STORIA DELL’ITALIA CONTEMPORANEA

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento opzionale

 (A.A. 2018/2019)
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
STORIA CONTEMPORANEA (M-STO/04)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
64
Dettaglio ore: 
Lezione (64 ore)

La comprensione del Mondo contemporaneo non può prescindere da una conoscenza approfondita dell’Italia contemporanea.
Attraverso quindi la vastissima bibliografia in materia, integrata dai nuovi mezzi di narrazione del passato (stampa, radio, televisione, rete), il corso si propone di ricostruire, analizzare e confrontare i fatti e le varie interpretazioni dei momenti decisivi vissuti dal Paese in particolare nella Seconda metà del Novecento, ponendo anche l’accento sull’uso (e sull’abuso) pubblico della Storia.
A tal fine il corso si articola in due parti integrate: nella prima verranno forniti gli elementi e i riferimenti necessari per una solida conoscenza degli avvenimenti che vanno dalla Seconda guerra mondiale alla nascita della cosiddetta Seconda Repubblica.
La seconda parte, integrata come accennato alla prima, prevede all’interno del corso una serie di lezioni di carattere prettamente storiografico fornite a cadenze regolari sui momenti decisivi del Paese dall’Unità a oggi (si veda “Contenuti del Corso, Seconda parte”).
Tra i risultati di apprendimento attesi si segnalano:
●Conoscenza delle fasi storiche che caratterizzano l’Italia dall’entrata in guerra fino alla Seconda Repubblica.
●Conoscenza delle diverse interpretazioni dei momenti decisivi del Paese.
●Capacità di interpretare, argomentare e divulgare le informazioni acquisite alla luce dei processi storici.
●Capacità di analizzare criticamene le fonti e il cosiddetto “uso pubblico della Storia”.
●Capacità di comprendere le premesse e i risultati del dibattito storiografico e del dibattito sui mezzi di comunicazione di massa.

Non è previsto alcun prerequisito.

Il corso tratterà le vicende politiche e i mutamenti sociali dell’Italia dalla seconda guerra mondiale a oggi e nello specifico analizzerà i seguenti argomenti:
A) Parte generale (indicativamente 30 ore):
• L’Italia alla vigilia della seconda guerra mondiale
• La “guerra parallela”
• Il 1943: il crollo militare e la caduta del Fascismo. La «morte della Patria» o il «Riscatto» degli italiani?
• L’Italia spezzata in due: il Regno del Sud, la Repubblica Sociale e la Resistenza.
• La morte di Benito Mussolini
• L’Italia dopo la guerra: la vita quotidiana tra speranze e paure
• La nascita della Repubblica: il referendum del 1946, la Costituente e le elezioni del 1948
• La repubblica dei partiti e la ricostruzione: Alcide De Gasperi e Palmiro Togliatti
• L’Italia negli anni del centrismo: il miracolo economico, i costi sociali, l’emigrazione
• Dalla miseria al benessere? Mass media e nuovi costumi e stili di vita
• Gli Anni Sessanta: il centro-sinistra, il caso De Lorenzo
• Il ’68, la contestazione operaia, l’autunno caldo
• L’Italia della «Strategia della tensione»: le stragi neofasciste da Piazza Fontana alla Stazione di Bologna
• Terrorismo e «anni di piombo»: il «Compromesso storico», le Brigate Rosse e il «caso Moro»
• Gli anni Ottanta: Bettino Craxi, Giulio Andreotti, Arnaldo Forlani
• Tangentopoli e la fine della Prima repubblica
• Mafia, camorra e ‘ndrangheta: una breve storia fino a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Le guerre di mafia e le stragi
• La Seconda Repubblica e la vittoria di Silvio Berlusconi
• L’Italia nel terzo millennio: la transizione infinita

B) Parte monografica, lezioni storiografiche(indicativamente 34 ore):
• L’Unità d’Italia: le interpretazioni del Risorgimento
• La grande guerra degli Italiani
• Il Fascismo: teorie e interpretazioni
• Le interpretazioni della Resistenza
• Le “foibe” come problema storico e storiografico
• Il “Golpe” e il “Doppio Stato”: interpretazioni e polemiche
• Gli anni di piombo: una guerra civile?
• Le interpretazioni della Repubblica
• La “guerra della Memoria”: revisionismo e negazione della Storia

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti attraverso la modalità delle lezioni frontali (per un totale di 64 ore). Le lezioni analizzeranno i contenuti del corso anche in modo interattivo con gli studenti, attraverso discussioni e dibattiti in aula legati all’analisi della storiografia e degli strumenti di narrazione della storia nel dibattito pubblico (stampa, televisione, nuovi media).

La verifica di apprendimento finale prevede due prove, una scritta e una orale:
a) Prova scritta (senza l'ausilio di appunti o libri) della durata complessiva di due ore, così articolata:
• 20 domande a risposta multipla relative al volume indicato nella apposita sezione “Testi di riferimento” come “parte generale”;
•2 domande aperte sempre relative al volume indicato nella apposita sezione “Testi di riferimento” come “parte generale”;
L’intera prova parziale scritta verrà valutata in trentesimi secondo i seguenti criteri:
– Test a risposta multipla: risposta esatta 1 punto
– Domande aperte: ciascuna risposta massimo 5 punti
Per accedere alla prova orale lo studente deve aver raggiunto il punteggio totale di 18/30.

b) prova orale, tesa all'accertamento dell’acquisizione e della corretta comprensione dei contenuti del corso.
Sui contenuti dei testi di riferimento indicati nella apposita sezione “Testi” come “Parte monografica” e sul materiale didattico disponibile sulla piattaforma e-learning saranno formulate due domande rispetto alle quali si valuterà la conoscenza dell’argomento, la capacità espositiva, la capacità di analisi critica.
Il voto della prova orale (valutata in trentesimi) terrà conto dell’esattezza e della qualità delle risposte (60%), nonché dell’abilità comunicativa e della capacità di motivare adeguatamente affermazioni, analisi e giudizi mostrata durante il colloquio (40%).
Il voto finale scaturirà dalla media tra il voto acquisito nella prova parziale scritta e il voto acquisito nel colloquio orale.
Lo studente per superare la verifica di apprendimento deve aver raggiunto il punteggio totale di almeno 18/30.
Si precisa che tanto la prova parziale scritta quanto la prova orale dovranno essere tassativamente sostenute nel contesto del medesimo appello.

1. Materiale vario (documentazione in formato pdf che sarà disponibile sul sito e-learning alla conclusione del Corso).

2. Parte generale:è richiesto lo studio integrale dei due volumi:
• A. Lepre, C. Petraccone, Storia d’Italia dall’Unità a oggi, Bologna, il Mulino.
• S. Colarizi, Storia del Novecento italiano, Milano, Bur, Rizzoli

3. Parte monografica: è richiesto lo studio integrale di due volumi a scelta tra quelli compresi nel seguente elenco

• S. Peli, Storia della Resistenza in Italia, Torino, Einaudi
• A. Lepre, Storia della Prima repubblica, Bologna, il Mulino
• G. Crainz, Il Paese mancato. Dal miracolo economico agli anni ottanta, Roma, Donzelli
• G. Crainz, Il Paese reale. Dall’assassinio di Moro all’Italia di oggi, Roma, Donzelli
• A. De Bernardi, Un Paese in bilico. L’Italia degli ultimi trent’anni, Roma-Bari, Laterza
• S. Colarizi, M. Gervasoni, La tela di Penelope. Storia della Seconda Repubblica, Roma-Bari, Laterza.
• S. Lupo, La mafia. Centosessant’anni di storia tra Sicilia e America, Roma, Donzelli
• M. Lazar, A. M. Matard-Bonucci, Il libro degli anni di piombo, Milano, Rizzoli
• M. Dondi, L’eco del boato. Storia della strategia della tensione, Roma-Bari, Laterza.

Il docente riceve gli studenti ogni venerdì dalle ore 17 alle ore 19,30 presso il Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate (Padiglione Rossi, Via Rossi).
Si consiglia di prendere contatto direttamente con il docente via e-mail (a.orecchia@uninsubria.it).

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2020/2021

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE