Università degli studi dell'Insubria

STORIA SOCIALE DELL'ARTE

A.A. di erogazione 2018/2019
Insegnamento obbligatorio

Laurea triennale in SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE
 (A.A. 2018/2019)

Docenti

Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
STORIA DELL'ARTE MODERNA (L-ART/02)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
64
Dettaglio ore: 
Lezione (64 ore)

Lo studente dovrà essere in grado di conoscere i lineamenti della storia dell’arte e dell’architettura nel territorio italiano, dal X ai primi quarant’anni del XV secolo, con elementi comparativi e integrativi della storia dell’arte mediterranea ed europea e approfondimenti relativi al territorio lombardo. In tale ambito, assume specifica e peculiare valenza la conoscenza di un fenomeno di portata europea e plurisecolare, ossia quello dell’attività nei diversi settori, pittorico, scultoreo, architettonico, degli artisti provenienti dall’area dei laghi lombardi.
Particolare attenzione sarà richiesta al riconoscimento del dato iconografico-iconologico, alle dinamiche di committenza e di percezione pubblica dell’arte.
Tra i risultati di apprendimento attesi si segnalano, pertanto, la capacità primaria di lettura stilistica, la comunicazione con lessico di settore; l’abilità richiesta è quella comparativa, nel rispetto della corretta collocazione spazio-temporale. Si tratta quindi di conoscere e comprendere l’opera, applicando tali dati allo spazio-tempo, giudicando con precisione il linguaggio dell’opera, d’arte o architettura, per comunicarlo con esattezza terminologica e dimostrando il proprio apprendimento con una lettura comparata dei fenomeni che ne interpreti la complessità.
Il bagaglio di conoscenze acquisite potrà concorrere, quindi, allo sviluppo delle generali capacità di sintesi e di elaborazione di informazioni e nozioni provenienti da fonti diverse e l’ampliamento del corretto utilizzo della lingua italiana in relazione alle specificità richieste dalla materia.

Non sono richiesti specifici prerequisiti e/o una precedente conoscenza in ambito storico-artistico e storico architettonico, poiché essa è fornita esclusivamente da alcune tipologie di scuola superiore. Tuttavia, si ricorda che lo studente dovrà fare riferimento alle conoscenze in ambito storico, filosofico, geografico e di storia della letteratura acquisite durante gli anni di scuola superiore.

Il corso di Storia Sociale dell’Arte appartiene al gruppo di insegnamenti di area umanistica che caratterizzano il percorso di studi di Scienze della Comunicazione.
Saranno affrontati i seguenti argomenti:
1. Introduzione metodologica al significato di Storia Sociale dell’Arte, alla lettura di un’opera d’arte e di una architettura e al vocabolario terminologico.
2. Excursus sulla Storia dell’Arte sino all’arte carolingia (parte non richiesta all’esame);
3. arte ottoniana;
4. arte romanica (con particolare attenzione a: geografia del romanico italiano);
5. arte gotica (con particolare attenzione a geografia del gotico italiano);
6. gotico internazionale ad Avignone;
7. tardogotico;
8. nascita dell’arte fiamminga;
9. nascita dell’umanesimo italiano;
10. La città ideale di Castiglione Olona.

Il corso si svolgerà attraverso lezioni frontali, per un totale di 64 ore, tutte impartite dal docente titolare del corso, con il supporto della proiezione di slides in formato PPT. Alla fine di ciascuna lezione gli studenti possono richiedere chiarimenti e approfondimenti dei temi trattati.
La frequenza alle lezioni, pur non obbligatoria, è vivamente consigliata per poter usufruire di quei riferimenti interdisciplinari (storia politica, geografia storica, storia della letteratura ecc.) e di interpretazione critica dei fenomeni che possono non essere pienamente esplicitati nei manuali disponibili e che verranno man mano proposti dal docente.

La verifica di apprendimento finale prevede un esame orale. Esso è articolato in tre domande, in parte di ampio respiro e in parte specifiche (es.: arte ottoniana, un edificio gotico a scelta, Filippo Brunelleschi), che verteranno su argomenti dell’intero programma al fine di coprire tutto l’arco cronologico affrontato (in genere: una domanda dal X al XII secolo, una domanda sul XIII-XIV, una sulla prima metà del XV). Si darà modo allo studente di effettuare collegamenti e rimandi. Tutte e tre le domande hanno lo stesso peso e sono valutate in trentesimi. Il voto finale è frutto della media delle stesse.
La valutazione di ciascuna risposta è determinata dal grado di acquisizione delle conoscenze attese, sulla base dei seguenti criteri, che tengono conto anche della abilità comunicativa caratterizzante il Corso di Laurea: livello di conoscenza e approfondimento della materia trattata, inclusa la corretta collocazione nel contesto storico e geografico in cui si sono verificati i fatti artistici ed architettonici trattati, la capacità di lettura formale come di valutazione critica, nonché di collegamento e confronto tra i diversi fenomeni artistici e architettonici affrontati, la padronanza espressiva e di linguaggio, manifestata con l’uso dell’appropriata terminologia trasmessa durante il corso.

Un manuale di cui è richiesto lo studio:

P. De Vecchi – L. Cerchiari, Arte nel tempo, Bompiani/Mondadori 1995 ed edizioni seguenti, per i capitoli corrispondenti al periodo indicato nelle varie e diversamente suddivise edizioni.

oppure

Baldriga, Dentro L’Arte contesto metodo confronti, Mondadori/ Electa Scuola, 2016 ed ed. seguenti, per i capitoli corrispondenti al periodo indicato

oppure

L. Colombo, A. Dionisio, N. Onida, G. Savarese, Opera. Architettura e arti visive nel tempo, Sansoni per la Scuola, 2016 per i capitoli corrispondenti al periodo indicato.

Ulteriori pubblicazioni sotto forma di pdf di cui è, parimenti, richiesto lo studio, relativamente al fenomeno degli Artisti dei Laghi Lombardi, saranno rese disponibili dal docente sulla piattaforma e-learning o, per chi avesse problemi o non potesse frequentare il corso, potranno essere acquisite contattando per e-mail il docente stesso.

Materiali didattici su piattaforma e-learning: i vocabolari terminologici e tutte le slides presentate durante le lezioni. Formato utilizzato PPT e PDF per una più facile accessibilità.

Ricevimento studenti. Per richieste di informazioni e brevi contatti informali il docente è disponibile all’inizio o al termine delle lezioni; diversamente, si richiede di concordare un appuntamento, a mezzo e-mail (laura.facchin@uninsubria.it) ben specificando il proprio nome e cognome e anche un proprio recapito telefonico per far fronte alla necessità di eventuali comunicazioni urgenti. L’incontro, fissato entro al massimo una settimana, avverrà, di norma, presso la Sede del Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate (DiSTA, piano primo, Via Mazzini 5, Varese).

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE