Università degli studi dell'Insubria

IMMAGINARI RELIGIOSI E RAPPRESENTAZIONI MEDIATICHE

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento opzionale

Laurea triennale in SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE
 (A.A. 2018/2019)

Docenti

REVELLO ROBERTO
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
ESTETICA (M-FIL/04)
Crediti: 
9
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72
Dettaglio ore: 
Lezione (72 ore)

L’insegnamento intende analizzare in quale modo la stampa, la televisione, il cinema, il web contribuiscano a consolidare visioni, preconcetti e stereotipi sulle identità culturali e sulle alterità con particolare attenzione alla dimensione dell’ambito religioso.
Si considera l’influenza, la persistenza, la conflittualità e il rinnovamento degli immaginari religiosi, soprattutto nell’ambito monoteista mediterraneo (cristianesimo, ebraismo islam) e come essi assumano significato in rapporto al contesto mediatico che li investe.
L’approccio e la metodologia di tali riflessioni faranno capo ad analisi concettuali di tipo filosofico e antropologico nell’interesse di una prospettiva interdisciplinare mediologica.

• Una cultura generale di base acquisita nella scuola superiore.
• Un interesse per il confronto interculturale e interreligioso e un interesse all’approfondimento dell’origine e della complessità dei conflitti di identità nel mondo della comunicazione.

Il corso si svilupperà su tre linee tematiche di base:
1. Fondamenti metodologici per un’interpretazione correttamente critica dei contenuti religiosi nei media. Approfondimento sul concetto di immaginario religioso e di mediologia. Come il recente dibattito di alcune filosofie dei media (in particolare le analisi di Peter Sloterdijk e Régis Debray) contribuiscano a rileggere diversamente il rapporto tra media e le radici religiose delle nostre identità culturali (parte istituzionale).
2. Fenomeno della secolarizzazione, ritorno e “riutilizzo” delle religioni nei media. Trasformazioni e nuove forme mediatiche del sacro.
3. Analisi critica di alcuni esempi di rappresentazione mediatica di identità conflittuali religiose.

Le attività si svolgeranno mediante lezioni frontali, in cui il docente illustrerà i contenuti del corso chiedendo la partecipazione interattiva degli studenti mediante interventi, domande e riflessioni. Verranno affrontati testi di consultazioni e presentati in aula materiali mediatici da analizzare. Saranno eventualmente valorizzate proposte di approfondimento e rielaborazioni personali, in particolare su temi di attualità.

L’apprendimento sarà verificato mediante una prova orale.
L’esame orale consiste in una presentazione degli argomenti trattati all’interno del corso e avrà come scopo quello di accertare la preparazione del candidato sui testi in oggetto e la sua capacità di darne un’interpretazione critica.
Verranno valutate:
• L’acquisizione dei fondamenti della metodologia di analisi proposta e la correttezza dei riferimenti concettuali impiegati (10 punti);
• La capacità di esposizione e la terminologia acquisita (10 punti);
• La capacità critica e l’autonomia dello studente (10 punti).

Durante il corso potranno essere presi in considerazione dei documentari e dei documenti mediali. Per l’esame sarà necessaria la preparazione di due testi,

Il primo obbligatorio relativo ai fondamenti metodologici.: Jeppe Sinding Jensen, Che cos’è la religione, Bulzoni Editore, Roma 2018

A scelta invece un testo tra i due seguenti percorsi

1. Secolarizzazione e ritorno delle religioni. Un testo s scelta tra:
• Luigi Berzano, Quarta secolarizzazione. Autonomia degli stili, Mimesis Edizioni, Milano 2018
• Ulrich Beck, Il Dio personale. La nascita della religiosità secolare, Laterza, Roma-Bari 2009

2. Immaginari religiosi nei media, rappresentazione mediatiche conflittuali. Un testo s scelta tra:
• Bruno Nassim Aboudrar, Come il velo è diventato musulmano, Cortina, Milano 2015.
• Peter Sloterdijk, Il furore di Dio. Sul conflitto dei tre monoteismi, Cortina, Milano 2008.
• Peter Sloterdijk, Sfere I, Cortina, Milano 2014
• Ugo Fabietti, Materia sacra. Corpi, oggetti, immagini, feticci nella pratica religiosa, Cortina, Milano 2015
• Mircea Eliade, Occultismo, stregoneria e mode culturali. Saggi di religioni comparate, Linda, Torino 2018

Il Docente riceve previo appuntamento scrivendo all'indirizzo r.revello@uninsubria.it

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE