali su approfondimenti specifici.

Tesina scritta su tema da concordare entro la prima metà del corso.

Rony Hamaui, Luigi Ruggerone (2011) Il Mediterraneo degli altri. Le rivolte arabe tra sviluppo e democrazia. Edizioni Egea.

R. HAMAUI-M. MAURI, Economia e Finanza Islamica, Il Mulino, 2009
Sulla piattaforma e-learning verranno caricati, al momento opportuno, presentazioni power-point, articoli di dottrina, sentenze e casi pratici per la discussione.

Gli orari di ricevimento saranno comunicate all’inizio del corso. I docenti sono peraltro disponibili a concordare una diversa sede ed una diversa ora previo contatto tramite e-mail.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: Comune

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 2
Curriculum: Comune

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 2
Curriculum: Comune

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 2
Curriculum: Comune